archivio 10/2013

MAL D'AFRICA

Qualcosa di speciale

"ci sono luoghi che ti rubano il cuore..."

31-10-2013 di Anna Rita Garofalo

Il mal d'Africa colpisce di solito tutti quelli che mettono piede in questo continente e manifesta i suoi sintomi appena lo si lascia.
Se si è vissuto almeno un po' in Africa non si può fare a meno di volerci ritornare.
E' una malattia senza guarigione.
E' una cosa difficile da spiegare ai "non malati".
La terra è rossa, l'erba è verde, la luce è intensa, il cielo azzurrissimo è più vicino alla terra di quanto non sia in altre latitudini.
L'Africa è qualcosa di speciale... difficile da spiegare! 
 

LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

RACCONTI

Il Kenya di "Nelo"

"Io in Africa dovevo essere di passaggio..."

08-10-2013 di Nello

Il mio nome è Nello, anche ormai sono abituato a sentirlo pronunciato con una "l" sola. Nelo.
Chiamatemi Nelo, che sono anche più contento.
Io in Africa dovevo essere di passaggio.
Uno dei tanti turisti che prenotano una vacanza antistress.

LEGGI TUTTO IL RACCONTO

ARCHIVIO

Ottobre 2013

Tutte le notizie del mese

01-10-2013 di redazione

I turisti ignorano gli avvisi europei di non recarsi in Kenya
Inghilterra, Francia e Italia, attraverso i loro ministeri degli Esteri sconsigliano ai propri connazionali le vacanze in Kenya, ma i turisti sembrano ignorare gli avvisi dei propri Governi e il sensazionalismo dei media, e scelgono comunque l'Africa e i suoi paradisi naturali. Anche perché i terroristi nel Maasai Mara o nello Tsavo non si sono visti mai nemmeno in vacanza. Nel bailamme mediatico di queste settimane, si sono scritte e dette migliaia di cose, la verità e il suo esatto contrario sono apparse a giorni alterni su quotidiani e riviste, annullandosi a vicenda. In realtà la situazione somala è un vero dramma ma è il mondo intero a vivere sotto la minaccia di gruppi armati ed organizzati che hanno di mira tutto ciò che rappresenta l'occidente. Come ha ricordato Padre Guerrini, il missionario che vive a poche decine di metri dal Westgate Mall a Nairobi: "Se non usciamo più di casa in Kenya, non ha senso vivere e sotto molti aspetti Brescia è peggio, perché qui certe cose te le puoi anche aspettare, in Italia no". I numeri di quest'ultima settimana confermano che le presenze nei parchi nazionali non sono calate e anche gli arrivi, compatibilmente con la bassa stagione, non hanno risentito di cancellazioni eccessive. Il calo dei prezzi dei biglietti o dei pacchetti vacanza a Malindi e Watamu è dovuto esclusivamente alla bassa stagione e non ai recenti fatti di Nairobi.(01/10/2013)

LEGGI TUTTO L'ARCHIVIO MENSILE