Editoriali

EDITORIALE

Moi Day, Moi Day...e mani in tusker!

Una festa indimenticabile tra Thika e Nairobi

11-10-2008 di Freddie del Curatolo

Ieri in Kenya si celebrava il Moi Day.
Secondo un'usanza antica come la giovane repubblica keniota, che ha più o meno l'età di Barack Obama, il compleanno dei presidenti equivale a una "national holiday".
Per fortuna (o no?) il Kenya fino ad oggi ha avuto soltanto tre capi di Stato: Jomo Kenyatta il padre della patria, Daniel Arap Moi appunto e l'attuale Mwai Kibaki. In Italia con un decreto del genere si farebbe festa ogni giorno, tranne il 29 settembre.
In compenso nell'Africa orientale non esiste ancora il ponte e se esistesse lo chiamerebbero in un altro modo, perchè qui i ponti crollano facilmente.
Sulla strada tra Thika e Nairobi, tutta saliscendi col contorno di verdeggianti colline, un camion della Tusker Breweries si è rovesciato su un fianco, perdendo un centinaio di casse di birra.
L'autista (come ogni dipendente della Tusker leggermente alticcio, uno che farebbe cambiare colore anche ai palloncini del luna park) come sempre in questi casi, benché ammaccato si è dato alla fuga.
E in men che non si pronunci la parola "asante mwungu" in swahili (grazie Signore) dalle verdeggianti colline e dalle marroneggianti capanne è uscito il mondo intero tra Thika e Nairobi. Tusker nelle tasche, in mano, in larghi cesti sulla testa. Mamas con i parei traboccanti a saltellare di qua e di là della carreggiata, qualcuna rotolante e un paio seminascoste dietro un baobab che provano l'ebbrezza della birra per la prima volta nella loro vita. Bambini scattanti e furbi pronti a vendere l'indomani le loro bottiglie a chi sarà già in crisi d'astinenza, per comprarsi un paio di Bata da basketball, vecchi con stampelle e senza denti. Tripudio di tappi levati con qualsiasi espediente, dalle pietre ai molari, decine di etichette francobollate sulla fronte, cartoline di gioia insperata. Fiumi tiepidi di malto liquido riversati in gole capaci di tutto. Chi se la spruzza addosso, come Shumacher sul podio, chi arriva con la damigiana da dieci litri della paraffina e stappa senza sosta. Canti, balli, scherzi e risate alcoliche e appiccicose fino a tarda notte. Una festa nella festa, neanche fosse stato Pilsner Kubwa l'ex presidente da festeggiare. Noi occidentali, con le nostre vite piene di tutto, i nostri fine settimana tra lungomari ed autostrade, tra code agli impianti di risalita e geloni davanti al camino, non ci ricordiamo cosa abbiamo fatto il 25 aprile di tre anni fa o il 2 giugno dell'anno scorso. Per tutti invece, a Thika, un Moi Day indelebile nella memoria. Fino al prossimo presidente, o fino al prossimo camion.

TAGS: Birra KenyaMoi Day KenyaFesta KenyaTusker Kenya

Nuova vita per la vecchia, mitica "tusker baridi sana"!
Il Governo del Kenya, dopo l'incontro tra il boss della multinazionale dei liquori Diageo e il Vicepresidente William Ruto, ha annunciato la costruzione del più grande stabilimento per la produzione di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Oggi in Kenya è festa nazionale. Si celebra infatti il "Jamhuri Day".
E' il giorno della Repubblica, ovvero la data in cui entrò ufficialmente in vigore l'Indipendenza del Kenya, il 12 dicembre 1963, con Jomo Kenyatta primo presidente.   
Jamhuri è...

Cinquantaquattro anni fa, il 1 giugno del 1963, il Governo Ombra keniano, con Jomo Kenyatta Presidente, forgiò il primo stralcio della Costituzione del Kenya, che poi sarebbe entrata in vigore il 12 dicembre dello stesso anno.
Per questo oggi in...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Originariamente era il "Kenyatta Day", il giorno che ricordava la data di nascita di Jomo, primo Presidente del Kenya indipendente, 20 ottobre 1889.
Dal 2010, dopo la stesura della nuova costituzione, la festa nazionale è stata dedicata anche

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Vedere un bianco a Kakoneni, alle otto del mattino, non è un fatto raro ma regala sempre un senso di inaspettato, di nuovo; l’effetto sorpresa delle cose immaginate che si materializzano in un istante imprevisto.
Questo accade soprattutto ai bambini...

LEGGI IL RACCONTO COMPLETO

OPINIONI

Il giorno della memoria in Kenya

In Africa

di Freddie del Curatolo

Oggi in tutto il mondo è il “Giorno della Memoria”, ma qui in Kenya in pochi sanno cosa sia. 
La memoria serve a nulla da queste parti e il giorno sopporta a malapena il peso di se stesso. 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Torna venerdì sera, 10 febbraio, alla Voile Rouge di Malindi, la storica festa della luna piena.
L'appuntamento con la tradizionale festa "fai da te" in corrispondenza della fantastica "full moon" dell'equatore, è come sempre intorno alle 20 alla Voile Rouge, il...

Ha scelto i festeggiamenti del Madaraka Day, il giorno della Costituzione, il Presidente del kenya Uhuru Kenyatta, per fare un annuncio tranquillizzante e di pace in vista delle prossime elezioni nazionali, previste per l'otto di agosto.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il weekend dedicato all'arte e al talento locale del Baby Marrow Art & Food Restaurant, questa settimana ospita uno storico pittore di stanza a Malindi.
Spytrack, questo il suo nome d'arte, ha ottant'anni ma non li dimostra, una mano ancora...

LEGGI TUTTO

Una svolta nel look delle banconote del Kenya.
La Central Bank del Paese africano ha annunciato che presto verranno immesse sul mercato le nuove banconote da 1000, 500, 200, 100 e 50 scellini che avranno...
 

CLICCA QUI E GUARDA LE NUOVE BANCONOTE

COSTA KENIANA

Mombasa

La seconda città del Kenya

di redazione

La capitale d’un tempo dell’est Africa, uno dei porti più importanti del continente, è in realtà una città-isola, collegata a nordest da un ponte, a sudovest dai ferry di Likoni e nell’entroterra solcata da una decina di canali e insenature...

LEGGI TUTTO SU MOMBASA

Storie d'altri tempi o di tempi semplicemente diversi dai nostri. A Malindi uno dei tanti figli di un anziano padre di famiglie (e il plurale è d'obbligo, data la poligamia della tribù locale) dopo la morte del padre ha deciso...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il mio cuore batte all'impazzata quando sono immerso nella natura del Kenya.
Mi faccio cullare dal vento sul mare e metto la testa in su come un bambino.
Guardo le palme che ondeggiano, che si ritagliano uno spazio tra il...

LEGGI TUTTO

Un'idea bellissima lanciata dal Kola Beach Resort di Mambrui, che ogni anno organizza una festa per i bambini locali che sostiene anche durante l'anno con donazioni, e ben recepita dalle due cariche religiose della zona: l'Imam mussulmano e il parroco...

LEGGI TUTTO

CNN Travel, il più prestigioso canale televisivo americano di viaggi, ha stilato la Top Ten dei bar del Kenya, scegliendoli in base all'eleganza, al servizio, alla location e ovviamente all'offerta. Eccoli!

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' un gruppo di donne italiane, capeggiato da Rita Valentini, ad organizzare a Malindi ogni anno il "Flash Mob" contro la violenza sulle donne, che si tiene in contemporanea nelle piazze di tutto il mondo.
Si tratta di una coreografia...

LEGGI TUTTO