Personaggi

PERSONAGGI

Stefania Livi è WIld (Side Shop), la "griffe" di Malindi

"ESSERE COPIATA DA TUTTI E' UNO STIMOLO CREATIVO"

23-02-2015 di redazione

Con una battuta, da tanti anni diciamo che a Malindi "la Stefi" vanta più tentativi di imitazione della Settimana Enigmistica.
Per chi non la conoscesse, lei è Stefania Livi, titolare della boutique "Wild Side Shop" al Galana Center di Malindi. Milanese, da poco over fifty, è arrivata in Kenya nel 1992 e pochi mesi dopo aveva già il negozio di riferimento per chi desiderava creazioni originali, abbigliamento ed accessori, che abbinassero il gusto europeo ai materiali e alla fantasia africana. "Sono cresciuta tra stracci e ornamenti - racconta Stefania - la mia famiglia lavorava nell'abbigliamento da generazioni. Quando ho avuto la possibilità di farlo anch'io nel luogo che avevo eletto a mia nuova casa, non ho avuto dubbi".
La passione di Stefania è poter esprimere la sua creatività a 360 gradi, scoprendo materiali, abbinandoli con altri, disegnando le sue linee e insegnando ad artigiani locali a fabbricarle. Negli anni Novanta per prima ebbe l'intuizione delle borse ib bakuba, il particolare tessuto congolese.
Da allora Malindi è piena di quelle borse, quasi fosse una peculiarità storica della cittadina. Ormai sono quasi tutte imitazioni del "marchio di fabbrica" originale. Stefania ne è quasi contenta.
"La concorrenza di chi mi copia è un grande stimolo - spiega la titolare di Wild Side Shop - e io li faccio impazzire creando sempre qualcosa di nuovo, di diverso. E sono anche contenta che mi imitino i kenioti e grazie a questo abbiano imparato un mestiere e portino a casa uno stipendio. Mi arrabbio un po' di più quando a copiarmi sono i mzungu, in particolare gli italiani".
Succede. Ma è davvero un'impresa, stare dietro alla fantasia e alla professionalità di Stefania. Dopo i bakuba, ha utilizzato i coloratissimi khanga tanzaniani per confezionare vestiti, camicie, pantaloni ed accessori. Ora è passata al kithenge nigeriano, altro simbolo del Continente Nero, che abbina con grande eleganza a tagli molto classici e ad ornamenti locali. Insomma, la banalità non vive a casa sua.
Un altro aspetto che rende unica la produzione di Stefania Livi è l'amore per l'arte, che l'ha portata in più di un'occasione a collaborare con pittori e fotografi che gravitano attorno a Malindi e Watamu. Ha ospitato spesso e volentieri nel suo negozio esposizioni di quadri e ha anche lanciato linee di accessori e indumenti (borse, pochette, portafogli, ma anche t-shirt) ispirate a fotografi d'Africa, come Francesca Partesi e Giampaolo Tomasi.
Entrare nel Wild Side Shop è sempre una bella esperienza, come visitare una mostra.
C'è sempre qualcosa di nuovo da vedere o rivedere con occhi nuovi. Wild Side ormai è la "griffe" più conosciuta di Malindi e inizia a lavorare anche online, per non parlare delle richieste di spedizioni in Italia. Ma Stefania Livi rimane felicemente a Malindi. "Dopo tanti anni il Kenya continua a darmi l'opportunità di esprimerela la mia voglia di inventare e di confrontarmi con nuovi stili e materiali - spiega la stilista - la vita tranquilla e a contatto con la natura certamente aiuta". 
 

TAGS: Stefania LiviWild Side Shop MalindiBoutique MalindiStefi Malindi

Tanti anni sulle navi da crociera di mezzo mondo, più di dieci stagioni d'Africa e una grande passione che è ora diventata una professione. Per Alberto Michieli e Jean Pierre Monti il Kenya è stato rivelatore. Prima la scelta di...

LEGGI LA STORIA COMPLETA

Anche l'ultimo appello in Corte dei produttori keniani di sacchetti e borse di polietilene è stato respinto.
Da domani entrerà in vigore la legge che mette definitivamente al bando in Kenya i sacchetti di plastica.
Il comunicato ufficiale si può...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Nell'ambito degli weekend dedicati all'arte e al talento locale, anche questa sera al Baby Marrow durante la cena, il pittore tanzaniano Feruzi espone le sue opere e presenta in diretta l'arte africana del "tinga tinga" di cui lui è uno dei...

LEGGI TUTTO

Da quando c'è turismo in Kenya, e in particolare nelle località costiere, è viva tra gli occidentali (i cosiddetti mzungu) la moda di farsi le treccine all'africana.
E' un'abitudine che in gran parte affascina le ragazze, ma anche qualche uomo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una vita tra Lombardia ed Emilia Romagna a lavorare sodo e sentire rombi di motociclette. Poi, all'apice del successo commerciale, il grande salto. Ma non un tuffo nel vuoto, una scelta che arriva da lontano, in maniera quasi ancestrale, fin...

LEGGI LA STORIA

Osteria Bar Restaurant e Gelateria è uno dei due locali del marchio "Osteria" a Malindi.
Aperto nel...

LEGGI TUTTA LA SCHEDA

Lo Shoroa River Camp rinasce sulla sponda del fiume Galana.
In pochi mesi lo storico campo tendato dell’esperto di savana Simone Trentavizi situato alle porte dello Tsavo Est, che per anni ha accolto moltissimi turisti ed è diventato una delle...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

L'occasione per ritrovarsi e farsi i primi auguri di Natale a Malindi è data venerdì 23 dicembre dalla Festa della Luna della Voile Rouge, il ritrovo sulla spiaggia nel centro di Malindi creato da Armando e Lucia Cerato con Giulio...

LEGGI TUTTO

ARCHIVIO

Agosto 2011

Tutte le notizie del mese

di redazione

Ora aiutiamo Bungale e gli affamati dell'entroterra malindino
Dopo l'aiuto al Cisp per l'emergenza a Dadaab, Malindikenya.net riprende le sue raccolte di viveri per la popolazione dei distretti di Malindi e Magarini, che quotidianamente ha a che fare con fame...

LEGGI TUTTO L'ARCHIVIO MENSILE

ARCHIVIO

Gennaio 2011

Tutte le notizie del mese

di redazione

Buon Anno a Malindi e Watamu
Malindi e Watamu hanno due capodanni: quello keniota alla mezzanotte locale, e quello italiano alle due di notte. Il primo viene festeggiato in maniera tradizionale, con tappi di bottiglie che saltano, i consueti fuochi...

LEGGI TUTTO L'ARCHIVIO MENSILE

Gli Amici dello Tsavo tornano in aula nella scuola media Enrico Fermi in provincia di Varese per incontrare i ragazzi che avevano partecipato alle nostre lezioni “africane”. L’iniziativa promossa dai docenti per sensibilizzare gli alunni alle problematiche del continente africano...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

ARCHIVIO

Agosto 2012

Tutte le notizie del mese

di redazione

Kola Beach, sempre più esclusivo
Che il Kola Beach Resort rappresenti una delle eccellenze della costa keniota è ormai risaputo. Che ad ogni stagione sappia rinnovarsi, pur tenendo fede alle sue caratteristiche di luogo esclusivo, immerso nella quiete e nella...

LEGGI TUTTO L'ARCHIVIO MENSILE

Dall'ospitalità e la ristorazione nel paradiso di Che Shale alla prima farm di granchi e moeche in Africa.
Sulla costa keniana non c’è uomo bianco keniota più eclettico e creativo di Justin Aniere, il proprietario del beach retreat che da il...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

Per chi conosce Malindi e i suoi volti locali, la "piazzetta del cambio" Uhuru Garden dall'alba di questa mattina è una galleria di facce e sorrisi conosciuti.
Ci puoi trovare il ferramenta indiano, il cuoco del tuo ristorante preferito, la...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

ARCHIVIO

Agosto 2009

Tutte le notizie del mese

di redazione

Mwtwg, uniti per migliorare Malindi.
Affiliazione alla Mombasa Coast Tourism Association, che potrà diventare Kenya Coast Tourism Association, la creazione di un "Malindi Branch" che parteciperà attivamente ai meeting nazionali e porterà le battaglie di Malindi e della costa fino...

LEGGI TUTTO L'ARCHIVIO MENSILE

E' uscito nei giorni scorsi il secondo numero del magazine semestrale in inglese "What's Best in Kilifi County", realizzato dallo studio grafico italiano Artemysia e coordinato da noi di Malindikenya.net, in collaborazione con Kenya Tourist Board, THR, Kenya Airport Authority...

LEGGI TUTTO E GUARDA IL MAGAZINE