Personaggi

PERSONAGGI

Michele Capri, dalla saponaria alla bresaola keniota

Le mille idee di un italiano creativo in cerca di partner commerciali

22-01-2019 di Freddie del Curatolo

Dalla pietra saponaria alla bresaola e mille altre avventure in giro per il Kenya.
Questo è Michele Capri, eterno ragazzo lombardo trasferito da più di trent’anni in Africa, dove ha famiglia e figli, e una tranquilla (all’apparenza) vita tra le colline e la natura della Rift Valley.
Approdato come tanti a Malindi nei suoi anni d’oro ed averla frequentata a cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta (“formidabili quegli anni” avrebbe detto qualcuno) Michele si è trasferito a Tabaka, tra il Masai Mara e la splendida via del tè, dove ha intuito che il business artigianale della pietra saponaria si poteva evolvere: dal normale artigianato per turisti, ad oggetti di design, di arredamento e di utilizzo quotidiano, come piatti e utensili per la casa. 
Dalle cave di pietra alle grotte dove confezionare altre meraviglie per il vulcanico Michele il passo è stato breve.
“In questa zona c’è la carne bovina migliore che abbia mai visto – spiega Michele – e ciò è dovuto al fatto che qui piove un poco tutti i mesi dell’anno, di conseguenza cresce un’erba buonissima che gli animali mangiano. Bisognava approfittarne, aggiungendo un po’ della nostra arte italiana. Così ho pensato alla bresaola: in più ho trovato che il clima e le condizioni di stagionamento sono perfette. Dieci anni fa ho iniziato quasi per scherzo, preparandole e confezionandole per gli amici, ma piano piano in tanti me le chiedevano ed erano disposti a pagare, e ora vorrei che potesse diventare un business con tutti i crismi, ma avrei bisogno di un partner serio per la commercializzazione”.
Michele e sua moglie scelgono personalmente i tagli delle cosce posteriori del bovino, li ripuliscono da pelle e grasso, li ricoprono saggiamente con sale ed un misto di spezie (e conservanti naturali come pepe nero e cannella) e lasciano seccare, rigorosamente appese, nella cantina di casa.
Davanti agli occhi degli ospiti di Michele, la scena è pura Valtellina.
Tanto che dalle sue parti si colgono anche profumatissimi funghi, che sulla bresaola sono la ciliegina sulla torta.
“Ormai con l’esperienza acquisita siamo pronti ad espanderci: abbiamo tutti gli standard di igiene, sicurezza e qualità – rivela il connazionale creativo - La bresaola, anzi "Kisaola" come l'abbiamo ribattezzata, fatta come si deve è un alimento salutare, ricco di proteine e perfetto per un’alimentazione equilibrata. Un cibo gustoso che il mercato keniano ancora non conosce e che nessuno ancora produce”.
La passione di Michele è trascinante, parlerebbe per ore di tutti i suoi progetti e chi fosse interessato ad un’attività “low profile” ma redditizia, non per fare i milioni ma per vivere in maniera soddisfacente in Kenya lavorando il giusto, può chiamarlo al +254720288283 (anche whatsapp).                       

TAGS: michele capriitaliani kenyapersonaggi kenya

Ecco un estratto video della fantastica serata musicale a Malindi, Shala Heart, di mercoledì 14 novembre con il violinista Francesco D'Orazio accompagnato al piano dal Maestro Michele Visaggi.
Evento promosso dall'Ambasciata d'Italia in Kenya con l'Istituto Italiano di Cultura di...

GUARDA IL VIDEO

Si chiama "Patrimonio Italiano Tv" ed è una televisione online che si connette con tutti i Paesi del mondo in cui ci siano connazionali di cui vale la pena raccontare le storie.
Il suo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Torna la voglia di vivere Malindi e torna il piacere delle feste degli italiani nelle tante splendide ville di Casuarina e dintorni.
Un sintomo felice della ritrovata serenità e sicurezza della località turistica che spesso viene data per morente o...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

In cinque giorni abbiamo raccolto già 3000 euro, e siamo a più di un terzo dell'obbiettivo che ci siamo prefissi, 1 milione di scellini.
Questo il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Sono terminate le riprese del docufilm "Italiani in Kenya", mediometraggio commissionato dal Ministero degli Esteri italiano, tramite l'Istituto Italiano di Cultura di Nairobi, nell'ambito della settimana della lingua italiana nel mondo. 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un concerto suonato e raccontato, la "voce" incantevole di un violino narrante e l'accompagnamento di un piano immerso nella Natura africana.
Molto più di un evento di musica classica, quello di ieri sera nello spazio d'arte e cultura "Shala Heart"...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Vivaldi, le sue stagioni e il barocco veneziano per un pomeriggio rivivranno in un giardino tropicale di Malindi, grazie alle note dei musicisti Francesco D'Orazio (violino) e Michele Visaggi (piano).
L'iniziativa, promossa...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Terza puntata della felicissima rassegna "Io conosco il canto dell'Africa", un successo di pubblico e applausi nei primi due giovedì al Baby Marrow di Malindi.
Dopo Frank Sinatra ed Ernest Hemingway, giovedì...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il 2017 a Malindi e Watamu incomincia nel segno dei personaggi che scelgono il Kenya per riposarsi e prendere un po' di caldo.
C'è chi ha deciso di far passare le feste (o aveva il classico impegno inderogabile del concerto...

LEGGI TUTTO

Mezza Nairobi si è trasferita sulla costa keniana per le vacanze di Natale e di fine anno, unitamente a qualche migliaio di turisti europei, soprattutto italiani ed inglesi. Per questo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il progetto Real Malindi cresce grazie alla generosità dei lettori italiani di malindikenya.net.
Ieri finalmente sono arrivate le scarpine da calcio per gli studenti della scuola primaria di Ganda, popoloso sobborgo di Malindi da dove abbiamo deciso di...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Fantastica la risposta di residenti e turisti per il concerto-evento promosso dall'Ambasciata d'Italia in Kenya e dall'Istituto Italiano di Cultura di Nairobi e organizzato da Malindikenya.net con l'aiuto di imprenditori e privati di Malindi.
Per ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Non c’è dubbio che il sole sia nel suo destino, così come è nel suo DNA di napoletano verace.
Lucio Caizzi, attore comico e cabarettista classe 1959, da più di trenta è sui palcoscenici di tutta Italia e dietro le...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Questa mattina, venerdì 25 agosto, alle 11 alla S.Anthony Church di Malindi dietro Lamu Road a Malindi, verrà dato l'ultimo saluto al "Colonnello" di Malindi Tiziano Traldi, scomparso la scorsa settimana a ottantacinque anni. (LEGGI QUI IL RICORDO...

Si chiude giovedì sera, 11 gennaio, al Baby Marrow Art Restaurant di Malindi, la fortunata rassegna di racconti, canzoni, poesia e musica "Io conosco il canto dell'Africa", ideata da Freddie del Curatolo con la collaborazione artistica di Marco Bigi.
L'ultima delle...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una "Radiomalindi" dal vivo, ogni giovedì al Baby Marrow Art & Food Restaurant.
Questa l'idea di Freddie del Curatolo per intrattenere a modo suo gli italiani che passeranno l'agosto sulla costa keniana.
Si chiama "Good Night Malindi" il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO