Istituzioni

ISTITUZIONI

Il discorso del Presidente Uhuru Kenyatta

Sulla sentenza definitiva della Corte e sulle nuove elezioni in Kenya

22-09-2017 di Uhuru Kenyatta

Amici keniani,
L' 8 agosto 2017 milioni di kenioti si sono presentati in tutto il paese per votare in modo pacifico.
In seguito, i voti sono stati conteggiati, comunicati e annunciati pubblicamente in tutti i seggi elettorali e nei centri di conteggio dei collegi elettorali, come richiesto dalla legge.
L'undici di agosto sono stato dichiarato vincitore con un margine molto significativo.
Il 18 agosto è stata presentata alla Corte suprema una petizione per contestare la mia vittoria elettorale.
La Suprema Corte ha annullato le elezioni presidenziali il 1° settembre sulla base di presunte irregolarità e illegalità nella trasmissione dei risultati.
Detta Corte ha dichiarato che, a causa dei vincoli di tempo, non avrebbe potuto analizzare e commentare le migliaia di pagine di documenti che erano stati depositati, ma ha promesso di emettere una sentenza dettagliata in 21 giorni.
E' davvero sorprendente come sia stata presa una decisione di tale portata senza esaminare alcuni dei documenti più importanti.
I kenioti hanno atteso pazientemente, con grande ansia e attesa per le ragioni dell' annullamento delle elezioni presidenziali.
Ieri, la Corte Suprema ha esposto i motivi dell' annullamento delle elezioni presidenziali in una decisione storica e divisa che è durata 12 ore consecutive.
Prendo atto che la decisione ha confermato quanto segue
Il voto, il conteggio e la contabilizzazione dei risultati elettorali sono stati effettuati in conformità della legge.
Il numero di voti espressi, come annunciato dall' IEBC, non è mai stato contestato
Il numero di voti che ho ottenuto in quanto candidato non sia stato contestato.
Il mio governo ed io siamo stati esonerati da qualsiasi irregolarità o illegalità.
Amici keniani,
Il risultato delle elezioni presidenziali è stato annullato supponendo che vi fossero irregolarità nelle schede dei risultati elettorali.
È ormai palese che, nonostante il fatto che i moduli pertinenti siano già stati depositati presso la Corte dalla IEBC, non si è mai verificato un controllo o una verifica adeguati, il che altrimenti avrebbe portato la Corte alla conclusione ineludibile che il risultato elettorale dell' 8 agosto era valido.
Di conseguenza, mantengo la nostra posizione ferma sul fatto che la volontà del popolo è stata sovvertita dalla Corte.
La Corte suprema deve ai kenioti una spiegazione su come si sarebbe potuta verificare una tale mostruosa ingiustizia.
Non solo il giudizio ha sottratto al popolo keniota il suo diritto democratico, come esercitato l' 8 agosto, ma ora ha anche la possibilità di gettare il nostro paese nel caos giudiziario.
L' effetto e il precedente stabilito in quel giudizio singolare dice che una giuria può annullare la decisione di milioni di kenioti senza tenere in debito conto le prove.
Questa posizione è diametralmente opposta al diritto sovrano che il nostro popolo ha di eleggere i leader di sua scelta, come sancito dalla nostra Costituzione.
Amici keniani,
Come ho già detto prima, rispetterò la sentenza. 
Tuttavia, affermo categoricamente che il diritto costituzionale dei kenioti di eleggere leader di loro scelta non è negoziabile.
Al centro della controversia vi è un semplice punto di principio. 
Lo scopo di un'elezione in qualsiasi paese democratico è quello di determinare la volontà del popolo, nel quale risiede ogni sovranità.
Nella sentenza della Corte del 1° settembre 2017, ripetuta ieri, la Corte ha ordinato alla IEBC di procedere ad una nuova elezione nel rigoroso rispetto della Costituzione e delle leggi elettorali applicabili e di farlo entro 60 giorni.
Riconosciamo tutti che il popolo keniota ha ora un' altra possibilità di essere nuovamente ascoltato.
L' elezione deve essere effettuata entro tale termine costituzionalmente stabilito.
Questa mattina il gabinetto ha approvato un bilancio suppletivo che sarà trasmesso all' Assemblea nazionale martedì prossimo, nel quale destiniamo risorse per lo svolgimento delle nuove elezioni.
Pertanto, l'IEBC, conformemente al suo mandato, deve procedere senza ulteriori indugi alla nuova elezione.
I kenioti non si aspettano nulla di più e niente di meno da questa Commissione.
La sentenza ha inoltre creato incertezze e sollevato questioni che richiedono un'attenzione legislativa.
Ho pertanto chiesto al Parlamento di occuparsi rapidamente delle questioni sollevate per proteggere il nostro paese da qualsiasi ambiguità e o che potrebbero derivare da questa sentenza.
Dopo aver rovesciato il precedente giudiziario della gestione delle elezioni in questo paese, ci ritroviamo come popolo con le seguenti domande.
1. La scelta del popolo nella votazione è sufficiente per eleggere i dirigenti di loro scelta, come previsto dalla nostra Costituzione, o in futuro richiede un' approvazione qualitativa da parte di un giudice?
2. Ora che la Corte suprema ha assunto l' opinione ristretta che le elezioni presidenziali possano essere ribaltate senza alcun riferimento ai numeri, che ne è delle disposizioni costituzionali che prevedono che le elezioni presidenziali, e per questo motivo, tutte le elezioni sono determinate dai numeri in una società democratica come il Kenya?
3. E' ormai chiaro che se il tribunale avesse verificato i documenti e i form in suo possesso, forniti dall' IEBC, i cosiddetti formulari non stampati, non firmati e non materializzati su cui le elezioni presidenziali sono state annullate, avrebbero dimostrato di essere falsificati. Che tipo di giudizio si può fornire, quindi, sulla base di documenti falsificati?
Queste, miei connazionali, sono questioni importanti a cui tutti noi, come popolo, dobbiamo rivolgere i nostri pensieri, a tempo debito.
Voglio ribadire ancora una volta che, in quanto paese, abbiamo un chiaro percorso costituzionale.
Colgo l'occasione per rassicurare i kenioti, di tutti i ceti sociali, nonché i nostri partner regionali e internazionali, che il nostro paese rimane sicuro e stabile.
Dovremmo quindi continuare a lavorare sulla costruzione della nostra nazione.
Ho incaricato tutte le nostre agenzie di sicurezza di garantire che rimangano saldamente all' erta e si concentrino sulla sicurezza di tutti i kenioti e delle loro proprietà, che è una responsabilità costituzionale fondamentale di qualsiasi governo.
Ai nostri 1,6 milioni di alunni che hanno lavorato sodo per prepararsi ai prossimi esami finali, vorrei approfittare di questa opportunità per assicurare che sono state prese le misure necessarie per garantire che i vostri esami non siano disturbati da questo turno di eventi. 
Vi chiedo di rimanere tutti concentrati sui vostri esami e noi genitori stiamo pregando e augurandovi ogni successo.

Infine, vorrei affermare chiaramente che il governo farà tutto quanto previsto dalla legge per facilitare alla IEBC lo svolgimento di un' altra elezione libera, equa e credibile in conformità della sentenza della Corte suprema, un' elezione che consentirà ancora una volta al popolo keniota di esercitare il proprio diritto democratico di scelta.
Consentitemi di concludere dicendo quanto segue: ciascuno di noi, in particolare noi leader, dobbiamo garantire che, anche quando entriamo in questa nuova competizione, abbiamo la responsabilità di garantire che la pace e la stabilità consentiranno a tutti i kenioti la promessa di prosperità condivisa che noi come popolo desideriamo.
Da parte nostra, come Jubilee, torniamo ora al nostro popolo con la nostra visione dell' agenda di unità e trasformazione che garantirà una nazione libera, equa, stabile, inclusiva e prospera.
Il popolo keniota parlerà di nuovo, e questa volta la sua voce sarà ascoltata e DEVE essere ascoltata.
Grazie.
Dio benedica il Kenya.
Uhuru Kenyatta
 

TAGS: discorso KenyattaPresidente KenyattaKenyatta elezioni

Ha scelto i festeggiamenti del Madaraka Day, il giorno della Costituzione, il Presidente del kenya Uhuru Kenyatta, per fare un annuncio tranquillizzante e di pace in vista delle prossime elezioni nazionali, previste per l'otto di agosto.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta ha cambiato i suoi piani, decidendo di passare da Malindi ieri e non la prossima settimana, per lanciare ufficialmente l’asfaltatura della strada che porta al Parco Nazionale dello Tsavo Est.

LEGGI TUTTO

Il Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta ha cambiato i suoi piani, decidendo di passare da Malindi ieri e non la prossima settimana, per lanciare ufficialmente l’asfaltatura della strada che porta al Parco Nazionale dello Tsavo Est.
 

 

leggi tutto

Secondo i primi sondaggi ufficiali dell'agenzia IPSOS riguardo alle prossime elezioni presidenziali in Kenya, che si terranno l'otto agosto 2017, il Presidente in carica Uhuru Kenyatta sarebbe in vantaggio sul rivale Raila Odinga di ben 14 punti percentuale. 49 per...

LEGGI TUTTO

Alla fine il buon senso ha prevalso.
Probabilmente davanti al caos del giorno successivo alla proclamazione del nuovo Presidente e alle dichiarazioni animose della sua fazione, Raila Odinga ha preferito non scaldare ulteriormente gli animi di quella parte di nazione...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"L'alleanza NASA di Raila Odinga ha un preciso schema politico atto a rimandare le elezioni, posticipandole a dicembre di quest'anno".
La dichiarazione del Presidente della Repubblica del Kenya e candidato della maggioranza alle prossime votazioni nazionali previste ad agosto, è...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Kenya alla vigilia delle elezioni perde l'uomo della Sicurezza nazionale. 
Il Ministro della Difesa, Joseph Ole Nkaissery, è morto improvvisamente la notte scorsa dopo essere stato portato per accertamenti in ospedale a Nairobi.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Per la prima volta dall'inizio della campagna elettorale in Kenya, il candidato dell'opposizione Raila Odinga ha sorpassato il Presidente uscente Uhuru Kenyatta nei sondaggi della società Infotrak.
Si tratta dell'azienda di sondaggi elettorali gradita proprio a Kenyatta, la stessa che...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Altro passo avanti da parte del Governo keniota per decongestionare il traffico di Mombasa, in attesa delle tangenziali che dall'aeroporto collegheranno la città alla Mombasa-Malindi e alla Costa sud.
Ieri il presidente Uhuru Kenyatta con il suo Vice William Ruto,...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Da un'approfondita e quotidiana lettura della situazione politica attuale in Kenya, emerge sicuramente un quadro confuso e di difficile interpretazione di quel che potrebbe accadere il 26 ottobre, giorno delle nuove elezioni presidenziali. Ma anche immediatamente prima e subito dopo.

Ci sarà anche il Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta al vertice del G7 di Taormina che ha luogo oggi e domani. 
La presenza di Kenyatta, come Ambasciatore dell'Africa, sarà limitata ai colloqui bilaterali con ogni singolo partecipante all'importante meeting che vede...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta torna sulla costa per un tour che comprenderà anche Malindi.
La prossima settimana Kenyatta ha in programma anche una riunione all'aeroporto internazionale, per constatare di persona lo stato di avanzamento dei lavori per l'allargamento...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Uhuru Kenyatta sarebbe confermato Presidente della Repubblica del Kenya.
Questo dice il più recente sondaggio dell'agenzia specializzata IPSOS, che segnala il leader del partito di Governo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Non è un invito alla rivoluzione, il tanto atteso discorso di Raila Odinga all'indomani della seconda proclamazione di Uhuru Kenyatta come nuovo Presidente del Kenya.
Il leader dell'Opposizione...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Presidente della Repubblica del Kenya, Uhuru Kenyatta, ha fatto ufficialmente appello a tutte le forze politiche e a tutti i cittadini keniani affinche le prossime elezioni nazionali di agosto si svolgano in un clima di pace e di unità...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' ancora molto più che incerto il futuro politico del Kenya, a un mese dalle elezioni-bis del Paese.
Ieri il Presidente reggente Uhuru Kenyatta ha confermato l’apertura dei lavori del Parlamento a Nairobi.
Nonostante l’Opposizione lo abbia ammonito, affermando che non...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO