Editoriali

EDITORIALE

Italiani in fuga da Malindi per il terrorismo?

No, neuroni in fuga dai cervelli dei giornalisti!

01-05-2016 di Freddie del Curatolo

Non abbiamo fatto a tempo, qualche giorno fa, a parlare di notizie finalmente obbiettive, positive e vere (non per forza trionfalistiche, per carità) sui giornali e riviste italiane, che arriva la stoccata dei soliti sensazionalisti di serie B. 
Stavolta è Repubblica a sfoderare addirittura un inviato, Pietro Del Re, che recandosi a Malindi a metà aprile, scopre che non ci sono italiani, le spiagge sono deserte e ne deduce che sia colpa del terrorismo.
L'articolo in sé non sarebbe nemmeno terribile, ma il titolista rivela una linea "politica" rivolta a cercare per forza il "male".
Se colpa c'è, intanto sappiamo benissimo che si tratta di un fenomeno mondiale. Secondo, la crisi economica italiana ma soprattutto si può fare una considerazione del genere durante la stagione delle piogge? L'articolista lo fa anche trapelare, ma come sempre la redazione, sempre più in preda alla sindrome della notizia a tutti i costi, confeziona questo titolaccio: "Resort e spiagge vuote, il tramonto di Malindi paradiso degli italiani: tutti in fuga dalla Jihad". Fantastico! A quando un articolo sulla fuga dei neuroni dalle teste dei giornalisti di certe testate? Come si può parlare di un calo del 50% e imputarlo ad attentati lontanissimi dalle mete vacanziere di cui il più recente è datato un anno fa? Come se andassimo a vedere il calo di turisti italiani in Costa Azzurra e lo imputassimo all'attentato di Parigi...
In realtà la colpa maggiore (ed è un peccato che tutti gli intervistati non ne abbiano accennato) è proprio quella dei giornali che continuano a inventarsi o a gonfiare notizie. Cercando di vanificare gli sforzi di chi come noi ogni giorno è coinvolto nella promozione del Kenya e di chi in Kenya continua ad investire, in buona fede. 
La speranza è che sempre meno gente sia portata a credere in questo genere di giornalismo e che la parola "paradiso" resti comunque ben impressa in chi invece sa che ormai in tutto il mondo c'è pericolo. E che se l'alternativa è non viaggiare, non emozionarsi, non godere delle meraviglie del Kenya, è una vita quasi triste come quella di un titolista di Repubblica.

TAGS: Pietro del ReMalindi terrorismoFreddie del Curatolo

Produzione musicale in Italia per il direttore di Malindikenya.net Freddie del Curatolo. 
Nelle sue vesti di cantautore, Freddie è in questi giorni in Liguria per registrare il suo secondo album a distanza di undici anni, per raccontare il suo "Esilio...

LEGGI TUTTO

Un altro teatro gremito  in Lombardia per il concerto-spettacolo italo keniota di Freddie del Curatolo con la sua band.
Un'altro gran bel colpo per la solidarietà degli italiani in Kenya e per la promozione turistica. Sono stati raccolti, tramite gli ingressi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Domenica mattina appare su malindikenya.net un articolo che ne annuncia la chiusura: "niente è per sempre", con la foto del direttore Freddie del Curatolo che saluta tutti. L'articolo viene rimosso alle 9 ma già decine di lettori inviano mail e...

Un altro appuntamento per l'Esilio Volontario di Freddie del Curatolo. Sabato sera sarà la volta di Marina di Carrara, dove risiede una vera "malata d'Africa", Tiziana Nicodemi titolare del Bagno Principe e del Ristorante Calasole, che già l'anno precedente aveva...

LEGGI TUTTO

Dopo la fantastica serata di promozione per il Kenya a Riccione, Freddie del Curatolo si prepara a tornare a casa sua a Malindi. 
Ma prima di partire, questa settimana in Italia si potrà assistere alle sue ultime tre serate pubbliche....

Metti una sera in Toscana tra un grande musicista figlio d'arte e un raccontatore figlio (adottivo) del Kenya ed esce fuori qualcosa di unico e sottolineato da continui applausi del pubblico presente.
Venerdì sera è andata in scena una serata...

LEGGI TUTTO

Il Kenya a teatro. Malindi, Watamu, la savana, i masai, gli italiani, il popolo keniota. "Freddie del Curatolo vi racconta il Kenya" ha esordito sabato sera al Teatro Nuovo Ariberto di Milano con un grande successo. Accompagnato da Marco "Sbringo"...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La tournée di Freddie del Curatolo nelle sue molteplici versioni sta per volgere al termine.
Per chi ancora non lo avesse visto all'opera nelle sue "serate Kenya" o nella presentazione della sua ultima fatica musicale (con tanti riferimenti africani) "Esilio...

LEGGI TUTTO

Quest'anno Freddie del Curatolo ha scelto i bambini come pubblico per raccontare le sue storie di Kenya, tra natura, solidarietà e momenti divertenti.
Sono le scuole elementari, particolarmente le quarte e le quinte, ad ascoltare i racconti che partono dai...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Non potevano essere indirizzati meglio, i 5000 euro di incasso della serata di Freddie del Curatolo lo scorso maggio a Treviglio, grazie all'organizzazione di Maxlife e dei commercianti della cittadina in provincia di Bergamo. 

LEGGI TUTTO

Metti il più grande poeta della costa keniana, la storia della sua terra e le sue leggende recitate con passione. Aggiungi un cantautore che del cuore e delle storie vere ha fatto uno stile di vita, ancor più che un...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

Una serata che ha fatto innamorare del Kenya decine di persone. 
Sabato sera a Riccione, nella cornice esclusiva del Bagno 71 e del suo "chiringuito", è andata in scena la "Serata Kenya " organizzata dal nostro portale, patrocinata dal Ministero...

LEGGI TUTTO

Una settimana per celebrare la gastronomia e la cultura italiana a Nairobi, con musica, mostre fotografiche, danza, teatro ed altri eventi.LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' andata in scena sabato sera a Treviglio, in provincia di Bergamo, la seconda edizione di "Serata Kenya", la kermesse in teatro organizzata dal Luxury Club "Maxlife" che riunisce una trentina di imprenditori del settore del lusso impegnati anche nella...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Esce in questi giorni in Italia il nuovo romanzo dello scrittore e direttore di Malindikenya.net Freddie del Curatolo.
La notizia, se vogliamo, è che questa volta non si parla di Kenya e di Malindi.
Si tratta infatti di una storia...

LEGGI TUTTO

Una serata per il Kenya anche a Capalbio, il borgo in Maremma che conta moltissimi amici di Malindi e di Watamu.
Oltre a questo però Capalbio ospita uno dei più interessanti spazi d'arte e di cultura della zona, Il Frantoio,...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO