Editoriali

EDITORIALE

Malindi e Watamu tranquille a una settimana dal voto

Clima di attesa in Kenya, timori e proclami di pace

31-07-2017 di Freddie del Curatolo

Come sono tranquille Malindi e Watamu ad una settimana dalle elezioni nazionali!
Iniziano ad arrivare turisti consapevoli, residenti abituati ed altri che hanno programmato di tornare a casa prima dell’otto agosto.  
Sicuramente sulla costa non si vivono le tensioni emotive che stanno attraversando il Paese intero come se le urne fossero cilindri da cui veder uscire nuovi splendidi conigli magici che di colpo risolvano gli ancestrali problemi del Kenya.
Problemi che sono in fondo quelli della maggior parte delle nazioni africane, con l’aggravante che il Kenya sta crescendo economicamente, commercialmente e in parte socialmente, e questi problemi creano discrepanze ancora più visibili.
In ogni caso per ora il popolo affolla speranzoso le piazze dove i leader politici promettono e regalano magliette, cappellini e farina di mais, e solo qualche giovane ribelle rischia di prenderle dalle forze dell’ordine, lanciando pietre e ricevendo in cambio fumogeni.
Qualche ferito e niente più per ora, in decine di raduni e manifestazioni, con la vigilanza delle Nazioni Unite a fare i complimenti all’organizzazione keniana.
Speriamo che queste premesse vengano confermate, allorché saranno comunicati i risultati delle votazioni, si presume il 10 agosto.
La situazione tra i due candidati alla Presidenza sembrerebbe in perfetto equilibrio, come sempre si dice, saranno gli indecisi a spostare l’asticella.
I sondaggi dicono la loro, alcuni segnalano un risicato margine a favore di Raila Odinga, lo sfidante, l’ex socialista, quello che ha chiamato il figlio Fidel, altri danno in cospicuo vantaggio l’attuale Presidente Uhuru Kenyatta, giovane cresciuto già ricchissimo e rappresentante della lobby economica che amministra da anni il Paese.
Gli exit polls della costa invece non hanno dubbi, qui rivincerà alla grande l’Orange Democratic Movement del Governatore Amason Kingi. Né la candidatura dell’ex sindaco di Malindi e parlamentare Gideon Mung’aro, né la presenza del ministro Dan Kazungu (ex ODM passato nelle fila del Jubilee di Kenyatta), sembrano poter fare il miracolo.
L’altra novità è che quasi certamente Malindi avrà un parlamentare donna, la combattiva Aisha Jumwa che ha sbaragliato tutti i concorrenti alle primarie del suo partito.
La vittoria dell’ODM a livello di Contea dovrebbe garantire giorni tranquilli sulla costa nord, i pochi rappresentanti tribali del partito di Governo (kikuyu) che lavorano e vivono a Malindi e dintorni, solitamente durante le elezioni chiudono le proprie attività e tornano al villaggio o alla cittadina di origine. Quindi anche nel caso a livello nazionale ci fosse un’affermazione della maggioranza, nella Contea di Kilifi non ci sarebbe nessuno con cui prendersela.
Appelli di pace e proclami di serenità arrivano dagli imam della comunità islamica di Malindi, che sull’onda delle elezioni pacifiche del 2013, ha garantito che non solo rispetteranno ogni risultato ma che gli stessi cittadini di fede mussulmana dovranno essere in prima linea per dirimere e sedare eventuali scaramucce ai seggi.
Insomma, il clima rovente nel Paese, che per ora si limita a sfide verbali, slogan e pretattiche, si contrappone alla calma piatta malindina.
Per tutti, comunque, c’è ancora una settimana di attesa.   
 

TAGS: Elezioni KenyaElezioni Malindi

La Corte Suprema del Kenya ha accolto il ricorso dell'Opposizione rappresentata dall'Alleanza Nasa e dal suo candidato presidente Raila Odinga, annullando il risultato delle elezioni nazionali.
Ciò rappresenta un fatto senza precedenti in una Repubblica del Continente africano.
I giudici della Corte,...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Da un'approfondita e quotidiana lettura della situazione politica attuale in Kenya, emerge sicuramente un quadro confuso e di difficile interpretazione di quel che potrebbe accadere il 26 ottobre, giorno delle nuove elezioni presidenziali. Ma anche immediatamente prima e subito dopo.

L'Ambasciatore degli Stati Uniti d'America in Kenya Robert Godec è intervenuto a mezzo stampa sulle prossime elezioni presidenziali in Kenya.
"Non abbiamo un candidato preferenziale - ha detto Godec alla stampa keniana - per noi è importante che il nuovo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La data delle nuove elezioni in Kenya potrebbe slittare.
E' quanto avrebbe riferito ieri sera la commissione elettorale IEBC al quotidiano nazionale Daily Nation, dopo aver ricevuto un dossier sull'organizzazione telematica delle prossime votazioni da parte della...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La Commissione Elettorale del Kenya IEBC ha rigettato la dichiarazione del leader dell'Opposizione Raila Odinga in cui annunciava di rinunciare a correre per la Presidenza del Kenya nelle nuove...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Le nuove elezioni presidenziali del Kenya si terranno giovedì 26 ottobre anziché martedì 17.
La conferma è arivata all'indomani della pubblicazione da parte della Corte Suprema del Kenya della sentenza di annullamento delle precedenti elezioni.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Le nuove elezioni del Kenya si svolgeranno martedì 17 ottobre.
Lo ha deciso la Commissione Elettorale IEBC, la stessa che è stata chiamata in causa dalla Corte Suprema del Kenya per non aver condotto le votazioni dello scorso otto agosto...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Raila Odinga ha chiesto ai suoi elettori di non andare a votare domani, e di dire ai propri amici e parenti di fare lo stesso.
"Ma evitate di ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Con ogni probabilità le nuove elezioni presidenziali in Kenya slitteranno di nove giorni.
La nuova data proposta dall'agenzia telematica francese Ot-Morpho che si occupa dell'organizzazione del voto sarebbe il 26 ottobre.
Dalla Commissione Elettorale IEBC confermano, come riportato stamattina dal...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L'annuncio è stato dato pochi minuti fa, alle 16.50 ora locale, dal quotidiano online Daily Nation.
Secondo la testata, il candidato presidente dell'Opposizione del Kenya Raila Odinga si sarebbe ritirato dalla ripetizione delle votazioni presidenziali.
La decisione...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Alla vigilia delle elezioni bis in Kenya, ancora il loro svolgimento non è sicuro.
Questione di poche ore e

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un segno di distensione nell'arroventato clima politico del Kenya, in vista del countdown verso le elezioni presidenziali del 26 ottobre prossimo.
L'alleanza NASA del candidato Raila Odinga, che formalmente...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Le elezioni presidenziali bis del Kenya si svolgeranno regolarmente domani.
Questo ha stabilito la

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"Queste elezioni sono da annullare e Kenyatta deve essere mandato a casa, ma chiediamo ai nostri elettori di stare tranquilli e non scendere in piazza, almeno per ora".
Raila Odinga e la sua alleanza NASA, che secondo i dati trasmessi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Uhuru Kenyatta sarebbe confermato Presidente della Repubblica del Kenya.
Questo dice il più recente sondaggio dell'agenzia specializzata IPSOS, che segnala il leader del partito di Governo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"L'alleanza NASA di Raila Odinga ha un preciso schema politico atto a rimandare le elezioni, posticipandole a dicembre di quest'anno".
La dichiarazione del Presidente della Repubblica del Kenya e candidato della maggioranza alle prossime votazioni nazionali previste ad agosto, è...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO