Editoriali

EDITORIALE

Almeno 5 motivi per partecipare oggi all'evento italiano

Vi aspettiamo alle 18 al Kilili Baharini, ingresso libero e rinfresco offerto

21-04-2019 di Freddie del Curatolo

Questo pomeriggio, lunedì di Pasquetta, ancora una volta l’Ambasciata d’Italia a Nairobi ed il suo Istituto Italiano di Cultura scommettono su Malindi per cercare di unire gli italiani che vivono da quelle parti, così come nella vicina Watamu e a Mambrui.
Non sono pochi, lo sappiamo, sebbene la maggior parte ha già chiuso per ferie (e forse ha fatto male, visto il tempo ancora bello e l’afflusso di turisti a Pasqua) ed è tornata in Italia o comunque è in vacanza altrove. In ogni caso ci sono ancora residenti e semi-residenti in zona, nell’ordine di qualche centinaio.
Noi di malindikenya.net, che da sempre aderiamo alle iniziative delle nostre istituzioni in loco e ci prodighiamo per organizzarle e promuoverle al meglio per il bene di Malindi e per la coesione della nostra comunità, vorremmo che la parte “ buona degli italiani della Contea di Kilifi si facesse vedere, domani al Kilili Baharini.
Ve lo chiediamo, al di là del fatto che vi viene offerto un evento a titolo gratuito con aperitivo e stuzzichini inclusi (ma quando mai in Italia avvengono cose del genere?), per diversi motivi.
1. Siamo la comunità straniera più numerosa da queste parti ed una di quelle meno unite, e di conseguenza abbiamo meno voce in capitolo. Iniziare a partecipare e a far vedere quanti siamo, in questo momento in cui Malindi torna ad essere una municipalità, è quantomai importante.
2. Conoscersi, stringersi una mano, far vedere al nostro Console Onorario e all’Ambasciata che c’è una Malindi (e una Watamu) che è vicina alle nostre istituzioni e che apprezza quando le istituzioni stesse sono prodighe nei nostri confronti. Spesso qui sembra sempre che sentiamo il bisogno di ribadire la nostra italianità solo quando c’è qualche seccatura, quando ci sentiamo “abbandonati”. In poche parole, quando abbiamo noi dei problemi. Un po’ troppo di comodo, non vi pare?
3. Ci sarà sicuramente gente che non parteciperà a questo evento, così come non ha mai preso parte a meeting istituzionali: non ha mai salutato un nuovo Ambasciatore, non ha partecipato ad iniziative sponsorizzate dal nostro Governo, non ha mai chiesto informazioni sui nostri eventi né ha mai chiesto di poter dare una mano o semplicemente esserci.  Alcune di queste persone le conosciamo, vivono come fantasmi e vorrebbero che lo Stato italiano se li dimenticasse...salvo anche loro ricordarsi di essere “dei nostri” quando sono nella bratta. Non sarebbe il caso di distinguersi da loro? Di venire e dimostrare che non state dalla parte degli “scappati di casa”?
4. Quest’anno l’Ambasciata d’Italia ha già promosso, con la nostra collaborazione in loco, un fantastico evento a novembre, con due musicisti classici di livello internazionale che hanno suonato Vivaldi in un’atmosfera evocativa. Anche in quell’occasione l’evento era gratuito e c’era un rinfresco offerto dall’Ambasciata. I britannici e i keniani che hanno partecipato ci ringraziano ancora adesso, e gli italiani che erano presenti hanno capito la levatura dello spettacolo. Per continuare ad avere eventi di questo genere, chiaramente occorre far vedere che c’è un richiamo, un buon bacino d’utenza.
5. Promuovere l’arte, la musica, l’istruzione (che è quello per cui l’Istituto Italiano di Cultura di Nairobi è stato creato e lavora) è la maniera più pulita per far capire ai keniani che gli italiani sono per la crescita della popolazione locale e che attraverso la cultura si può progredire insieme rendendo questo Paese pacifico, meno disagiato e più attraente per chi lo visita. Dando anche una visione di futuro a tanti giovani che altrimenti possono incappare nelle tentazioni della strada e dell’inciviltà di chi lucra in maniera illegale sulla loro disperazione.
Per questo e per tanti altri motivi che non vi stiamo ad elencare, compreso il piacere di vedervi di persona uno ad uno, liberandosi dalla virtualità dei social in un luogo in cui la realtà, tutto sommato, è sempre meglio della finzione, vi aspettiamo domani alle 18 al Kilili Baharini Resort & SPA di Casuarina a Malindi, per l’evento “Italy-Kenya”, con il concerto di Paolo Palmitessa e gli allievi della PGA Academy, le canzoni italiane in swing di Marco Sbringo Bigi, la poesia Mijikenda tradotta in italiano, la mostra di opere dell'artista concettuale Paolo Crescenti e un finale a sorpresa, prima del rinfresco.
 

TAGS: eventi malindiambasciata malindiistituto italiano cultura nairobikilili baharini

In occasione dell'evento culturale organizzato al Kilili Baharini Resort & Spa per le 18, l'elegante hotel di ...

LEGGI L'ARTICOLO

L'Istituto Italiano di Cultura di Nairobi ha organizzato per lunedì 22 alle ore 18 a Malindi un evento di arte, musica e...

LEGGI L'ARTICOLO

L’Ambasciatore d’Italia in Kenya, Alberto Pieri, sarà a Malindi sabato 24 agosto per incontrare i...

LEGGI L'ARTICOLO

L'Ambasciata d'Italia in Kenya cambia sede e lascia il centro di Nairobi. Gli uffici e gli sportelli al pubblico hanno abbandonato gli storici locali di Mama Ngina Street, nel cuore della city, per trasferirsi nella più funzionale struttura del quartiere...

ALL'INTERNO L'INDIRIZZO COMPLETO

Ecco un estratto video della fantastica serata musicale a Malindi, Shala Heart, di mercoledì 14 novembre con il violinista Francesco D'Orazio accompagnato al piano dal Maestro Michele Visaggi.
Evento promosso dall'Ambasciata d'Italia in Kenya con l'Istituto Italiano di Cultura di...

GUARDA IL VIDEO

Una settimana per celebrare la gastronomia e la cultura italiana a Nairobi, con musica, mostre fotografiche, danza, teatro ed altri eventi.LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Fantastica la risposta di residenti e turisti per il concerto-evento promosso dall'Ambasciata d'Italia in Kenya e dall'Istituto Italiano di Cultura di Nairobi e organizzato da Malindikenya.net con l'aiuto di imprenditori e privati di Malindi.
Per ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un documentario sugli italiani in Kenya. E' l'idea, appoggiata dall'Istituto Italiano di Cultura di Nairobi, del regista italiano Giampaolo Montesanto.
Montesanto ha da poco ultimato e messo in circolazione un lungometraggio simile, sui nostri connazionali in Eritrea ed è pronto...

LEGGI TUTTO

Dopo il grande successo dello scorso agosto nell'ambito dell'evento "Malindi Music Talent Festival" organizzato dal Luxury Club Maxlife, il Kilili Baharini Resort...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Si è chiusa con un'elegante sfilata di moda a bordo piscina in riva all'oceano indiano, nella fantastica cornice del Kilili Baharini Resort & SPA di Casuarina, la prima mini-edizione del Malindi Talent Music Festival.
La kermesse organizzata da Malindikenya.net e sponsorizzata...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Il Kilili Baharini Resort & SPA si mette in vetrina e promuove Malindi nella capitale Nairobi.
Successo di ...

LEGGI L'ARTICOLO

La serata conclusiva del Malindi Talent Music Festival è affidata allo splendido scenario del Kilili Baharini Resort & SPA di Casuarina.
A partire dalle 18 ci sarà una sfilata di moda con le creazioni della boutique malindina...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Malindi si sta evolvendo sempre più in una cittadina che, oltre alle conosciute attrazioni di mare, natura e divertimento, offre possibilità di turismo d'affari e di incontri nell'ambito del business.
Ma sono ancora poche le strutture che possono offrire ospitalità...

LEGGI TUTTO

Malindi cerca la sua identità di destinazione d'interesse non solo turistico, ma anche di richiamo internazionale per associazioni, organizzazioni, ricercatori, aziende che investono in settori paralleli e che comunque...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un omaggio di bellezza alle donne da parte del Kilili Baharini Resort & SPA di Malindi.
In ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kilili Baharini Resort & SPA raddoppia l'omaggio di bellezza alle donne.
In ...

LEGGI L'ARTICOLO