Archivio

ARCHIVIO

Dicembre 2013

Tutte le notizie del mese

01-12-2013 di redazione

Appuntamenti di capodanno a Malindi
L'ultima serata dell'anno si avvicina e la costa "italiana" del Kenya si prepara a festeggiare l'evento in una cornice ideale: caldo sole ma brezza dal mare, giornate limpide, tranquillità e aria di vacanza ovunque. Gli appuntamenti mondani segnalano cenoni di San Silvestro in molti locali e ristoranti di Malindi e Watamu. Come sempre, malindikenya.net da notizia di quelli convenzionati con il portale: al Casinò di Malindi una serata a tutta musica, con i cantanti Alisha Popat e Kevin Samuel, che viaggiano nell'America dello Swing fino al soul e il rock della Motown Era, e la danza scatenata dei Sarakasi, gruppo folkloristico ben noto anche ai malindini. 15.000 l'ingresso con cena e brindisi per i signori, 12 mila per le signore (Info: events@ casino malindi.com o eventi@casinomalindi.com, +254711728423). Al White Moon festa tra le dune che parte dalle 18.30 con l'aperitivo (il White Moon propone ostriche fresche ogni sera). La cena, preparata dallo Chef italiano che è già al lavoro in questi giorni, costa Kshs. 8000 e prevede anche i festeggiamenti della mezzanotte con panettone e spumante. Prenotazioni chiamando 0712928922. Cenone e discoteca anche al Billionaire Grill, nella splendida cornice del Parco Marino di Malindi, per informazioni e prenotazioni 0422120120. Al Jahazi Bar & Restaurant, sul lungomare del porto, Freddie promette invece una serata tranquilla, come si fosse a casa tra amici (prenotazione 0720178982). Prezzi normali, di tutti i giorni, e qualche sorpresa cucinata al momento da lui a seconda di quel che arriva fresco di giornata, ostriche comprese. Così come per il primo aperitivo dell'anno, con ostriche e sashimi. D'altronde, chi mangia e beve bene a Capodanno...(31/12/2013) 

Calo degli italiani a Malindi, ma aumentano i turisti stranieri

Un dato interessante di questa stagione riguarda i tanti connazionali che hanno deciso di posticipare le loro ferie in Kenya. "All'Africa non si rinuncia" sembra essere il motto, e molte agenzie di viaggio registrano richieste di vacanze a partire dalla metà di gennaio. Questo mentre il dato inconfutabile è il calo del turismo italiano a ridosso di Natale. Le presenze sono diminuite del 30% ed è in calo sicuramente anche il "monte spese" dei presenti. La crisi in questo caso non poteva non materializzarsi anche qui. Ma Malindi ha mille risorse e durante le vacanze natalizie sta ospitando nuovi visitatori anche da zone del mondo che non avevano ancora esplorato "in mass" la costa keniota. Parliamo ad esempio dei giapponesi, che come sempre si muovono in gruppi ben assortiti e organizzati, e sembrano risentire meno della recessione monetaria mondiale. Una conferma invece è rappresentata dai polacchi, di stanza al Coral Key e in altri villaggi di pregio di Malindi, che però preferiscono la formula dell'All Inclusive e fatalmente si vedono meno in giro. Buone le presenze italiane invece a Watamu, grazie anche allo splendido mare, nei villaggi Aquarius, Garoda e nel nuovissimo 7 islands.(30/12/2013) 

15 mila turisti a Malindi per le feste di fine anno 

Inizia ufficialmente oggi l'altissima stagione turistica a Malindi e dintorni. Quelle che in Italia sono le due settimane a cavallo di Ferragosto, qui sono quelle da Natale alla befana. Un periodo che chi lavora sulla costa keniota vorrebbe ben più lungo ma che le festività altrui e la crisi economica rendono sempre più brevi. Così da oggi a Mombasa si registra il grosso degli arrivi, che in tre giorni raggiungeranno, tra prenotazioni di charter e i voli di linea di Turkish ed Ethiopian, le quindicimila presenze italiane sulla costa keniota. Ovviamente non sono solo i nostri connazionali a riempire hotel, case private e spiagge particolarmente da Watamu a Mambrui, ma anche turisti polacchi (il Coral Key e il Tropical ne sono pieni) e di altri Paesi dell'est europeo. Si registra anche un incremento delle presenze cinesi e giapponesi, alcuni gruppi di spagnoli, oltre al solito turismo britannico e americano, e qualche tedesco. Il fenomeno senza dubbio in crescita e già notato l'anno scorso, è quello del "turismo interno". Già da ieri erano moltissime le presenze di famiglie keniote a Malindi, specialmente provenienti da Nairobi.(29/12/2013)

Ri
apre il White Moon di Malindi: ostriche e capodanno!
Il White Moon è già aperto e prepara uno speciale cenone di San Silvestro tra le dune di sabbia, a due passi dall'oceano indiano immersi nella più selvaggia natura africana, ma allo stesso tempo avvolti da un'atmosfera elegante, coloniale e romantica. Questo è quanto propone il locale sulla spiaggia del Lawford's Hotel, che apre le prenotazioni per una delle cene più ambite del finale d'anno malindino. La serata parte dalle 18.30 con l'aperitivo (il White Moon propone ostriche fresche ogni sera). La cena, preparata dallo Chef italiano che è già al lavoro in questi giorni, costa Kshs. 8000 e prevede anche i festeggiamenti della mezzanotte con panettone e spumante. Prenotazioni chiamando 0712928922.(28/12/2013)

Rinviato il processo al Presidente keniota Uhuru Kenyatta
Rinviato il processo al Presidente keniota Uhuru Kenyatta. La MISNA (Missionary International Service News Agency) ha riportato le dichiarazioni del Presidente della Corte Penale Internazionale (Cpi) Fatou Bensouda, il quale ha chiesto un rinvio del processo al presidente Uhuru Kenyatta, la cui apertura è prevista per il 5 febbraio, per consentire all’accusa di reperire nuove prove a carico dell’imputato. La Bensouda, convinta della validità del procedimento nei confronti del presidente, accusato assieme al suo vice William Ruto e ad altri due coimputati di crimini contro l’umanità, ha dichiarato che “in seguito alla rinuncia di due testimoni chiave l’impianto accusatorio rischia di non avere gli standard di evidenza necessari all’avvio del procedimento”.La richiesta “eccezionale”, come l’ha definita la Bensouda, arriva dopo diversi rinvii dell’apertura del processo e la rinuncia di diversi testimoni provocata – secondo alcuni – dalle pressioni da parte dell’entourage degli stessi imputati.Il processo al presidente keniano – primo nella storia ad un capo di stato in carica – è oggetto di un duro confronto tra la Cpi e l’Unione Africana che ne ha chiesto più volte il rinvio. Lo stesso governo di Nairobi vorrebbe che il dossier relativo alle violenze post-elettorali del 2008 per cui Kenyatta è alla sbarra assieme a Ruto – il cui processo all’Aia si è aperto il 10 settembre scorso – fosse restituito alla giustizia nazionale.(27/12/2103)

Terzo appuntamento a Malindi con Freddie e Sbringo
Terzo appuntamento con "I giovedì del Jahazi" e il cabaret musicale della premiata ditta Freddie e Sbringo. La coppia di simpatici capelloni da fondo al suo repertorio di canzoni, trovate, poesie, parodie, improvvisazioni e sketches che hanno come protagonisti Malindi, il Kenya e gli italiani che ci vivono o vorrebbero viverci, e quelli che transitano da qui. Le prime due serate hanno fatto segnare il "tutto esaurito" con risate a profusione, specialmente per la presentazione del nuovo libro di Freddie, un'antologia di "presunti" poeti malindini dal titolo "Mi faccio luce con la paraffina", condita da proverbi e canzoni. Ovviamente, tutta da ridere. Appuntamento alle ore 21 con cena a prezzi speciali (si consiglia di prenotare: 0720178982)(26/12/2013)

Disco party di Natale al Malindi Sea Fishing Club
La discoteca malindina di Natale quest'anno è al Malindi Sea Fishing Club. La serata è organizzata dal "deus ex machina" del divertimento notturno di Malindi, il mitico Max, e alla consolle come sempre giostrerà l'intramontabile Dj Dulla. Una location insolita ma affascinante con atmosfere da vecchia Malindi, quella britannica, e dei saggi pescatori locali, mescolata alla "movida" locale, un po' come avviene solitamente al Jungle Bar, il locale di Max. Un Natale trascinante e per nulla banale, insomma, per sostituire la discoteca sulla spiaggia di Watamu, che in queste settimane non si terrà come di consueto a Paparemo Beach.(25/12/2013)

Nuovo resort aperto a Watamu: è il Village Bravo 7 islands 
Watamu si arricchisce di un nuovo splendido resort. Si tratta del Village Bravo 7 islands, inaugurato sabato scorso con l'arrivo dei primi 160 turisti di Alpitour, che qui ha voluto aprire uno dei suoi "Bravo Village Family". La proprietà del resort che ha ottanta camere, tre piscine, un bellissimo ristorante a vetrate vista mare, beach bar e molti altri servizi di prima qualità, è della famiglia Lenzi che è anche proprietaria del Paparemo Beach, l'esclusiva spiaggia organizzata che sorge sulla stessa meravigliosa baia dell'amore, eletta una delle quattro location marine più belle del continente africano. "Siamo molto soddisfatti del lavoro fatto - spiega Roberto Lenzi, che ha progettato e costruito il 7 islands - abbiamo dotato Watamu di un'altra eccellente struttura che bene si integra con l'ambiente e si affianca al nostro Crystal Bay, al Golf Club e al Paparemo Beach". Paparemo Beach che per l'alta stagione sarà aperto tutte le sere anche a cena.(24/12/2013)

Il lunedì sera il beach party è al White Moon
L'appuntamento con il beach party dell'antivigilia a Malindi è senz'altro quello del White Moon, sulla spiaggia del Lawford's Hotel (ma con entrata autonoma in fondo alla strada che dal Post Office e dalla Stazione di Polizia va dritta al mare). Con l'intramontabile D.J. Dulla e la splendida location con il chiringuito tra le dune, una notte "loca" in un ambiente sicuro e ben frequentato a base di caipirinha e altre bevande, ma anche analcolici e soprattutto tanta energia per ballare in mezzo alla natura marina africana.(23/12/2013)

Una ripulita a Malindi prima di Natale da parte della Contea di Kilifi

Il Town Clerk Daniel Chome è visibilmente soddisfatto, parlando con il corrispondente di Malindikenya.net Charo Banda. "Ho una ragione per sorridere - dice - stiamo riuscendo in extremis prima dell'arrivo dei turisti, a ripulire un po' la cittadina". Una raccolta fondi per riparare i camion, partita dall'Ocean Beach di Roberto Marini con altri soggetti dell'imprenditoria italiana e non, gli stipendi agli addetti alla pulizia e finalmente in questo periodo avremo, secondo Chome, una Malindi più pulita. Ma non solo. "Siamo finalmente riusciti a pagare le bollette in sospeso con la Power & Lightning - spiega la massima autorità cittadina - e a breve potremo riprendere a far funzionare tutti i lampioni della cittadina. In questo modo non solo avremo più illuminazione stradale ma anche più sicurezza". Chi ben comincia è a metà dell'opera, speriamo solo che tutto non si riduca soltanto al periodo di massima affluenza dei turisti, che coincide con le festività natalizie e con l'ultimo dell'anno.(23/12/2013)

Sospesa la direttiva anti-rinnovo del visto turistico per il Kenya

Tre mesi e non più tre. Una decisione che sicuramente farà discutere e provocherà reazioni da parte di tanti frequentatori del Kenya e della costa in particolare: l'Ufficio dell'Immigrazione ha diramato una normativa, che potrebbe essere approvata dal Governo keniota, secondo la quale chi trascorre in Kenya i primi tre mesi previsti dal visto turistico d'ingresso, non potrà più rinnovare per altri tre mesi e allungare il proprio soggiorno. La nuova norma è stata sospesa fortunatamente dagli uffici dell'immigrazione locali e l'avviso che era stato affisso ieri dal Consolato Italiano di Malindi è stato rimosso. Si tratterebbe infatti di una decisione che sicuramente non porterebbe benefici al turismo e non si riesce proprio a capirne le ragioni. 
Chi ha acquistato case o ville, ad esempio, e viene in Kenya a godersele durante i mesi invernali, si vedrebbe costretto a uscire dal Kenya anzitempo. In ogni caso, tant'è. Chi frequenta il Kenya e vuole continuare a viverlo per più di tre mesi consecutivi all'anno, dovrebbe fare i conti anche con questa novità. La speranza è che, come avvenuto per altre leggi controverse che in passato sono "passate" un po' troppo in fretta, senza le dovute precedenti verifiche, il Governo possa tornare sui suoi passi e concedere a chi ama questo Paese la possibilità di non viverlo esclusivamente da "business man" ma anche da semplice viaggiatore.(22/12/2013) 

Terminata in finale la favola italiana del Kenya Under 20

Il Kenya Under 20 non è riuscito a completare il grande sogno di vincere per la prima volta la Coppa D'Africa di categoria. I ragazzi guidati da John Kamau e dall'italiano Emanuele Filippini sono stati sconfitti in finale dal Sud Africa, apparso davvero troppo forte rispetto alle Harambee Stars. La nazionale degli "Amanjita" come viene chiamata la selezione giovanile sudafricana, ha dedicato la vittoria per due reti a zero all'indimenticabile Nelson Mandela, scomparso qualche giorno fa.(21/12/2013) 

Apre il nuovo Billionaire Grill di Briatore a Malindi

Apre oggi il nuovo Billionaire Grill, il ristorante del lussuoso residence di Flavio Briatore sulla spiaggia del Parco Marino di Malindi. Il ristorante sarà aperto tutti i giorni a pranzo dalle 12 alle 3 del pomeriggio e a cena dalle 7 alle 11. Inoltre il Bar sarà operativo "non stop" dalle 8 del mattino fino a mezzanotte - l'una.
Il menu propone specialità italiane con qualche piatto tipico di "Cipriani" come i Tagliolini Gratinati al prosciutto, il risotto alla primavera, le scaloppine di vitello (Veal Farfalle) e il Seabass Cileno alla Carlina (pomodoro e capperi). Flavio Briatore ha fatto importare appositamente dal suo ristorante di Montecarlo le "Rib Eye" di Angus americano da grigliare. Non mancheranno ovviamente le grigliate di pesce e le specialità "fatte in casa": pane, grissini e dolci dello chef pasticcere Fabio Greganti. La pizzeria porta come sempre la firma di Gino Parlato, uno dei grandi artisti della pizza di scuola napoletana, che si fermerà per tutta la stagione. In cucina giostra lo Chef Luca Rossi del Cipriani di Montecarlo e a dirigere la sala ci sarà Stefano Lanzoni, sempre da Cipriani Londra e Montecarlo, insieme alle ragazze di scuola Cipriani e Twiga Gemma, Michela e Micol. Una garanzia di qualità per chiunque voglia e si possa permettere l'alta qualità che è un contrassegno dei Billionaire nel mondo.(20/12/2013)

A tutta musica l'inaugurazione del Tangeri di Malindi 

Una domenica sera a ritmo di disco anni Settanta e con un buffet davvero invitante. Hanno fatto le cose in grande, Cristina e Giampiero, storici proprietari del Tangeri di Malindi, che dopo un anno di assenza e cessione gestionale, hanno ripreso in mano le redini del bel locale in stile arabo per rilanciarlo con serate particolari, come quella inaugurale. Drink a tutto spiano e la musica dal vivo di David e Steve a far ballare un po' tutti, con condimento di starlette e paparazzi. Il primo evento mondano dell'alta stagione, in concomitanza con l'apertura del Billionaire di Briatore.(19/12/2013) 

Incendio all'Eden Roc di Malindi, in cenere bar reception e ristorante

Uno spaventoso incendio, per fortuna senza conseguenze per le persone, è divampato ieri mattina intorno alle 5 nel popolare hotel Sai Eden Roc di Malindi, sulla Lamu Road. La struttura alberghiera, di proprietà indiana dopo che per anni è stata gestita da tedeschi, ha subito un corto circuito che ha "attaccato" la zona con i tetti di makuti del bar e della reception. L'incendio si è propagato nella hall e nella zona ristorante. I venticinque clienti che al momento si trovavano nella struttura, tra cui una quindicina in procinto di partire e già nella sala ristorante per le colazioni, sono stati messi in salvo fuori dalla struttura. L'arrivo dei Vigili del Fuoco è stato tempestivo ed ha evitato che le fiamme si propagassero nella zona adibita a camere, anche se una delle autocisterne si è fermata prima di arrivare a destinazione per un guasto meccanico. In ogni caso, a parte i gravi danni che non permetteranno all'hotel di iniziare l'altissima stagione, tutto si è risolto in poche ore.(19/12/2013)

Permesso di tre mesi non più rinnovabile, pronta la legge che penalizza gli italiani di Malindi

Tre mesi e non più tre. Una decisione che sicuramente farà discutere e provocherà reazioni da parte di tanti frequentatori del Kenya e della costa in particolare: l'Ufficio dell'Immigrazione ha diramato una normativa, approvata dal Governo keniota, secondo la quale chi trascorre in Kenya i primi tre mesi previsti dal visto turistico d'ingresso, non potrà più rinnovare per altri tre mesi e allungare il proprio soggiorno. La nuova norma è stata confermata dagli uffici dell'immigrazione locali ed un avviso è stato affisso ieri anche dal Consolato Italiano di Malindi. Si tratta di una decisione che sicuramente non porta benefici al turismo e non si riesce proprio a capirne le ragioni. Chi ha acquistato case o ville, ad esempio, e viene in Kenya a godersele durante i mesi invernali, si vedrà costretto a uscire dal Kenya anzitempo. In ogni caso, tant'è. Chi frequenta il Kenya e vuole continuare a viverlo per più di tre mesi consecutivi all'anno, dovrà fare i conti anche con questa novità. La speranza è che, come avvenuto per altre leggi controverse che in passato sono "passate" un po' troppo in fretta, senza le dovute precedenti verifiche, il Governo possa tornare sui suoi passi e concedere a chi ama questo Paese la possibilità di non viverlo esclusivamente da "business man" ma anche da semplice viaggiatore.(18/12/2013) 

Flavio porta "The Apprentice" a Malindi

Il "nostro" Flavio ce l'ha fatta. Ha portato Sky a Malindi per la presentazione ufficiale della seconda edizione del reality "The apprentice" che andrà in onda da gennaio 2014 sulla rete che già lo aveva trasmesso l'anno scorso. Ma a Malindi c'è anche ormai in pianta stabile Francesco Menegazzo, il manager trevigiano che ha trionfato nella prima edizione e che Briatore ha assunto per un anno nel suo entourage, con uno stipendio a cinque zeri. Menegazzo, che è venuto a trovare noi di Malindikenya.net al Jahazi Bar & Restaurant, ha confermato che il nuovo lavoro al Billionaire è molto stimolante: "Ho fatto da tramite tra gli architetti italiani e la ditta di costruzioni locale per la finitura delle suite già vendute e ora mi sto occupando anche della rete di vendita delle altre". Lo stesso Briatore ha confermato che il ragazzo si sta comportando alla grande e che potrebbe essere riconfermato. L'anteprima della seguitissima trasmissione sarà una bella vetrina anche per Malindi, oltre che per il nuovissimo Billionaire che aprirà a giorni.(18/12/2013) 

Beach soccer: Maweni vince il campionato di Malindi

Se c'è uno sport che attira centinaia di fans a Malindi, è il beach soccer a 11. I due campi del lungomare, nel quartiere arabo di Shela, sono sempre pieni di spettatori e hanno sempre partite da proporre. Sabato pomeriggio erano almeno in duemila a seguire la finale del campionato di Malindi, giocata tra le Young Stars di Shela e il Kiganjo Maweni, qualificatosi a sorpresa dopo aver battuto la favorita Majengo United. Entusiasmo alle stelle fin dal primo pomeriggio, nel torneo sponsorizzato dalla Tima, marca di farina molto popolare in Kenya. Non sono mancati momenti di tensioni, con i supporter più "caldi" delle due tifoserie venuti alle mani, quando si è trattato di decidere la finale e quindi l'intero torneo ai calci di rigore. Ma alla fine la squadra del quartiere popolare di Maweni si è portata a casa la coppa, sollevata da Komba, uno dei ragazzi cresciuti nella Malindi United, la squadra sostenuta negli anni passati da Malindikenya.net con il coach italiano Riccardo Botta. Rimane sempre un peccato che uno sport come il calcio (anche se il beach soccer è un po' diverso) così seguito dai giovani non possa vantare una squadra "vera" nella serie maggiore.(17/12/2013)

Freddie e Sbringo fanno il pienone a Malindi per il primo giovedì del Jahazi

Si è ricomposta la mitica coppia Freddie e Sbringo ed è subito pienone per i giovedì del Jahazi tra musica e ironia. Lo scrittore e performer è ormai fisso al Bar & Restaurant sul lungomare del porto, mentre il Maestro Sbringo è da poco tornato dall'Italia ed è pronto ad allietare le serate con la raffinatezza dei suoi arrangiamenti su standard jazz e pop-rock. I due hanno alternato canzoni e poesie su Malindi e gli italiani a gag estemporanee e assaggi del nuovo libro di poesie di Freddie "Mi faccio luce con la paraffina". Repliche ogni giovedì sera, dall'ora dell'aperitivo (18) in poi, con possibilità di cenare a prezzo speciale.(16/12/2013)

Il Kenya Under 20 di Filippini in finale

A due passi dal sogno. La nazionale di calcio del Kenya Under 20, guidata dall'ex calciatore italiano di Bologna, Lazio e Brescia Emanuele Filippini ha raggiunto la finale dei Campionati Africani di categoria, battendo la quotatissima Angola con il punteggio di due reti a zero, in Lesotho. "E' un'esperienza incredibile - ha spiegato Filippini - i ragazzi sono più avanti tatticamente di quanto mi aspettassi, anch se non ancora ai nostri livelli, ma ti seguono con attenzione. Ora siamo vicini a un grandissimo risultato". Filippini lascia aperto uno spiraglio sul suo futuro in Kenya con le nazionali. "Ho un contratto da rispettare a Salò, ma discuterò anche con la Federazione keniota del mio futuro. Io amo allenare, vedremo". Intanto il primo titolo è insperatamente a portata di mano...(15/12/2013) 

Serate a tema e musicali a Malindi, dal Jahazi al Coral Key

Ogni serata è una novità a Malindi. Giovedì scorso tutto esaurito o quasi al Jahazi Bar & restaurant per il primo degli spettacoli di Freddie e Sbringo, con le anticipazioni in musica e poesia del nuovo libro "Mi faccio luce con la paraffina". Ieri sera è stata la volta del beach party del White Elephant che con la nuova gestione propone un'atmosfera piacevole aiutata da una delle location più suggestive di Malindi. Questa sera invece è la volta del Bogart, il ristorante sulla terrazza del Coral Key che apre la stagione delle sue serate "a tema" (martedì e sabato) con una cena tex-mex e musica dal vivo. Serata enogastronomica anche al Casinò, che festeggia il ritorno temporaneo del grande Chef Michele Amadei che ha fatto la fortuna del ristorante La Griglia negli anni passati. Una serata di assaggi di vini e portate abbinati alle etichette, questo propone il Casino Malindi. Domani sera da segnalare anche l'inaugurazione del nuovo Tangeri, con tanti cambiamenti e un'atmosfera inedita e intrigante. Le possibilità non mancano, la prossima settimana si riprende con l'appuntamento dell'altro beach party del momento con Dj Dulla, al White Moon sulla spiaggia del Lawford's.(14/12/2013) 

Cinquant'anni di Indipendenza del Kenya: feste anche a Malindi

Due giorni di celebrazioni in tutto il Paese, che poi diventano 4, con la concomitanza del sabato e della domenica. Un weekend lungo e si spera pacifico (oggi hanno dimostrato gli studenti a Nairobi, domani sarà la volta dei poveri degli slum, in un momento critico per tutto il mondo, dall'Ucraina ai forconi...) per festeggiare un giorno dell'indipendenza molto speciale. La Repubblica (Jamhuri) del Kenya compie cinquant'anni. Il 12 dicembre 1963 fu infatti promulgata la prima costituzione della nazione che si svincolava dal Regno Britannico, in seguito alla rivolta dei Mau Mau e all'elezione di Jomo Kenyatta (il padre dell'attuale presidente Uhuru) come primo leader del Paese. Oggi anche sulla costa saranno molti gli appuntamenti ufficiali e le feste allestite in vari punti di Mombasa, Kilifi e Malindi. La cittadina turistica della Costa Nord già questa mattina appare imbandierata e e piena di festoni e palloncini colorati ovunque.(14/12/2013) 

Serate a tema, musica live e altre sorprese a Malindi

Non solo discoteche e live music, come già proposto ieri sul portale. Da questa settimana le proposte per turisti e residenti di Malindi riguardano anche la gastronomia. Quest'anno si punta molto sulle cene a tema: ieri sera al White Elephant è andata in scena una degustazione di cibi cucinati alla toscana, in onore al Maestro Armando Tanzini che era presente alla cena, con contorno di musica dal vivo con la cantante keniota Olivia. Primo appuntamento con la musica di Sbringo e l'ironia e le poesie estemporanee di Freddie al Jahazi Bar & Restaurant questa sera (ed ogni successivo giovedì) dalle 18 in poi. Doppio menù speciale swahili e italiano a scelta a Kshs. 1000 e 1200 a testa (si consiglia di prenotare). Infine sabato sera si inaugurano le serate del Bogart, sulla terrazza del Coral Key, con una cena Tex-Mex, musica dal vivo ed altre sorprese. Il ristorante pizzeria del Coral Key ospiterà altre serate a tema, ogni martedì e sabato.(13/12/2013) 

Kenya Under 20 di Filippini in semifinale

L'obbiettivo principale è stato raggiunto: la nazionale keniota Under 20 guidata dall'italiano Emanuele Filippini, ex calciatore di Brescia, Lazio e Bologna, è approdata alle semifinali della Coppa D'Africa che si tiene in questi giorni in Lesotho. Un grande risultato, che potrebbe bissare quello ottenuto dalla Under 18 di qualche anno fa, di cui facevano parte alcuni elementi dell'attuale nazionale giovanile, che era allenata da un altro coach italiano, Riccardo Botta. Le "harambee stars" di Filippini (che guida la squadra con il keniota John Kamau) hanno regolato Mauritius con il punteggio di 4-0, poi si sono confrontate con i padroni di casa del Lesotho (che due anni fa li aveva eliminati proprio dalla Coppa D'Africa nel turno preliminare), portando a casa un ottimo pareggio 1-1. Ieri infine la vittoria contro le isole Comore (3-1) ha permesso alla Under 20 di approdare alle semifinali dove oggi incontra l'Angola, con la speranza di approdare alla finale.(13/12/2013)

A Malindi una "banca del sangue"

E' stata inaugurata all'Ospedale Distrettuale di Malindi la prima "Banca del Sangue" della Costa Nord keniota. Alla presenza delle autorità sanitarie regionali, l'iniziativa patrocinata dalla Croce Rossa Keniota, permetterà sicuramente ai cittadini di Malindi e provincia di poter ottenere più velocemente trasfusioni di sangue e usufruire di plasma proveniente dalle donazioni di chi sarà in grado di farlo. La responsabile nazionale delle donazioni di sangue, Margaret Oduor, presenziando a Malindi ha salutato l'evento come un grande passo avanti nella sanità costiera. "Fino ad ora il sangue proveniva da Mombasa se non addirittura da Nairobi, ora i parenti dei pazienti avranno la possibilità di donare una sola volta e ci sarà la possibilità di conservare il sangue".(12/12/13) 

Tante novità per divertirsi a Malindi e Watamu

Quante novità a dicembre in vista dell'alta stagione malindina! Serate tutte da vivere per una località che riprende a vestirsi di colori e musica per l'arrivo dei turisti. Senza dimenticare la sua realtà africana, l'impegno sociale di tanti residenti e i problemi che non si possono certo nascondere (pulizia e elettricità in primis), la costa nord keniota si prepara a stupire. Ieri sera per il secondo lunedì di seguito c'è stato il beach party dell'intramontabile Dj Dulla che si è spostato al White Moon (ex Lost) sulla spiaggia del Lawford's. La disco del White Elephant invece si terrà il venerdì. Mercoledì sera invece, come l'anno scorso, l'appuntamento è per l'esclusivo Beach Party di Watamu al Paparemo Beach. Novità anche al Jahazi, il locale che ospita anche Malindikenya.net: il giovedì sera dall'aperitivo in poi c'è la raffinata e piacevole musica dal vivo del maestro Marco "Sbringo" Bigi, con sorprese in agguato. Si comincia questo giovedì con gli interventi di Freddie. Insieme la coppia Freddie Sbringo l'anno scorso ha dato vita all'ironico e sognante viaggio tra musica e parole "Safari Bar", tratto dall'omonimo libro.(11/12/2013) 

Da Malindi a New York: l'Africa di Matilde Calamai in mostra nella Grande Mela 

L'Africa di Matilde Calamai approda a New York. L'artista toscana, che ha vissuto a Malindi e dal Kenya ha tratto la maggiore ispirazione per i suoi quadri, espone dal 17 dicembre all'Agora Gallery di Chelsea a New York, Durante l'inaugurazione della mostra  la Calamai, che è anche apprezzata scrittrice, presenterà la sua ultima fatica letteraria "Paola Beyond Words", libro pubblicato anche in America in lingua inglese.(10/12/2013)

Un Pesce Luna spiaggiato al Parco Marino di Malindi

Il cambio climatico globale si vede anche da queste strane "visite", purtroppo anche tragiche. Un enorme esemplare di pesce luna (Mola Mola in latino, curiosamente Sun Fish ovvero "pesce sole" in inglese) si è arenato sulla spiaggia del Parco Marino di Malindi. Il capo delle Guardie Marine Felix Mwagangi ha raccontato all'inviato di Malindikenya.net che l'esemplare è stato avvistato intorno alle 6.30 di mattina di ieri e che probabilmente, provato per il lungo tragitto dall'Oceano Atlantico, mare da cui dovrebbe provenire, è stato sbattuto contro la barriera corallina e ha riportato ferite che lo hanno indebolito, portandolo alla deriva dove in pochi minuti è spirato. "Il Pesce Luna è un pesce abituato ai mari freddi che non appartengono al clima dell'Oceano Indiano - ci dice il diver italiano Angelo De Faveri, della Blu Fin Diving di Malindi - ma evidentemente non ha avvertito questa differenza, avventurandosi fino alle coste keniote. E' sicuramente più facile incontrarlo nei mari europei che in quelli africani". Segno dei tempi. Da che si ricordi, l'unico esemplare di pesce luna avvistato al largo del Kenya si trova all'Hemingway Resort di Watamu, imbalsamato.(09/12/2013) 

Al Jahazi il primo ananas della farm Karibuni

"Beginning of a great adventure" cantava il compianto poeta del rock Lou Reed. E questo potrebbe essere l'inizio di una grande avventura. Il primo ananas firmato Karibuni Farm di Langobaya è arrivato a destinazione, ovvero al Jahazi Bar & Restaurant di Malindikenya.net, dove i clienti potranno gustare una delle dolci e sane meraviglie di questa terra meravigliosa e controversa. L'ananas è una delle risorse principali della costa del Kenya, tanto è vero che anche la multinazionale Del Monte ha acquistato piantagioni nel distretto di Magarini. La farm di Karibuni Onlus a Langobaya però non è un business, ma un modello di autosostentamento. Attraverso l'opera dei volontari, si sta cercando di istruire una comunità intera e dare loro gli strumenti per creare una filiera in grado di produrre e autosostenersi con la vendita, mentre la distribuzione verrà curata dalla onlus comasca, sempre molto attiva per progetti che non si fermino alla pura solidarietà, ma insegnino a crescere nel segno della sostenibilità.(08/12/2013)

Da Malindi alle alpi Orobiche: Dottor Buni in vetta!
Sicuramente è il primo malindino sulle alture delle alpi Orobiche. Il dottor Morris Buni, direttore dell'Ospedale Distrettuale di Malindi, attualmente in Italia per il programma di interscambio di medici tra la struttura malindina e il Policlinico San Matteo di Pavia, ha approfittato di un giorno di vacanza per scalare una montagna lombarda innevata. "Una volta nella vita si può fare" è stato il commento.(07/12/2013)

Una capra testimone in tribunale a Malindi

Si direbbe "succede solo a Malindi", ma chi frequenta l'Africa è abituato a non stupirsi più di niente, dalla meraviglia al disdicevole. Ma sinceramente una capra tra i banchi dell'accusa di un processo per stupro, non l'avevamo mai vista né sentita. E' accaduto lunedì alla Corte di Malindi (il tribunale locale) dove durante un processo per stupro, con l'aggressore cokto in flagrante, è apparsa la vittima della violenza carnale. Una capretta, appunto. L'animale non si è limitato a sfilare in corte, ma ha anche belato contro il colpevole!
Il giudice, davanti all'evidenza del caso (il medico veterinario ha constatato tracce di sangue e del seme dell'uomo all'interno della vulva della capra) ha condannato  Katana Kitsao Gona, a 10 anni di pena da scontare in prigione. 
A favorire la condanna del kenyano è stato l'ispettore Kema, il quale, chiamato da testimoni oculari, ha colto l'uomo in flagranza di reato.(06/12/2013)

A Watamu i beach operators si autoregolamentano

(dal nostro inviato Cee Bee) Gli albergatori da tempo denunciano il grande problema di Watamu, e finalmente anche i Beach Operators (ovvero i Beach Boys) hanno capito che la loro "anarchia" va a scapito del turismo e quindi del loro stesso guadagno. Così il rappresentante di oltre 800 ragazzi e ragazze locali, Justin Kitsao, di concerto con alcuni hotelier e con il capo della polizia turistica di Watamu, ha deciso che alle porte della stagione in corso, ci sarà un processo di autoregolamentazione. "Chi vuole lavorare sulla spiaggia di Watamu - spiega Kitsao al nostro portale - dovrà essere munito di targhetta con il nome, così in caso di insistenza o abusi verbali, i turisti potranno segnalarlo e sarà sanzionato o espulso dalla spiaggia". Kitsao e i beach operators che rappresenta si rendono conto della situazione. "Molti turisti preferiscono non tornare a Watamu e scelgono altre mete per via dei troppi beach boys che li importunano - spiega - questo fenomeno penalizza tutti quanti. E' ora di cambiare registro". Speriamo proprio che tutti quest'anno si possa remare nella stessa situazione. Nella giornata di ieri già 5 ragazzi sulla spiaggia della Garoda sono stati ripresi e fermati per "comportamento non idoneo".(05/12/2013)

Partiti i lavori della ferrovia Mombasa-Kigali

Sono partiti ufficialmente i lavori per la costruzione della nuova ferrovia che collegherà Mombasa alla capitale del Ruanda, Kigali, passando per Kampala e Juba. I lavori sono stati inaugurati alla presenza di quattro capi di stato: Kenyatta per il Kenya, Museveni per l’Uganda, Kagame per il Rwana e Kiiri per il Sud Sudan. Il progetto, la cui costruzione è stata affidata a una società cinese che di fatto era l'unica in gara per l'appalto, sarà suddiviso in tre fasi principali: Mombasa – Nairobi, Nairobi – Malaba (cittadina al confine con l'Uganda) poi Malaba – Kampala. Le linee secondarie che collegheranno Kampala alla capitale del Sud Sudan Juba e a quella del Ruanda Kigali seguiranno dopo il 2016, la data dell previsto arrivo della linea a Kampala. Una curiosità: la ditta italiana di consulenza ferroviaria Italfer, era pronta a firmare un accordo con il Kenya per l’appalto del disegno del progetto, ma il ministro dei trasporti keniano Cyrus Njiru, poneva fine ai negoziati, senza fornire spiegazione alcuna. (con la collaborazione di Geoferro 04/12/2013)

Migrazione e siccità: gli animali tornano in anticipo in Kenya dal Serengeti 

Zebre e gnu tornano in fretta nel Maasai Mara dal parco tanzaniano del Serengeti. 
Il fenomeno insolito è stato provocato dalla siccità che sta duramente colpendo diverse aree dell’altopiano del Serengeti. Mentre invece dalla parte keniota del Mara le piogge sono cadute abbondanti fino a qualche giorno fa.
Il coordinatore dell’ecosistema Mara-Serengeti, Nicholas Murero, ha specificato che la mancanza di erba da mangiare ha costretto gli animali selvatici a tornare nell’ecosistema del Mara, che beneficia di una vegetazione sufficientemente florida. Secondo Murero, keniota di Narok, questa migrazione all’incontrario potrebbe rivelarsi un vantaggio economico per il Kenya, perché il turismo si sposterà verso il Paese. Il Kenya punta molto al turismo legato ai grandi mammiferi, resta da capire se potranno esserci implicazioni negative di questo ritorno anticipato.(03/12/2013)

I negozi di tessuti e abiti di Malindi

I colori ti travolgono, stoffe e tessuti che parlano di esotismo, di solarità, di spezie e profumi che hanno conquistato l'Africa arrivando da oriente. Queste sono le suggestioni che ogni anno i turisti che approdano a Malindi e Watamu incontrano nei negozi locali di tessuti, abiti e creazioni locali. Come ogni stagione, le attività si stanno preparando e anche quest'anno saranno i kikoy, parei colorati buoni per ogni occasione, a farla da padrone, con tante altre novità. "Pantakikoy per le donne - spiega la commessa di uno dei più frequentati empori del centro - foulard e anche creazioni per i più piccoli, come completini da spiaggia e per il tempo libero". Una nota sui prezzi: data la crisi non ci saranno aumenti dalla passata stagione. "Ed è uno sforzo - spiega il titolare di una boutique - perché invece il costo della vita è aumentato!"(02/12/2013)

TAGS: