Personaggi

PERSONAGGI

Stefania Livi è WIld (Side Shop), la "griffe" di Malindi

"ESSERE COPIATA DA TUTTI E' UNO STIMOLO CREATIVO"

23-02-2015 di redazione

Con una battuta, da tanti anni diciamo che a Malindi "la Stefi" vanta più tentativi di imitazione della Settimana Enigmistica.
Per chi non la conoscesse, lei è Stefania Livi, titolare della boutique "Wild Side Shop" al Galana Center di Malindi. Milanese, da poco over fifty, è arrivata in Kenya nel 1992 e pochi mesi dopo aveva già il negozio di riferimento per chi desiderava creazioni originali, abbigliamento ed accessori, che abbinassero il gusto europeo ai materiali e alla fantasia africana. "Sono cresciuta tra stracci e ornamenti - racconta Stefania - la mia famiglia lavorava nell'abbigliamento da generazioni. Quando ho avuto la possibilità di farlo anch'io nel luogo che avevo eletto a mia nuova casa, non ho avuto dubbi".
La passione di Stefania è poter esprimere la sua creatività a 360 gradi, scoprendo materiali, abbinandoli con altri, disegnando le sue linee e insegnando ad artigiani locali a fabbricarle. Negli anni Novanta per prima ebbe l'intuizione delle borse ib bakuba, il particolare tessuto congolese.
Da allora Malindi è piena di quelle borse, quasi fosse una peculiarità storica della cittadina. Ormai sono quasi tutte imitazioni del "marchio di fabbrica" originale. Stefania ne è quasi contenta.
"La concorrenza di chi mi copia è un grande stimolo - spiega la titolare di Wild Side Shop - e io li faccio impazzire creando sempre qualcosa di nuovo, di diverso. E sono anche contenta che mi imitino i kenioti e grazie a questo abbiano imparato un mestiere e portino a casa uno stipendio. Mi arrabbio un po' di più quando a copiarmi sono i mzungu, in particolare gli italiani".
Succede. Ma è davvero un'impresa, stare dietro alla fantasia e alla professionalità di Stefania. Dopo i bakuba, ha utilizzato i coloratissimi khanga tanzaniani per confezionare vestiti, camicie, pantaloni ed accessori. Ora è passata al kithenge nigeriano, altro simbolo del Continente Nero, che abbina con grande eleganza a tagli molto classici e ad ornamenti locali. Insomma, la banalità non vive a casa sua.
Un altro aspetto che rende unica la produzione di Stefania Livi è l'amore per l'arte, che l'ha portata in più di un'occasione a collaborare con pittori e fotografi che gravitano attorno a Malindi e Watamu. Ha ospitato spesso e volentieri nel suo negozio esposizioni di quadri e ha anche lanciato linee di accessori e indumenti (borse, pochette, portafogli, ma anche t-shirt) ispirate a fotografi d'Africa, come Francesca Partesi e Giampaolo Tomasi.
Entrare nel Wild Side Shop è sempre una bella esperienza, come visitare una mostra.
C'è sempre qualcosa di nuovo da vedere o rivedere con occhi nuovi. Wild Side ormai è la "griffe" più conosciuta di Malindi e inizia a lavorare anche online, per non parlare delle richieste di spedizioni in Italia. Ma Stefania Livi rimane felicemente a Malindi. "Dopo tanti anni il Kenya continua a darmi l'opportunità di esprimerela la mia voglia di inventare e di confrontarmi con nuovi stili e materiali - spiega la stilista - la vita tranquilla e a contatto con la natura certamente aiuta". 
 

TAGS: Stefania LiviWild Side Shop MalindiBoutique MalindiStefi Malindi

Un appuntamento davvero speciale quello organizzato in collaborazione tra il nuovo Bar Bar di Malindi, al Sabaki Center, e la storica boutique italiana Wild Side Shop che oggi ha il suo negozio proprio di fronte, al Victoria Plaza.
Questo venerdì...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una serata da Malindi degli anni d'oro, quando la comunità italiana quasi ogni sera s'inventava un modo per esternare il piacere ed il senso di libertà di soggiornare sulla costa del Kenya.
Non solo era un'altra Malindi, ma soprattutto era...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

In cinque giorni abbiamo raccolto già 3000 euro, e siamo a più di un terzo dell'obbiettivo che ci siamo prefissi, 1 milione di scellini.
Questo il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' in vendita a Watamu un piccolo gioiello adibito a Boutique Hotel, a due passi dal centro della località turistica e non lontano dalle bianche spiagge dell'Oceano Indiano. Un'occasione per...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' partita ieri mattina la raccolta di solidarietà della comunità italiana in Kenya e di tutti i connazionali che lo frequentano.
Su iniziativa del nostro...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Tanti anni sulle navi da crociera di mezzo mondo, più di dieci stagioni d'Africa e una grande passione che è ora diventata una professione. Per Alberto Michieli e Jean Pierre Monti il Kenya è stato rivelatore. Prima la scelta di...

LEGGI LA STORIA COMPLETA

Si chiama "Virry VR: Wild Encounters" (incontri selvaggi), ed è un nuovo videogame per Playstation che sta per essere lanciato in tutto il mondo.
La particolarità è che...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Papa Remo Beach chiude per un giorno al proprio pubblico, che mai come quest'anno sta felicemente frequentando il meraviglioso locale di Watamu, il suo ristorante e i lettini in riva al mare, per ospitare una cerimonia privata.
Si tratta del...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Anche l'ultimo appello in Corte dei produttori keniani di sacchetti e borse di polietilene è stato respinto.
Da domani entrerà in vigore la legge che mette definitivamente al bando in Kenya i sacchetti di plastica.
Il comunicato ufficiale si può...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' una di quelle occasioni da prendere al volo per chi vuole trasferirsi e magari iniziare un'attività di Bed & Breakfast o piccolo boutique hotel da gestire a Malindi.
E' in vendita...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La multinazionale francese di articoli sportivi Decathlon è pronta a sbarcare in Kenya.
Aprirà il prossimo anno il suo primo retail shop a Nairobi, contando sullo sviluppo della capitale e della possibilità di raggiungere tutto il Paese tramite il negozio online (già...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Al posto del supermercato Nakumatt di Malindi, chiuso definitivamente il 31 dicembre del 2017, potrebbe arrivare nientemeno che la catena francese di grande distribuzione Carrefour.
La multinazionale che ha già...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Le tendenze del turismo sulla costa keniana dicono chiaramente che a Malindi conviene aprire o gestire piccole e curate soluzioni alberghiere, sul genere di ville o boutique resort con poche camere, curati e in zone tranquille.
E' il caso...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Nell'ambito degli weekend dedicati all'arte e al talento locale, anche questa sera al Baby Marrow durante la cena, il pittore tanzaniano Feruzi espone le sue opere e presenta in diretta l'arte africana del "tinga tinga" di cui lui è uno dei...

LEGGI TUTTO

La serata conclusiva del Malindi Talent Music Festival è affidata allo splendido scenario del Kilili Baharini Resort & SPA di Casuarina.
A partire dalle 18 ci sarà una sfilata di moda con le creazioni della boutique malindina...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Da quando c'è turismo in Kenya, e in particolare nelle località costiere, è viva tra gli occidentali (i cosiddetti mzungu) la moda di farsi le treccine all'africana.
E' un'abitudine che in gran parte affascina le ragazze, ma anche qualche uomo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO