Editoriali

EDITORIALE

Farnesina sul Kenya come Ponzio Pilato

Perché non si fa differenza dalla costa ai luoghi degli attentati?

08-11-2014 di Freddie del Curatolo

Il Ministero degli Esteri Italiano non smette di inviare comunicati sul Kenya, senza curarsi dell'effetto nefasto che possono avere sul turismo, quest'anno già minato abbastanza da notizie gonfiate.
Cos'è cambiato negli ultimi cinque mesi, viene da chiedersi.
Da quando cioè c'è stato l'ultimo attentato, a 300 km da Malindi in un villaggio assolutamente non frequentato da turisti e soprattutto non per motivi legato all'islamismo estremo, ma per dispute politiche sulla costruzione del porto di Lamu e relativi interessi a livello di terreni.
Non si è più sentito di nessun problema in tutta la costa del Kenya.
Certo, l'attenzione regna sovrana come in qualsiasi nazione che ospiti possibili islamici radicali, ma da qui ad emettere un nuovo comunicato in cui si sconsiglia di frequentare luoghi di aggregazione ed anche gli aeroporti...davvero sembra eccessivo se non addirittura tendenzioso.
Volete sapere cosa scriveva la Farnesina di Marsiglia fino a ieri?
Città tranquillissima, ovviamente. Peccato che si spari in giro per i quartieri con i kalashnikov, neanche fossimo in un giallo del grande Jean Claude Izzo.
Per non parlare di Parigi, di Bruxelles e della tranquillissima Australia, dove ultimamente non sono più sicuri neanche i bar.
Ma il kenya sembra fare più notizia e sapete perché? Troppi interessi economici in questo paese con il PIL in crescita vertiginosa, e troppe aziende italiane che vorrebbero esportare il loro lavoro e i loro capitali a Nairobi e dintorni.
Meglio forse cercare di dissuaderli.
A chi ci diceva anni fa che era fantapolitica, oggi chiediamo, ne siete ancora convinti?

TAGS: Attentato LamuFarnesina KenyaMalindi terrorismo

I Ministeri degli Esteri dei Paesi i cui cittadini frequentano assiduamente il Kenya non hanno emesso alcun comunicato particolare in vista delle elezioni nazionali di agosto, segno che la situazione attuale non desta particolari timori.

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Non abbiamo fatto a tempo, qualche giorno fa, a parlare di notizie finalmente obbiettive, positive e vere (non per forza trionfalistiche, per carità) sui giornali e riviste italiane, che arriva la stoccata dei soliti sensazionalisti di serie B. 
Stavolta è...

LEGGI TUTTO L'EDITORIALE

Il Kenya si prepara ad essere una delle mete più ambite tra le destinazioni a lungo raggio per la prossima stagione invernale, che all'Equatore coincide con l'estate.
La ritrovata...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Se è vero che la paura fa 90, ormai siamo a 91 e stiamo rasentando il cento per cento del ridicolo.
Gli avvisi dei Ministeri degli Esteri europei che continuano a sconsigliare il Kenya e si ritrovano con i guai...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Torna a denigrare il Kenya la rivista Panorama, una delle pubblicazioni da sempre più ostili con il Paese africano, anche per l'appartenenza all'orbita Mediaset (come peraltro TgCom e Tg5, testate che rappresentano chi ha interessi in altre mete turistiche a...

LEGGI TUTTO

La costa del Kenya è ritenuta più sicura di alcuni mesi fa. L'Intelligence Britannica, una delle istituzioni investigative ritenute tra le più attendibili a livello mondiale, ha consigliato il Governo del suo Paese di ritirare il "Travel Advisory" che sconsigliava...

LEGGI TUTTO

Il progetto è stato annunciato ieri dal Ministro dei Trasporti del Kenya James Macharia, che dopo aver firmato l'accordo con i colleghi di Sud Sudan ed Etiopia, ha appaltato a due...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L'arcipelago di Lamu cerca di tornare all'antico, quando in tutte le isole e nella città vecchia principale non si sentiva il rombo di alcun motore.
Durante le ultime elezioni qualcosa era cambiato: per permettere ai rappresentanti locali che si candidavano...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Si aggravano le condizioni della scrittrice e conservazionista italiana ma cittadina keniana Kuki Gallmann. 
Dieci giorni dopo l'attentato subito all'interno del suo ranch di Laikipia, nella Rift Valley del Kenya, la settantatreenne ambientalista autrice del best seller "Sognavo l'Africa" è...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La Contea di Kilifi e la Regione Lombardia hanno raggiunto un accordo di massima per lo sviluppo del Turismo a Malindi e Watamu.
Lo ha annunciato il Governatore della Contea Amason Kingi a margine di una riunione del Consiglio della...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E arrivò la prima telefonata del Presidente americano Donald Trump al collega keniano Uhuru Kenyatta.
A un mese e mezzo dall'insediamento alla Casa Bianca e nel pieno di meeting e attuazione del suo piano di Governo, il leader degli USA ha...

LEGGI TUTTO

Gurba pulisce con flemmatica fretta africana la sua “speed boat”. 
Liquidi marroncini, antenne di crostaceo spezzate, mosche annegate compongono un guazzetto da spazzare via con altra acqua di mare.
Una spolverata di detersivo per cancellare l’odore e barca come nuova...

LEGGI TUTTO E GUARDA LA FOTOGALLERY

Da tempo a Malindi e Watamu, oltre che sulla strada che collega Mombasa a Lamu, si possono notare insegne, cartelli e indicazioni di edifici pubblici o privati, segnate...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La giustificazione in questi casi di solito è la seguente: "il vecchio albero era malato e soffriva da tempo, ed è stato necessario abbatterlo".
Questa volta però si è arrivati troppo tardi, dato che la storica pianta in Lamu Road...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Nonostante la crisi politica e l'attesa delle elezioni.bis, il Governo non si ferma e prosegue i suoi progetti di riqualificazione delle strade della costa.
Il Viceministro dei Trasporti e delle Infrastrutture John Mosonik ha presenziato lunedì scorso ai

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una tavola rotonda di artisti ed esperti a Nairobi, grazie all'Italia, per la Giornata dell'Arte Contemporanea.
In occasione del Contemporary Art Day 2018, mercoledi 7 novembre, l'Ambasciata d'Italia a Nairobi ha organizzato presso il dipartimento di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO