Ultime notizie

SAVANA

Addio a Lipstick, uno dei leoni più famosi del Maasai Mara

Aveva 15 anni e una chioma meravigliosa, migliaia di turisti lo hanno fotografato

21-05-2018 di redazione

Lo avevano chiamato "Lipstick", rossetto, per i contorni marcati intorno alla sua bocca che sembravano proprio truccati.
Ma la sua bellezza era nella chioma folta e perfetta, nel portamento davvero regale e nella sua forza.
Gli esperti conservazionisti, i fotografi di savana come Paolo Torchio (che ci ha donato questo bellissimo scatto) e i safaristi lo ricordano per l'incedere orgoglioso e per la lunga "militanza" nel Mara insieme al fratello Blackie, con cui da sempre ha stretto una ferrea coalizione dominando così per anni i territori tra il "Double Crossing" e le "Topi Plains", e proteggendo il loro famoso "Pride" contro i tentativi di invasione da parte di altri maschi nomadi.
Lipstick, che probabilmente non aveva più di quindici anni di età, è stato trovato morto due giorni fa, dopo essere sparito per un po' dai "radar" di chi frequenta quotidianamente la riserva.
La preoccupazione per le sue condizioni di salute era data da una ferita a una zampa che l'animale si era procurato qualche mese fa proprio durante uno dei combattimenti per la difesa del territorio, e che lo costringeva a muoversi con più difficoltà. 
Secondo gli esperti, la stagione delle piogge ha aggravato le sue condizioni e il mitico leone ha dovuto soccombere.
Con lui se ne va un'altra delle figure iconiche della fauna del Kenya, di cui ci rimangono solamente alcune immortali immagini. 

(FOTO: Paolo Torchio)

TAGS: leone lipstickleone rossettoleoni maraleone uccisoleone morto

Una ragazzina di 10 anni, alunna della Marasi Primary School, è stata attaccata e sbranata da un...

LEGGI L'ARTICOLO

Il suo soprannome era Boxernose, naso da pugile e non è un caso che sia morto combattendo, nell'immenso ring della sua savana.
Difendeva un'immaginaria corona disegnata a guisa di criniera sul suo muso da fiero sovrano del Maasai Mara.
Ma...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Gli amici italiani degli animali salvano un leone alle porte dello Tsavo.
Un’avventura straordinaria è accaduta domenica scorsa nella Conservancy del Galana Ranch al confine con il Parco Nazionale dello Tsavo East. 
Una maledetta trappola, piazzata da bracconieri con lo scopo...

LEGGI TUTTA LA STORIA

Non a caso Luca Macrì, figlio d'Africa e dello storico Console Onorario di Malindi Roberto, qualche anno fa è stato nominato Ranger Onorario dal KWS. 
Non solo conosce come le sue tasche ogni fazzoletto della savana, ma è in contatto...

LEGGI TUTTO

Le cifre presentate dall'ICEA, Lion General Insurance Company al Kenya Wildlife Service parlano chiaro, anche quest'anno è stata raggiunta quota 100 leoni uccisi nella savana del Kenya. 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Siamo allo Tsavo e lungo il circuito del Voi River notiamo tre leoni maschi,dalla fulva e corta criniera, camminare in una zona pianeggiante punteggiata da bassi cespugli. Sappiamo essere tre fratelli e uno di loro zoppica in modo vistoso.
Cammina...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

Quando il turismo da safari può salvare gli animali. 
I nostri "Amici dello Tsavo" questa volta durante una delle loro escursioni con i clienti appassionati, hanno fatto salvare un cucciolo di leone rimasto impigliato al collo in un cavo d'acciaio...

LEGGI TUTTO

Lo hanno chiamato “Simbakubwa”, il grosso leone in lingua kiswahili, ma in realtà l’enorme...

LEGGI L'ARTICOLO

Secondo giovedì di pienone per lo spettacolo di Freddie e Sbringo incentrato su storie di uomini e...

LEGGI L'ARTICOLO

Torna venerdì sera, 10 febbraio, alla Voile Rouge di Malindi, la storica festa della luna piena.
L'appuntamento con la tradizionale festa "fai da te" in corrispondenza della fantastica "full moon" dell'equatore, è come sempre intorno alle 20 alla Voile Rouge, il...

Seconda serata settimanale dello spettacolo a puntate sui "BIG 5", questa sera giovedì ...

LEGGI L'ARTICOLO

La savana, gli spazi immensi, gli alberi enormi, imponenti.
E poi le montagne in lontananza, l'assenza di limiti o costrizioni; senza che me ne rendessi nemmeno conto, mentre mi sporgevo dal finestrino della jeep guidata tra le rosse terre del...

LEGGI TUTTO

Ho lasciato il mio cuore in Africa. 
L'ho sistemato sotto un'acacia in mezzo alla savana. 
Da quando sono partito non ho più notizie di lui. 
Ogni tanto, da qua, sento un graffio, come lo avesse adunghiato un rapace. 
Ogni tanto...

LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

Fin da bambino sognavo un luogo in cui la mia fantasia potesse sfogarsi e correre libera, come un felino della savana.
Per questo quando sono cresciuto guardavo i documentari sull'Africa. Avrei voluto vivere come i miei idoli: il leopardo e...

LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

Non è stato solamente il logo "Magical Kenya" a campeggiare di fianco al titolo del...

LEGGI L'ARTICOLO

Una cena con menu à là carte di pesce o di carne e poi tutti con i piedi nudi sulla sabbia a ballare con il beach party.
Questo l'accattivante programma del Papa Remo Beach, il bar ristorante con spiaggia organizzata...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO