Personaggi

PERSONAGGI

Enzo e Gianluca, a Malindi gli artigiani delle pietre

Un'antica arte italiana unita alle risorse del Kenya

28-06-2015 di redazione

E’ una storia di amicizia, di professionalità, di passione e di quello spirito artigiano che ha fatto grande l’Italia in tutto il mondo nel secolo scorso e che oggi si ritrova solo perlustrando gli angoli più reconditi di mondo. Vincenzo "Enzo" La Camera, 56 anni costruttore ligure di origine calabrese, si trasferisce a Malindi dieci anni fa e inizia a svolgere il suo mestiere con profitto, grazie anche al periodo di sviluppo edilizio sulla costa keniana. Tra le varie cose, si rende conto che in Kenya non c’è nessuno che sa lavorare e valorizzare le pietre locali, secondo la tradizione delle sue zone, Lavagna, Ardesia e Fontanabuona, ma anche la più famosa Carrara, non lontana da Chiavari dove ha sempre risieduto. 
Così decide di chiamare l’amico cinquantaduenne Gianluca Frandi, che viene da una famiglia di artigiani delle cave di pietra la cui storia merita di essere tratteggiata. 
Giancarlo Frandi, professore a scuola, nel secondo dopoguerra decide che per mantenere la famiglia deve inventarsi un secondo lavoro e mette a frutto l’esperienza della sua gente, aprendo le prime cave di ardesia in Italia. Un pioniere che trasforma la necessità in passione e poi in grande esperienza, la stessa che trasmette ai figli che fin da ragazzi vivono tra pietre e polvere. Gianluca poco a poco prende le redini dell’attività paterna fino a quando le problematiche italiane nel gestire un’attività, sia pure di quelle che danno lustro al nostro Paese, lo portano a considerare il trasferimento all’estero. 
La perdita del padre accentua questa scelta, tanto che Gianluca porta a Malindi anche la moglie Luciana e la figlia Lucrezia, che frequenta la scuola internazionale nella cittadina turistica sulle rive dell’Oceano Indiano. 
L’amico Vincenzo gli fa da Anfitrione ed insieme scoprono un paradiso nel paradiso, ovvero una quantità e qualità di pietre da levigare, lucidare, trasformare in utili accessori per la casa o in vere e proprie opere d’arte sotto forma di decorazioni, pavimenti, sanitari e quant’altro.
“E pensare che fino ad oggi il Kenya ha sempre importato le pietre lavorate dall’India, o marmi e travertini dall’Italia – spiega Vincenzo – quando in casa ha materie prime splendide: dalla galana, utilizzata grezza quasi esclusivamente per pavimenti, al corallo usato in blocchi per l’edilizia, all’ardesia, che dopo tante ricerche abbiamo finalmente trovato”.
La ricerca e la conoscenza del Paese di Vincenzo sono fondamentali, l’esperienza e la competenza di Gianluca fanno il resto. Oggi i due hanno un’azienda unica in tutta l’Africa Orientale. 
Un’impresa che attinge dalle risorse locali, crea lavoro a più livelli, dai cavatori agli operai che imparano un mestiere che purtroppo nel nostro Paese sta morendo, producendo pezzi unici e di pregio. I due si occupano di tutto, dall’estrazione al prodotto finito. Producono loro persino le colle, mastici e protettivi idrorepellenti.
“E’ un lavoro appassionante – spiega Vincenzo – per scoprire nuove pietre, spesso ci avventuriamo nella savana e nelle foreste africane, dormendo in capanne o in macchina. Ma abbiamo scoperto cose fantastiche”.
“Lavorando la pietra di galana – lo incalza Gianluca - ad esempio si possono fare sanitari e cucine, oltre che pavimenti. Abbiamo scoperto una bellissima ardesia rossa. Il corallo del Kenya poi ha la stessa consistenza del travertino italiano, ed è molto più bello, grazie alle sue venature purpuree e rosa. Ma nessuno lo aveva mai lucidato e stuccato prima d’ora”. 
Il Kenya è un Paese in continua crescita e la richiesta di materiale di pregio e lavorazioni professionali è in continuo aumento, ma i due amici chiavaresi mantengono l’umiltà ed il piacere di un lavoro non seriale ma di qualità che caratterizza gli artigiani di una volta. “Potremmo trasferirci a Nairobi, che sta diventando una delle città più ricche del mondo –spiegano – ma siamo venuti in Kenya per poter fare un mestiere antico che ci dia da campare senza affanni, e che possa rimanere allo stesso tempo la nostra passione, il nostro hobby. Questo in Italia non era più possibile e siamo felici di esserci trasferiti a Malindi, dove la qualità della vita è migliore e il rapporto con la gente del posto è ottimo”. 
Per Vincenzo c’è anche qualcosa in più e i suoi due figli metà italiani e metà africani lo dimostrano.
Il Kenya è un luogo in cui si può ricominciare, in tutti i sensi. 
Specialmente se si conosce ancora il significato della parola “passione”.

TAGS: Vincenzo La CameraGianluca FrandiEnzo e Gianluca MalindiPietre Kenya

Fatuma di secondo nome si chiama Freedom, libertà, e quello che sogna è di poter essere ancora un po' libera di decidere della sua vita. Molti italiani a Malindi, specie i residenti storici e chi frequenta questo angolo di Kenya...

LEGGI TUTTO

Fatuma Freedom Prezioso non ce l'ha fatta. 
E' spirata ieri notte a Mombasa, dove si era recata per l'ennesima visita di controllo.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Pochissimi, tra gli abituali frequentatori di Malindi, non sanno chi è Vincenzo Prezioso.
Mi piace parlare di lui al presente, anche se da poche ore non c'è più.
Perchè Vincenzo è stato una delle anime di Malindi, uno degli italiani...

LEGGI TUTTO IL RICORDO

Una mattinata di ordinaria follia a Nairobi, in concomitanza con l'arrivo nella Capitale di Raila Odinga, dopo un viaggio all'estero tra Stati Uniti e Germania. Una folla di

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La Contea di Nairobi aiuterà le piccole e medie imprese a crescere.
Secondo un accordo firmato dal neo Governatore di Nairobi Mike Mbuki Sonko e la Camera di Commercio e dell’Industria del Kenya (KNCCI), le imprese locali gestite al femminile...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La Tsavorite compie cinquant’anni.
La pietra verde che prende il nome dal Parco Nazionale dello Tsavo è stata scoperta nel 1967 dal geologo scozzese Campbell Bridges.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Giovedì con cena e musica dal vivo al Baby Marrow di Malindi.
Nell'ambito delle serate piacevoli che il rinomato locale di Vasco Da Gama Road è solito offrire alla sua clientela, si torna ad apprezzare la bravura, la classe e l'esperienza del Maestro...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Romina Pugliese è una bella ragazza di 22 anni che vive a Ginosa, in provincia di Taranto, è mamma da quattro mesi di una splendida bambina ed innamorata del suo compagno che gestisce il frequentatissimo bar nel centro della cittadina.LEGGI TUTTA LA STORIA E GUARDA LE ALTRE FOTO

Dalla sopravvivenza intellettuale nella Torino degli anni di Piombo, a quella sportiva nella savana del Kenya.
La storia di Enzo Maolucci, professore delle medie negli anni Settanta, poi cantautore con all’attivo uno degli album più intensi del cantautorato rock italiano...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Molte le adesioni all'incontro di oggi, lunedì 28 settembre, tra i residenti e gli investitori italiani a Malindi, Watamu e Mambrui e i rappresentanti del Governo keniano e di enti governativi, oltre all'Ambasciatore d'Italia in Kenya Mauro Massoni, che per...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una bella serata rievocativa a Malindi per festeggiare il cinquantesimo anniversario del primo lancio di un missile dalla base italiana San Marco di Ngomeni.
L'emozione è stata rappresentata dal ritrovare alcuni veterani che hanno lavorato in quegli anni così lontani,...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

Le studentesse della Coast Girls Secondary School di Mombasa hanno felicemente messo a punto un antidoto al morso dei serpenti velenosi e alla puntura degli scorpioni, utilizzando una piccola pietra nera che da tempo viene utilizzata tradizionalmente dalle tribù della...

LEGGI TUTTO

La compagnia italiana di safari Bush Company, con il KWS, sponsorizza il rispetto delle regole nello Tsavo.
La settimana scorsa nello Tsavo la compagnia di safari dell’italiana Camilla Frasca Caccia, unica guida professionale italiana con certificazione “Silver” KPSGA, ha portato...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Entro questo fine settimana si saprà qualcosa di definitivo sul futuro politico del Kenya.
Le elezioni dell'otto agosto hanno lasciato lo strascico del ricorso presentato alla Corte Suprema dall'opposizione, rappresentata dall'alleanza NASA e dal suo candidato premier Raila Odinga.
Odinga...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Nessun incidente grave durante la mattina di elezioni in Kenya.
L'indole pacifica della stragrande maggioranza dei keniani sta...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Si chiamerà Africa Academy for Tax and Financial Crime Investigation, la partnership creata lo scorso 13 giugno a Berlino tra Germania, Italia e Kenya, con la supervisione dell'Organizzazione Internazionale per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE).
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO