Personaggi

PERSONAGGI

Armando Cerato, a Malindi con positività

33 ANNI TRA SAVOIR FAIRE, INVESTIMENTI E COERENZA

17-09-2014 di redazione

Più di trent'anni a Malindi con la stessa compagna, con lo stesso socio in affari, con inalterato amore per il Kenya, il suo clima e la sua natura. 
La storia di Armando Cerato, cuneese arrivato per la prima volta a Malindi nel 1982 e folgorato dal "mal d'Africa", è di quelle che meglio illustrano l'ambizione, la voglia d'avventura e le capacità di tanti italiani in Africa. Da una semplice vacanza, decidendo di esportare in Kenya il suo mestiere, quello di costruttore, Cerato ha costruito hotel, centri commerciali e residenziali. 
E' stato tra i primi a scommettere su Mambrui, ha creato un centro ippico e tante altre cose ancora.
"Dopo una vacanza al Palm Tree - racconta Cerato - mi resi conto che con il mio mestiere avrei avuto da lavorare e potevo scommettere su questo Paese. Decisi di provare per tre mesi e mia moglie Lucia mi promise che se mi fossi trovato bene, mi avrebbe raggiunto". 
E' il 1982 e così avviene. 
Dopo pochi mesi l'incontro con Giulio Bianchi, il socio di sempre. Insieme erigono l'albergo della Malindina, il Jambo Village (dove sorge oggi il Billionaire del conterraneo Briatore), l'African Dream, il Lady Cheetah, il Sabaki Center per conto di Renato Marini. 
Poi la grande intuizione di Kibokoni (che allora si chiamava "Malindi 2"), terreni acquistati a prezzi vantaggiosi e un centro residenziale elegante e appartato, con il primo centro ippico della costa, il Kibokoni Riding Center. "Insieme a Bruno Rossetti, portammo 70 cavalli - ricorda il costruttore - e lo ampliammo con l'Auberge du Chevalier". Da qui una nuova, importante scommessa: la selvaggia e isolata baia di Mambrui: prima della spiaggia di Che Chale, di cui per un periodo presero in gestione ristorante ed alloggi. Armando e Giulio costruirono l'Angel's Bay, 240 bungalow sempre pieni negli anni Novanta grazie ad accordi vincenti con i Tour Operator. "Tutto era avventura - spiega la moglie Lucia - dai safari alle mangrovie con i primi turisti alle puntate a Nairobi a cercare arredamenti coloniali di pregio per l'hotel, tra baazar di indiani e vecchie case di inglesi". 
Alla fine del Millennio, il Kiwi Complex, in pieno centro, con negozi e villette fino al mare, e l'elegante White Beach sulla spiaggia di Casuarina. "Malindi è cambiata in trent'anni - ammette Cerato - come d'altra parte il resto del mondo, ma resta sempre il miglior posto dove vivere. Non potrei mai rinunciare alla sua natura e al suo clima e guardo al Kenya sempre con positività, nel rispetto della sua gente". Oggi Armando Cerato si diverte organizzando riuscitissime feste nella sua Voile Rouge, sulla spiaggia del Kiwi Complex e si gode i frutti di 33 anni di professionalità, investimenti e coerenza.
 

TAGS: Armando CeratoLa voile rouge Malindi

Torna venerdì sera, 10 febbraio, alla Voile Rouge di Malindi, la storica festa della luna piena.
L'appuntamento con la tradizionale festa "fai da te" in corrispondenza della fantastica "full moon" dell'equatore, è come sempre intorno alle 20 alla Voile Rouge, il...

Per ritrovarsi alla luce della splendida luna africana e allo stesso tempo scambiarsi gli auguri di Natale, gli amici della Voile Rouge hanno organizzato per venerdì 22 dicembre dalle 20 la loro tradizionale "Festa della Luna" con...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L'occasione per ritrovarsi e farsi i primi auguri di Natale a Malindi è data venerdì 23 dicembre dalla Festa della Luna della Voile Rouge, il ritrovo sulla spiaggia nel centro di Malindi creato da Armando e Lucia Cerato con Giulio...

LEGGI TUTTO

Quest'anno il beach party di Capodanno sarà nella storica e affascinante cornice del White Elephant di Armando Tanzini. 
Questa la...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Salutare l'anno nuovo e archiviare il 2016 al caldo, sotto un cielo stellato e in mezzo alla Natura della costa keniota, ecco dove!
C'è l'imbarazzo della scelta per chi vuole trascorrere la serata di S.Silvestro e attendere il Capodanno keniano...

LEGGI QUI TUTTI GLI EVENTI

Quasi trent'anni ininterrotti di Kenya ("ma sono 35 dalla prima volta che misi piede in questo paradiso") e milioni di piatti serviti a turisti, residenti e cittadini africani, per non parlare delle pizze. 
Eugenio Del Curatolo, 76 anni, è il...

LEGGI LA STORIA

La nuova stagione dello storico White Elephant di Malindi, tra le tante novità, ripropone il Beach Party del venerdì.
Da questa sera, con una formula inedita che prevede anche...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il primo dei reportage allestiti dalla rivista di moda e costume Diva & Donna aveva riguardato le rovine di Gede, che avevano fatto da scenografia alla presentazione di una linea estiva molto...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Che Pinocchio sia la favola più esportata d'Italia non è un mistero: l'internazionalità della fantastica vicenda e della sua morale hanno conquistato bambini e non solo di tutto il mondo.
Il legame con l'Africa...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una serata d'altri tempi e forse d'altra Malindi, quando si riempiva la discoteca Stardust, tempio delle notti brave della costa, anche di pomeriggio.
Tempi in cui le partite di calcio venivano trasmesse...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Sarà proiettato in anteprima a Malindi martedì 7 novembre il documentario del regista Giampaolo Montesanto "Italiani in Kenya".
La proiezione andrà in scena alle...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Conservatorio di Musica di Nairobi, dopo un anno, sarà di nuovo a Malindi il prossimo venerdì 18 novembre, con tutti i suoi musicisti.
Il concerto si terrà presso il White Elephant Art & Creativity Lodge, a partire dalle 18:00. Il White Elephant...

LEGGI TUTTO

Di quale Kenya vorrà parlare il giornalista e anchorman Gad Lerner, all'interno del suo nuovo programma "Ricchi e Poveri" che esordisce domani sera, domenica 12 novembre, in seconda serata su Rai Tre?

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il "salotto" in savana riaprirà i battenti il prossimo 20 luglio, dopo l'esondazione del fiume Galana che lo aveva ricoperto di fango e detriti, ma fortunatamente non...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Sono terminate le riprese del docufilm "Italiani in Kenya", mediometraggio commissionato dal Ministero degli Esteri italiano, tramite l'Istituto Italiano di Cultura di Nairobi, nell'ambito della settimana della lingua italiana nel mondo. 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L'esplorazione malindina del regista Giampaolo Montesanto ha avuto il suo momento pubblico con la proiezione del documentario "Italiani in Eritrea" e la presentazione del progetto "Italiani in Kenya" a cura dell'Istituto Italiano di Cultura di Nairobi e finanziato dal Ministero...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO