Istituzioni

GOVERNO

Il discorso di Capodanno del Presidente Kenyatta

traduzione di Malindikenya.net

02-01-2016 di redazione

Amici keniani,
Siamo giunti alla fine dell'anno 2014 ed apriamo il 2015, ringraziando Dio per tanti motivi. 
Ringraziamo Dio innanzitutto perché ci ha dato in eredità un grande paese dotato di abbondanti risorse.
Come Nazione e Popolo, abbiamo insieme ottenuto molti risultati e resistito anche a parecchie tempeste.
In tutto questo, restiamo grati a Dio per averci portato avanti.
Sono grato a tutti i keniani per il vasto e condiviso supporto per la mia amministrazione nel 2014. 
La vostra resistenza, la determinazione e il duro lavoro si hanno fatto sì che il Paese facesse un passo avanti in modo significativo. 
In particolare, desidero ringraziare voi, miei concittadini, per la collaborazione e sostegno alle agenzie di sicurezza, che hanno lavorato affinché il Kenya rimanesse sicuro e tranquillo durante la stagione festiva.
Abbiamo fatto buoni sforzi per mantenere noi stessi e le nostre famiglie in situazione di sicurezza durante la stagione festiva.
Sulle strade e nelle nostre case, i keniani hanno dimostrato che è possibile essere felici e responsabili allo stesso tempo.
Abbiamo avuto ancora tanti tragici e spiacevoli incidenti sulle strade. Desidero condoglianze alle famiglie delle vittime ed estendere parole di conforto ai feriti.
Allo stesso tempo, è evidente dalle statistiche che i keniani hanno maggiore responsabilità per la propria incolumità. 
Questo si riflette nel calo significativo del numero di tragedie in questa stagione.
Lavoreremo ancora di più per essere sicuri, tranquilli e felici. Mi compiaccio che i keniani, e tutti gli altri che vivono nel nostro Paese, abbiano ascoltato il mio consiglio di svolgere le loro attività senza paura.
Un buon numero di voi ha trascorso del tempo fuori dalle città per godersi le vacanze in varie località del paese. 
Questo dimostra che uniti con uno scopo e in partnership, possiamo rendere prospera la nostra nazione.
Ringrazio tutte le persone che hanno lavorato duramente durante la stagione estiva per garantire che i keniani ed i nostri visitatori avessero le migliori condizioni di permanenza. In particolare, riconosco al nostro personale di sicurezza di avere fatto uno splendido lavoro nel garantire che il nostro Paese non avesse problemi.
Molti keniani hanno sacrificato il loro Natale per assicurare che gli altri fossero sicuri. Apprezzo anche i nostri medici e infermieri che hanno lavorato instancabilmente per assistere i malati e rispondere alle emergenze.
A nome di tutta la Nazione, ringrazio tutti e ciascuno di voi, e vi auguro la benedizione di Dio per il prossimo anno.
Compatrioti, stiamo compiendo un epico viaggio per il nostro destino; una nazione sviluppata, come articolato nel nostro progetto “Vision 2030”.
Noi, un grande popolo di una grande nazione, siamo in un percorso di trasformazione. 
Sappiamo che questo viaggio è pieno di sfide, ma allo stesso tempo è anche pieno di speranze e di promesse.
Ho il privilegio di essere il vostro capo in un momento in cui il nostro continente, la nostra regione e la nostra nazione si trovano al vertice di una storica trasformazione sociale, economica e politica.
Sono orgoglioso che la nostra nazione sia un luogo più promettente per questa aspirazione.
Il Kenya è più che pronto per questo cambiamento radicale. Sarà un viaggio all’insegna della prosperità, di democrazia, equità e libertà.
Entriamo con coraggio nel 2015, esorto tutti noi ad abbracciare lo spirito di collaborazione e di unità guidato da un forte desiderio che contribuirà a rendere il Kenya un paese unito e fecondo.
Cari keniani,
Il 2014 è stato notevole per il nostro paese. Abbiamo raggiunto molti degli obiettivi che ci siamo prefissati. 
Abbiamo fatto grandi passi avanti nel nostro sforzo per migliorare la qualità della vita dei nostri cittadini.
Abbiamo ridotto in modo significativo il costo di energia elettrica (30 per cento) abbiamo iniziato la costruzione della ferrovia a scarto normale da Mombasa a Kampala e parte del programma Lapsset, il porto di Lamu.
Abbiamo ripristinato e ha ampliato il Jomo Kenyatta International Airport, e preparato il terreno della tanto attesa Konza Technopolis.
Inoltre, l'espansione delle nostre infrastrutture di strade e trasporti stanno procedendo in maniera significativa.
Sono inoltre in fase di attuazione programmi che favoriranno la crescità di sanità, istruzione e servizi agricoli.
Continuiamo a migliorare l'erogazione dei servizi pubblici attraverso la creazione dell’agenzia governativa di Huduma, con piattaforme web e di e-Citizen e la razionalizzazione dei processi di e-business in tutto il paese.
Questo ha ridotto in modo significativo i tempi di consegna e i costi per i cittadini e le imprese. 
Il 2014 ha visto un buon numero di società multinazionali fare del Kenya il loro centro di operazioni nel Continente africano.
Il successo degli Euro Bond così come l'espansione dei mercati e l’ingresso di capitali dimostrano la fiducia che gli investitori hanno nella nostra solidità futura.
Inoltre, la trasformazione del settore parastatale creerà un clima di ottimismo per gli investimenti in entrata e uscita dal Kenya. La mia amministrazione continuerà a compiere sforzi specifici per incoraggiare questa tendenza.
Inoltre, la mia amministrazione sta attuando altre riforme volte a creare più posti di lavoro, riducendo ulteriormente il costo della vita. Il business deve rafforzare la competitività del Kenya e contribuire a migliorare la qualità della vita della nostra gente.
Cari keniani,
La scoperta di giacimenti di petrolio, gas, carbone, minerale di ferro e minerali delle terre prosegue in tutto il paese. La mia amministrazione si è impegnata per garantire che questa ricchezza minerale diventi una fonte di reddito e benessere per le generazioni attuali e future.
A questo proposito, abbiamo finalizzato la stesura di leggi per guidare e regolare l'esplorazione, l'utilizzo e il valore aggiunto di queste risorse. Perché Dio ci ha dato ricchezza e questa fortuna non deve mai diventare una maledizione per nostro popolo.
Miei cari compatrioti,
come tutti sappiamo, la più grande sfida che la nostra nazione deve affrontare oggi continua ad essere la minaccia del terrorismo globale.
La mia amministrazione resta impegnata a sradicare il male del terrorismo.
Noi sosterremo decise azioni per combattere questo male in tutte le sue manifestazioni. A questo proposito, la mia amministrazione continuerà a prendere tutte le misure necessarie, secondo la legge, al fine di garantire che i keniani e la loro proprietà rimangano al sicuro. La vita di ogni keniano e le loro proprietà, ovunque esse siano, non sono negoziabili.
Prendiamo questa responsabilità seriamente. Non permetteremo a nessuno di minacciare la nostra vulnerabilità, la libertà e la democrazia.
Democrazia e libertà sono le promesse di felicità, sicurezza e benessere. Non la paura, il dolore e la disperazione. 
Salvaguardando il Kenya, assicuriamo il progresso. Proteggendo la nostra gente, noi proteggiamo la democrazia.
Attraverso la difesa della nostra nazione, difendiamo la nostra libertà. La mia amministrazione non può passare a nessun altro questa responsabilità. 
Non permetteremo che la minaccia del terrorismo possa dissuaderci dal nostro programma di trasformazione.
Cari keniani,
per ogni nazione, i giovani sono la sua più grande risorsa. I giovani del Kenya sono la riserva più versatile, audace, energica e innovativa della nostra popolazione.
Se adeguatamente impegnati, i nostri giovani costituiscono la risorsa più importante per la trasformazione del nostro Paese. 
Il nostro futuro dipende da quanto effettivamente si riesca a sfruttare il potenziale dei nostri giovani.
Nel 2014, la mia amministrazione ha aumentato l'accesso alle opportunità e alle risorse finanziarie per i giovani. 
Faccio appello alla gioventù di trarre pieno vantaggio da queste opportunità. Mi rivolgo ad ogni istituzione e l'ufficio responsabile affinché assicurino ai giovani godono libero accesso alle opportunità. Non vanifichiamo questa risorsa.
Nel 2014 abbiamo rivoluzionato il Servizio Nazionale della Gioventù, con una particolare attenzione per garantire che i giovani siano dotati di adeguate competenze, valori ed etica del lavoro.
Nel proseguo, la mia amministrazione continuerà a rafforzare le misure per proteggere i giovani da manipolazione politica, radicalizzazione, dalla droga e dagli abusi di sostanze e altri vizi.
La creazione di occupazione e di sviluppo delle competenze per i nostri giovani è parte integrante del nostro programma di sviluppo.
Cari keniani,
Come fate voi con i vostri propositi personali per il nuovo anno, dobbiamo anche noi adottare risoluzioni per la nostra nazione.
Nel 2015, la mia amministrazione accelererà i progressi che abbiamo fatto da quando inaugurammo il nostro programma, quasi due anni fa.
Le persone più vulnerabili potranno godere di maggiore protezione sociale. Continueremo a rafforzare il decentramento che è una strada valida per il benessere, se perseguita nel quadro di uno Stato unitario, come previsto dalla Costituzione.
Pertanto, ci aspettiamo collaborazione intensificata e impegni più produttivi con i governi delle contee.
Resteremo impegnati all'ideale costituzionale di una Nazione unita, indivisibile, priva di rivalità etniche, religiose o altre fratture.
Continueremo a costruire le fondamenta del benessere, che passa attraverso le infrastrutture per la trasformazione attraverso lo sviluppo di strade, ferrovie, porti, energia e tecnologia.
I nostri giovani e le donne continueranno a ricevere il supporto necessario per aumentare il loro contributo al nostro progresso. Costruiremo e attrezzeremo nuove scuole, ospedali e stadi. Porteremo avanti il lavoro di coesione nazionale.
Cari keniani,
la corruzione rimane un grave ostacolo per la nostra agenda per lo sviluppo nazionale. I processi governativi diventeranno più trasparenti.
Oltre alla burocrazia, alla politica ai quadri istituzionali, il mio governo vuole digitalizzare le operazioni di servizio pubblico per renderle più trasparenti e quindi eradicare la possibilità di corruzione.
La guerra alla corruzione deve essere e sarà vinta. Nel 2015, esorto tutti i keniani di unirsi a me per uccide il drago della corruzione.
Cari keniani,
Nel 2015, internet raggiungerà tutto il Kenya. Gli agricoltori avranno accesso ai fattori di produzione, la meccanizzazione ei servizi di distribuzione per rendere il settore alimentare keniano più efficiente. I collegamenti elettrici saranno estesi a tutte le scuole elementari del paese. Continueremo i nostri sforzi determinati per radicare il nostro ordine e valori costituzionali in ogni aspetto della vita nazionale.
Soprattutto, sosterremo gli sforzi per mantenere in Kenya sicuro attraverso investimenti nelle istituzioni, nella politica e nelle strutture operative. Il buon lavoro continuerà. Il nostro viaggio continua.
Pertanto, miei fratelli e sorelle, a partire da questo nuovo anno, ci uniremo e ci dedicheremo alla crescita di questa nazione. Rafforziamo il nostro impegno di dedicarci, tutti nessuno escluso, al raggiungimento di un obbiettivo che per noi è più che reale e possibile.
Alziamoci come un solo popolo per rispondere alla chiamata urgente del nostro glorioso destino. 
Se lavoriamo sodo, lavorando insieme ognuno a suo modo ma con la stessa volontà, saremo abbondantemente ricompensati.
Se ci rispettiamo reciprocamente, celebrando la nostra diversità, resistendo alle divisioni e rimanendo uniti, otterremo i risultati.
Che il nuovo anno sia l'anno della famiglia del Kenya, e di ogni singola famiglia in Kenya. Sia 2015 l'anno in cui i legami di amicizia, armonia e amore si cementino. 
Che questo nuovo anno sia un tempo di rinnovamento del nostro sostegno per i nostri bambini e giovani. 
Nel prossimo anno, esorto i keniani a rinnovare la nostra aspirazione comune per la pace, il progresso, l’equità e la giustizia. Stringiamoci la mano e diciamoci che il 2015 sarà il nostro anno. 
L'anno di costruzione sulle solide basi che abbiamo previsto per garantire il futuro del Kenya.
Fratelli e sorelle, Felice Anno Nuovo.
Vorrei per ognuno di voi la benedizione di Dio, il successo e la felicità, continuando a costruire insieme una grande Nazione nel 2015.
Dio Vi Benedica! Dio benedica il Kenya!

TAGS: Discorso KenyattaGoverno Kenya

Non è un invito alla rivoluzione, il tanto atteso discorso di Raila Odinga all'indomani della seconda proclamazione di Uhuru Kenyatta come nuovo Presidente del Kenya.
Il leader dell'Opposizione...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Willy Mtengo è il nuovo parlamentare del distretto elettorale di Malindi. E' stato eletto a grande maggioranza (25 mila preferenze contro le 9 mila del candidato della coalizione di governo Philip Charo) rimpolpando così le fila dei politici dell'opposizione che...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Altro passo avanti da parte del Governo keniota per decongestionare il traffico di Mombasa, in attesa delle tangenziali che dall'aeroporto collegheranno la città alla Mombasa-Malindi e alla Costa sud.
Ieri il presidente Uhuru Kenyatta con il suo Vice William Ruto,...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta torna sulla costa per un tour che comprenderà anche Malindi.
La prossima settimana Kenyatta ha in programma anche una riunione all'aeroporto internazionale, per constatare di persona lo stato di avanzamento dei lavori per l'allargamento...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"L'alleanza NASA di Raila Odinga ha un preciso schema politico atto a rimandare le elezioni, posticipandole a dicembre di quest'anno".
La dichiarazione del Presidente della Repubblica del Kenya e candidato della maggioranza alle prossime votazioni nazionali previste ad agosto, è...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Alla fine il buon senso ha prevalso.
Probabilmente davanti al caos del giorno successivo alla proclamazione del nuovo Presidente e alle dichiarazioni animose della sua fazione, Raila Odinga ha preferito non scaldare ulteriormente gli animi di quella parte di nazione...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' ancora molto più che incerto il futuro politico del Kenya, a un mese dalle elezioni-bis del Paese.
Ieri il Presidente reggente Uhuru Kenyatta ha confermato l’apertura dei lavori del Parlamento a Nairobi.
Nonostante l’Opposizione lo abbia ammonito, affermando che non...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

I residenti di Ganda e di Kwachocha, i sobborghi interessati dallo sgombero degli abusivi per allargale e allungare la pista dell'aeroporto internazionale di Malindi, ne sono certi, tutto si sta preparando per iniziare a far piazza pulita di chi, anni...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il giorno dopo il lancio del programma di Governo della maggioranza, rappresentata dal Jubilee Party del Presidente Kenyatta, anche l'alleanza NASA guidata da Raila Odinga, presenta il suo manifesto elettorale con cui punta a conquistare quei voti necessari a colmare il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L'appuntamento è per le 18.15 alla Kingdom Hall di Malindi, di fronte al Rafiki Hotel.
E' qui che oggi i Testimoni di Geova, in contemporanea con tantissime altre città del mondo, celebrano l'anniversario della morte di Gesì, che secondo il...

Cinquantaquattro anni fa, il 1 giugno del 1963, il Governo Ombra keniano, con Jomo Kenyatta Presidente, forgiò il primo stralcio della Costituzione del Kenya, che poi sarebbe entrata in vigore il 12 dicembre dello stesso anno.
Per questo oggi in...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta ed il suo vice William Ruto hanno lanciato questo pomeriggio allo stadio Kasarani di Nairobi il manifesto elettorale del loro partito Jubilee con i programmi di Governo del prossimo eventuale mandato.

LEGGI QUI I PUNTI FONDAMENTALI

Il Sottosegretario ai Trasporti Irungu Nyakera era ieri all'Aeroporto di Malindi, per incontrare i comitati dei residenti della zona in cui dovranno essere rimosse abitazioni e attività, per far posto alla nuova pista dello scalo internazionale.

LEGGI TUTTO

Ci sarà anche il Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta al vertice del G7 di Taormina che ha luogo oggi e domani. 
La presenza di Kenyatta, come Ambasciatore dell'Africa, sarà limitata ai colloqui bilaterali con ogni singolo partecipante all'importante meeting che vede...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta ha cambiato i suoi piani, decidendo di passare da Malindi ieri e non la prossima settimana, per lanciare ufficialmente l’asfaltatura della strada che porta al Parco Nazionale dello Tsavo Est.

LEGGI TUTTO

Il Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta ha cambiato i suoi piani, decidendo di passare da Malindi ieri e non la prossima settimana, per lanciare ufficialmente l’asfaltatura della strada che porta al Parco Nazionale dello Tsavo Est.
 

 

leggi tutto