Personaggi

PERSONAGGI

Daniela e la sua lunga storia d'amore con il Kenya

"Vivere qui ancora mi rapisce e mi commuove"

29-11-2016 di redazione

Tra qualche mese raggiungerà la fatidica tappa dei cinquant’anni, ma quest’anno ha già festeggiato le nozze d’argento con il suo grande amore, l’Africa.
Daniela Maggi, milanese, esperta di marketing e di viaggi, si è sposata con il Kenya poco dopo averci messo piede per la prima volta.
“E’ stato amore a prima vista – racconta Daniela, oggi direttore commerciale di African Guide Adventure a Watamu -  sono partita per una semplice vacanza insieme ad un’amica nel 1990. La destinazione inizialmente avrebbe dovuto essere la Thailandia, ma si vede che qualcuno lassù aveva già deciso tutto…problemi con la prenotazione nel Sud Est Asiatico e così è saltata fuori la possibilità del Kenya! Appena scesa a Mombasa ho sentito aria di casa.
Dopo il mare di Diani Beach e un safari nel Masai Mara che mi ha preso il cuore, non ho avuto dubbi: sarei rimasta in Africa”.
Come per le grandi cotte, Daniela ha deciso di rivoluzionare la sua vita su due piedi.
“A quei tempi lavoravo nel settore marketing di una grande multinazionale. Non c’erano ancora i telefoni cellulari, così mi sono licenziata via fax e dopo un breve rientro in Italia sono tornata in Kenya dove ho iniziato una collaborazione con un noto Tour Operator dell’epoca. Da lì è iniziata la mia fantastica love story con questo Paese”.
Un’avventura che l’ha portata a vendere il paradiso in cui vive ai turisti italiani ed internazionali e soprattutto a stare a contatto con il mare e la savana, le sue due grandi passioni.
“Amo questa natura infinita – conferma Daniela - la savana che mi emoziona ancora quando sono in safari, amo la costa e quei dettagli a cui dovrei essere ormai abituata ma che non mi bastano e non mi stancano mai. Non rinuncerei mai alla vita libera che posso permettermi di fare, insieme alla gente e alle caratteristiche di questo Paese. E infine amo il clima della costa keniana,  per me è fondamentale poter godere dell’estate dodici mesi all’anno. Il mio mal d’Africa è questo e quando sono altrove provo una sofferenza proprio come quando sei perdutamente innamorato di una persona e te ne devi allontanare. Sento sempre un richiamo e una nostalgia che mi fanno ancora commuovere”.
L’amore vero sa rinnovarsi ogni giorno, proprio come la Natura africana.
“Io ti conosco da sempre e ti amo da mai” canta Gino Paoli (altro malato di Kenya) in “Una lunga storia d’amore”. La passione infinita di Daniela l’ha portata a realizzare il suo sogno nel sogno.
“Da quest’anno lavoro in proprio – spiega - organizzo safari esclusivi insieme a due veri esperti del settore Leonardo Mancini e Nilde Evangelista e gestisco con loro anche un boutique hotel, l’Alawi, un piccolo gioiello che si affaccia sulla Jacaranda Bay di Watamu”.
Il Kenya per la manager milanese significa anche rapportarsi quotidianamente con la popolazione locale e con i turisti e le loro esigenze.
“Il mio rapporto con i kenioti è sempre stato buono e amichevole. Certo, sul lavoro non mancano le arrabbiature, come peraltro succede ovunque, ma c’è confronto e mi piace frequentare la comunità locale anche fuori dall’ambiente lavorativo. Con i turisti c’è un rapporto professionale e quando c’è rispetto reciproco nascono anche piacevoli incontri. Inoltre a Watamu e Malindi ci sono anche tanti connazionali con cui nel tempo, complice l’amore per questo Continente, si sono cementate belle amicizie. Spesso con chi conosco da tanti anni ricordiamo un Kenya che oggi non c’è più, un luogo ancor più da “sogno” e dalla vita semplice che non aveva bisogno di nulla, tecnologia compresa. Allora il Kenya era una destinazione d’elite, poi sono arrivati anni difficili. Ne abbiamo viste tante, ma sono convinta che presto ritornerà ai suoi splendori e i viaggiatori sapranno apprezzare questo paradiso unico al mondo e chi lavora e organizza con passione e mestiere il loro soggiorno”.
Sembra proprio che la lunga storia d’amore di Daniela debba ancora scrivere le sue pagine migliori.

TAGS: Daniela MaggiAfrica Safari GuideAlawi Boutique HotelDaniela WatamuAlawi Kenya

E' uscito nei giorni scorsi il secondo numero del magazine semestrale in inglese "What's Best in Kilifi County", realizzato dallo studio grafico italiano Artemysia e coordinato da noi di Malindikenya.net, in collaborazione con Kenya Tourist Board, THR, Kenya Airport Authority...

LEGGI TUTTO E GUARDA IL MAGAZINE

Un piacere in più nella meraviglia. Quest'anno per i safari in Kenya è stato il boom di richieste di cene o aperitivi nel mezzo della Savana.
Un modo in più per godersi una situazione indimenticabile, non solo durante i "game...

LEGGI TUTTO

Una serata di San Valentino sotto le stelle, con una luna quasi piena e tutto il romanticismo che la costa del Kenya è capace di far scaturire, nel caldo della piena estate sulla costa dell'Oceano Indiano.
A Malindi e Watamu...

LEGGI CLICCANDO QUI TUTTE LE PROPOSTE

Si chiama "Progetto Arcobaleno" e il primo obbiettivo è il rifacimento della Happy Nursery School di Mtangani, uno dei quartieri periferici di Malindi. I lavori sono iniziati martedì scorso e sono finanziati da due Onlus italiane: Mama Afrika, che opera...

LEGGI TUTTO

Il Safari da Malindi e Watamu da quest’anno è decisamente più “friendly”, nel segno della professionalità e del piacere di vivere un’esperienza che merita di godere dei migliori servizi a prezzi accessibili.
 

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

In Kenya c’è chi ama andare oltre il safari tradizionale e ha la passione, l’entusiasmo e la competenza per proporre sorprendenti variazioni sul tema e mete inusuali tutte da vivere.
Le guide creative e professionali di Kenya Safari Explorer  sono...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

La notizia è di quelle che fanno ben sperare per la ripresa del turismo italiano nella costa nord del Kenya, a Watamu, Malindi e Mambrui.
Con l'arrivo di un buon numero di villeggianti, nelle due settimane centrali di agosto, si...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dopo due anni di crisi del settore turistico, dovuta soprattutto alle paure e alle campagne mediatiche conseguenti all'attentato terroristico all'Università di Garissa dell'aprile 2015, il Kenya torna ad essere considerata una delle mete top per il turismo mondiale.
 

LEGGI TUTTO

Ho letto con attenzione l'articolo di Daniela Venturelli sul volontariato spesso poco corretto di alcune associazioni. 
Fa riferimento a progetti a Chakama molto sponsorizzati da una onlus di cui si sono perse le tracce e che ha lasciato molte delusioni...

LEGGI TUTTO L'INTERVENTO

Il sacro furore della passione e dell’arte fin da ragazza, la popolarità sugli schermi di televisione e cinema a soli 17 anni e una carriera di fotomodella e di icona per stilisti e creativi internazionali.
Una bellezza non priva di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Non è una novità e non è da quest'anno che chi vive a Malindi, Watamu e Mambrui sta notando come il periodo che va dalla metà di settembre alla fine di ottobre sia in assoluto quello che vede affiacciarsi alla costa...

LEGGI TUTTO

Apre i battenti a Nairobi il primo hotel all'interno dell'aeroporto internazionale Jomo Kenyatta. 
Si tratta del Lazizi Hotel, di proprietà di una compagnia indiana e gestito dalla catena Sarovar.
L'hotel ha 144 camere ed è pronto ad ospitare, oltre agli...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La recente visita in Kenya del miliardario cinese Jack Ma, inventore del colosso mondiale delle vendite online Alibaba.com, sembra avere scatenato un ulteriore “effetto safari” sul popolo cinese e specialmente su quella fascia medio-alta di turismo che negli ultimi anni...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dopo quattro giorni di vacanze supplementari al Whitesands di Mombasa e in altri hotel cittadini, la truppa di 200 italiani circa che hanno dovuto rimandare il rientro in Italia via Istanbul con Turkish Airlines, per via dell'emergenza neve nella capitale...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La neve che ha aggredito in questi giorni Istanbul ha reso difficile il rientro a decine di connazionali che avrebbero dovuto terminare le loro vacanze a Malindi e Watamu in questi giorni. 

LEGGI TUTTO

Quando il turismo da safari può salvare gli animali. 
I nostri "Amici dello Tsavo" questa volta durante una delle loro escursioni con i clienti appassionati, hanno fatto salvare un cucciolo di leone rimasto impigliato al collo in un cavo d'acciaio...

LEGGI TUTTO