Editoriali

EDITORIALE

Kwaheri, Kenya: i villeggianti dei 6 mesi tornano a casa

Ultimi charter presi d'assalto, gli svernatori di Malindi e Watamu già prenotano per l'anno prossimo

22-03-2017 di Freddie del Curatolo

Metà ottobre - metà aprile.
Questo il periodo preferito per i villeggianti dei sei mesi in Kenya, quelli che sfruttano la massima durata del visto turistico (3 mesi rinnovabili per altri 3, alla modica cifra di 20 euro).
Una grande migrazione che non ha nulla a che vedere con quella di gnu e zebre dalla savana del Kenya alla Tanzania e ritorno. Non è una transumanza per la sopravvivenza, ma piuttosto una trasvolata verso un piacere lungo 180 giorni, minuto più, minuto meno.
Alcuni arrivano quando ancora c’è l’ora solare e i primi castagni vedono ingiallire le loro foglie, altri aspettano la fredda tristezza di novembre.
Se ne tornano, arrostiti come gamberoni sulla graticola, con gli ultimi charter perché dopo aver fatto più o meno nulla per tutto questo tempo, non ci hanno mica voglia di fare un viaggio di 14 ore.
I più temerari scelgono Ethiopian o Turkish perché volano da Mombasa e ormai hanno fatto amicizia con i simpatici steward etiopi e le ruvide hostess di Istanbul. 
A Malindi e Watamu, inutile dirlo, i mzungu migratori sono quasi tutti italiani, con qualche sparuta minoranza elvetica, francese, tedesca.
C'è anche uno di San Marino, pare, ma si vergogna e non lo dice a nessuno.
Sono in gran parte pensionati (anche questo si poteva non precisare) e quindi non hanno date fisse né scadenze importanti.
La voce "impegni" per loro solitamente corrisponde alla parola "nipoti".
Ma la tribù degli svernatori include anche chi ultimamente in Italia non si sente più tanto a casa sua. Persone che vorrebbero una vita più semplice, meno frenetica, se non proprio a misura di sogni, almeno in sintonia con i pensieri meno cupi, con la depressione generale che aleggia sulla penisola come una di quelle perturbazioni di cui nemmeno Bernacca riusciva a spiegare l’origine.
Quindi c’è chi affitta il suo unico appartamento, il garage, la cantina e venderebbe pure la zia rompiballe per esperimenti scientifici se potesse, facendo bene i suoi calcoli: “con quel che mi costa il riscaldamento d’inverno, mi ci pago l’affitto in un residence con piscina, con le multe, l’imu e le altre sigle del cacchio ci pago da mangiare, e il resto è mancia, alla donna delle pulizie e al ragazzino che mi porta le noci di cocco e i manghi ogni mattina.
Sei mesi di relax, sei mesi di clima accondiscendente ed altrettanti di mare, iodio e beach boys.
Eh, insomma, non si può avere solo gioie…in più c’è anche chi ha qualche passione da soddisfare: il jogging, la lettura, lo snorkeling, la pesca, la caccia grossa nei night club.
E c’è chi è talmente in astinenza d’affetto, anche perché in Occidente se n’è perso un po’ il senso primordiale, che tende a chiamare amore un semplice scambio di diverse necessità.
Ci sono uomini e donne che si sono presi l’anno sabbatico (alcuni rimarranno sette anni, dopo aver scoperto che “saba” in swahili vuol dire “sette”), altri che hanno un gruzzoletto da far fruttare ed è già buono se non se lo mangiano proprio come frutta esotica, altri ancora che sono arrivati da turisti e trovano da lavorare.
Gratis, magari, ma è già un buon inizio.
Insomma, eccola la variopinta umanità che riempie Malindi da autunno a primavera.
Hanno scelto il luogo dell’immutabile, del “pole pole”, e si rilassano talmente tanto che da migratori spesso diventano “pigratori”.
Per questo per loro il Kenya è una certezza, e quest’anno, forse più di quelli passati, già prenotano per l’inverno successivo.
Perché anche qui forse si stava meglio quando si stava peggio e una volta era tutta foresta, ma non sentirai mai dire che non ci sono più le mezze stagioni.
Le stagioni a Malindi sono tutte intere, e durano giusto il tempo di un permesso di soggiorno.

TAGS: Kenya sei mesiKenya pensionatiKenya affitti

Di quale Kenya vorrà parlare il giornalista e anchorman Gad Lerner, all'interno del suo nuovo programma "Ricchi e Poveri" che esordisce domani sera, domenica 12 novembre, in seconda serata su Rai Tre?

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

A pochi mesi dall'apertura della prima accademia di chitarra a Malindi, la PGA Academy,il Maestro Paolo M. Palmitessa, oltre alle lezioni private che quotidianamente impartisce anche ad adulti, principianti o già pratici, di Malindi e dintorni, ha stipulato un accordo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Tra pochi giorni, nel mese di luglio, migliaia di pensionati residenti all’estero riceveranno la pensione INPS maggiorata della Quattordicesima. 
Ricordiamo che non si tratta di un diritto “scontato” ma del risultato di una determinata battaglia condotta dai sindacati, dai patronati,...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Può una sola coppia volonterosa creare le premesse educative per un'intera comunità di villaggi sperduti dell'Africa? 
Carmen e Celestino, pensionati di Bolzano, hanno sempre pensato che fosse possibile e ci sono riusciti. 
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Quando abbiamo deciso di scortare Gad Lerner e l'entourage della sua trasmissione "Ricchi e Poveri" in giro per Malindi, sapevamo che il rischio di imbatterci in un personaggio, e relativo  "format", che aveva già in mente cosa voler portare a casa di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dimmi che sei ancora lì, ad aspettarmi.
Con i tuoi silenzi incredibili, che parlano di natura che si specchia nel cielo e di animali in cerca della propria libertà.
Dimmi che sei sempre immensa, guardi l'uomo come l'ultima delle antilopi...

LEGGI TUTTO

Ancora tre mesi per conoscere il destino finale della tribolata Imperial Bank Kenya.
L'Alta Corte di Nairobi ha infatti prorogato di 90 giorni l'Ammistrazione Controllata da parte della Central Bank of Kenya (CBK) sotto il controllo del fondo di assicurazione per...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dopo soli due anni dalla sua formazione, a fine mese chiude a Malindi l’Associazione Italiana Kilifi County. E’ un grande peccato e allo stesso tempo una sconfitta per tutta la comunità italiana di Malindi, Watamu e Mambrui.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Le avvisaglie si erano avute già nella prima mattina, con la chiusura definitiva della filiale di Diani, in Costa Sud.
Dopo mezzora anche a Malindi la stessa sorte, il supermercato Nakumatt ha chiuso i battenti probabilmente

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dopo due anni di crisi del settore turistico, dovuta soprattutto alle paure e alle campagne mediatiche conseguenti all'attentato terroristico all'Università di Garissa dell'aprile 2015, il Kenya torna ad essere considerata una delle mete top per il turismo mondiale.
 

LEGGI TUTTO

Prima dell'inizio dell'alta stagione verranno scandagliati e controllati tutti gli alloggi, le camere e le piccole strutture vendute su Air BnB, su Booking.com e su altre piattaforme online, per verificarne l'idoneità con le leggi nazionali sull'hotelkeeping, le licenze ed altro. 

LEGGI TUTTO

Operazioni di sdoganamento a rischio da questa settimana al porto di Mombasa.
Venerdì è stato indetto uno sciopero ad oltranza dei 1350 operatori doganali, per il rinnovo delle loro licenze da parte della Kenya Revenue Authority.
Lo scrive il quotidiano nazionale...

LEGGI TUTTO

Come per i malati gravi per cui poco prima della dipartita sembra esserci un lieve miglioramento, in molti in Kenya avevano confidato in una ripresa della catena di supermercati Nakumatt. Le voci di un accordo con i concorrenti "Tuskys", un...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Non solo in Italia, ma anche in kenya quello appena passato è stato il weekend del grande rientro dalle vacanze.
A Malindi e Watamu si calcola che il 70% dei villeggianti stranieri in questi giorni abbia fatto ritorno in Occidente...

LEGGI TUTTO

Per quasi 20 ore le trasmissioni del canale italiano per connazionali all'estero nell'etere keniota sono state interrotte.
Da ieri pomeriggio fino alle 14 di oggi il satellite di RAI ITALIA non è stato visibile in Kenya, Tanzania e Uganda. Sullo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Kenya Tourist Board e il Kenya Wildlife Service lavoreranno a braccetto da qui all'immediato post-elezioni per promuovere il turismo nei luoghi incontaminati del Kenya e nelle località più ambite dal turismo.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO