Editoriali

EDITORIALE

La notte vuota e silenziosa di Malindi

Il censimento ha regalato qualcosa di inedito

25-08-2019 di Freddie del Curatolo

Grande solidarietà a tutti gli esercenti, i ristoratori, i discotecari, le lucciole, i nottambuli, i ballerini, i compulsivi delle slot machine, i giocatori di biliardo insonni e soprattutto i bevitori e i raccontatori del mondo buio.
Ma un sabato sera inedito come quello del 24 agosto 2019 a Malindi verrà ricordato a lungo, o perlomeno per altri dieci anni.
“Le strade son deserte, deserte e silenziose” cantava qualcuno tanti anni fa, ma non c’è nessun aspirante suicida che cammina sul pontile. Il pub Open View, di fianco alla pompa di benzina Total (quella può restare aperta “acca24” come si dice oggi) non era preparato a chiudere i battenti perché i battenti non ce li ha. Quindi una bella corda legata ai due pali che fanno da ingresso e via.
Lo Stars & Garters, altro storico ritrovo delle notti malindine, ha invece il suo cancello.
La città respira, non si sentono nemmeno i muezzin, come fossero anche loro dei ricreatori.
Puoi girarla tutta, anche i tuk tuk dopo le dieci non hanno ragione di esistere, perché non devono portare in giro nessuno. Niente megawatt ai funerali, e parimenti non sarebbe giusto morire durante il Censimento.
Sono tutti a casa, i keniani, ad attendere l’evento di qualcuno che li conti, quasi volesse dire che contano su di loro. E quando mai il Governo viene a te se non per chiederti nuove tasse o per darti qualche infausta notizia?
Invece no, questa volta si può attendere qualcuno che vuole semplicemente sapere chi sei, come ti chiami, quanti anni hai, che famiglia ti sei costruito e se hai animali in casa.
Non gli interessa sapere dei tuoi soldi, delle tue idee politiche, del tuo credo religioso.
Al massimo ti chiedono a che tribù appartieni, ma solo per statistica.
Sei trattato democraticamente allo stesso modo sia che tu sia un emulo di Briatore, sia che tu viva in una capanna di fango. Altro che coprifuoco, che dittatura. Questa è libertà.
Per una volta non andremo in bancarotta per un incasso serale in meno, per un bicchiere non bevuto o un’aragosta rimasta nel freezer, per un incontro mancato o una marchetta in meno.
L’Africa è anche questo, piacere di sorprendersi.
Basta avere voglia di vivere e un po’ di senso dell’umorismo.

TAGS: censimento kenyamalindi notte

E' ufficialmente terminato la notte scorsa, sabato 31 agosto, il sesto censimento dei cittadini e...

LEGGI L'ARTICOLO

Slitta di una settimana la riapertura delle scuole pubbliche in Kenya. La decisione è...

LEGGI L'ARTICOLO

Dalla sera di sabato 24 agosto in Kenya scatta il sesto censimento degli abitanti nel Paese, il ...

LEGGI L'ARTICOLO

L’Ambasciata d’Italia a Nairobi informa che dal prossimo 24 agosto sera, intorno alle 18.00 circa, prenderà...

LEGGI L'ARTICOLO

Dopo i primi due giorni del decennale processo di censimento in Kenya, si torna alla...

LEGGI L'ARTICOLO

In questi giorni il Kenya Wildlife Service, secondo quando annunciato, doveva compiere un censimento degli animali presenti all'interno del Parco Nazionale dello Tsavo. Una conta davvero importante, perché l'eccezionale e tragica siccità di quest'anno sta purtroppo mettendo in pericolo la...

LEGGI TUTTO

La lotta al bracconaggio e il bando internazionale dell’avorio stanno dando i loro frutti: in tre anni il numero di elefanti in Kenya è aumentato quasi del 15 per cento (14,7 per la precisione).
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Attendevamo un comunicato ufficiale e poco fa abbiamo ricevuto la...

LEGGI ARTICOLO

Questa notte, in coincidenza con l'ultima domenica di marzo come di consuetudine, è stata attivata l'ora legale in Italia.
Le lancette dei nostri connazionali si sono spostate un'ora in avanti durante la notte.
Adesso la differenza di fuso orario con il Kenya è...

Una sola cosa allora volevo: tornare in Africa. 
Non l’avevo ancora lasciata, ma ogni volta che mi svegliavo,
di notte, tendevo l’orecchio, pervaso di nostalgia.

Da giovedì 23 marzo a domenica 27 le imbarcazioni del Kenya Wildlife Service saranno impegnate nella più grande operazione di censimento marino mai svolta nelle acque territoriali keniane.
Lo ha annunciato il portavoce del KWS Paul Gatitu, che ha illustrato...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Era la seconda notte che passavo in Africa già qualcosa aveva cominciato a crescere dentro di me,
qualcosa che non potevo arrestare, come se i sogni della mia infanzia avessero trovato finalmente il luogo dove materializzarsi.
Ero arrivata dove ero...

Mezza Nairobi si è trasferita sulla costa keniana per le vacanze di Natale e di fine anno, unitamente a qualche migliaio di turisti europei, soprattutto italiani ed inglesi. Per questo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Sette ore di intervento chirurgico, perfettamente riuscito, per Kuki Gallman a Nairobi.
La figlia Sveva e i più stretti collaboratori hanno confermato le condizioni serie della scrittrice italo-keniota nata a Treviso 73 anni fa.
La conservazionista è ricoverata in terapia intensiva e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Vi avevamo già avvisato della nuova iniziativa di registrazione digitale di cittadini keniani e residenti stranieri nel ...

LEGGI L'ARTICOLO

Crolla improvvisamente un edificio di sette piani in un sobborgo periferico di Nairobi.
Ad Embakasi, un palazzo intero è collassato in poche decine di minuti durante la notte, seppellendo almeno quindici persone che risultano disperse, ma il triste conto umano potrebbe aumentare...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO