Ultime notizie

NEWS

Altre 24 ore di ricerche in Kenya senza trovare Silvia

La banda sarebbe fuggita in moto, perlustrazioni verso il Tana River

23-11-2018 di redazione

Avremmo potuto aggiornarvi ogni ora, nelle ultime 24 ore.
Le notizie si susseguono, di informazioni ne arrivano anche troppe e le testimonianze attendibili sono sempre poche, ma aiutano a comporre un quadro della situazione.
Questa situazione in cui non avremmo voluto trovarci e di cui non avremmo voluto scrivere, noi che specialmente di sociale e volontariato raccontiamo storie di passione, condivisione, integrazione e (forse ingenua, ma spontanea e vera) generosità.
Era inutile raccontarvi ieri di 14 persone tenute in stato di fermo nel villaggio di Langobaya e poi portate alla stazione di polizia di Malindi per essere interrogate, o di 2 motociclette sequestrate che si presume possono essere state utilizzate dalla banda in fuga.
Ancora più inutile e straziante parlarvi delle decine di segnalazioni risultate infondate, di assicurazioni del suo ritrovamento, di storie assurde e retroscena inventati che hanno continuato ad affollare i nostri telefonini, le chat e i social network.
Quel che possiamo dirvi, per riassumere il silenzio della giornata di ieri, è che le ricerche delle forze dell'ordine keniane, compreso l'esercito con spiegamento di mezzi di terra e di aria, si stanno propagando verso l'area del Tana River, dove si presume la banda di rapinatori che hanno preso in ostaggio Silvia vorrebbe nascondersi, per arrivare nelle zone di provenienza della tribù degli Orma che dista ancora un bel po' di chilometri dalla Somalia, ma non così tanti per provare ad avere contatti con gli estremisti islamici.
Tutto può essere e l'ultima cosa che vogliamo fare è lanciarci in congetture. 
Ci limitiamo a segnalare che sono ormai due giorni e mezzo che Silvia è stata portata via da una banda di malfattori e che non si hanno sue notizie.
E che le speranze di rivederla viva non sono ancora sepolte, ma più passano le ore e più diventano dolorosi presentimenti.  

LEGGI QUI I PRECEDENTI AGGIORNAMENTI

TAGS: italiana kenyarapimento kenyasilvia romano

Sono momenti importanti, forse decisivi, per la risoluzione della drammatica vicenda del rapimento di Silvia Romano, da ormai una settimana nelle mani di una banda di criminali nascosti nella foresta di Dakacha, nel profondo entroterra della costa keniana.
Secondo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Chi ci legge da tempo sa bene che sulla triste vicenda di Silvia Romano, la volontaria rapita il...

LEGGI L'ARTICOLO

Più di quattro giorni di silenzio, di attesa, di ricerche e operazioni coordinate del Governo italiano con le forze speciali del Kenya, di arresti e mandati di cattura da parte della polizia della costa.
Questo il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un pensiero per Silvia Romano, la volontaria italiana rapita in Kenya ormai 195 giorni fa, è stato rivolto dall'Ambasciatore...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La polizia di Ngao, villaggio nella regione del Tana River, dove da quasi due mesi si concentrano le ricerche di Silvia Romano, ha trattenuto in stato di fermo un volontario italiano, che collabora anche con la onlus Africa Milele per cui...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Da troppi giorni non si hanno più novità riguardo alle ricerche di Silvia Romano, la volontaria ventitreenne dal 20 novembre scorso in mano ai suoi rapitori, che l'hanno...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Ministero degli Esteri britannico, alle porte dell'alta stagione e delle feste natalizie, ha dichiarato le mete turistiche del Kenya più battute dai propri connazionali, luoghi sicuri (consigliando la solita dovuta cautela da rispettare per chi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una settimana di silenzio: quello sacrosanto di chi indaga sul rapimento di Silvia Romano a Chakama, datato ormai 20 giorni fa, quello rispettoso di chi, come noi, ha scelto di scrivere solo i fatti veri dal Kenya o le notizie...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Alla luce degli ultimi avvenimenti per cui dal Kenya siamo tutti in ansia e pena, con notizie più o meno fondate che si susseguono e spifferi che alimentano solo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ore di tensione, tristezza e preoccupazione per la sorte della volontaria italiana Silvia Romano, scomparsa ormai da un giorno e mezzo e forse ancora in mano a un manipolo di banditi nell'entroterra costiero. 
Basterebbero...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un mese fa, il 20 novembre, poco dopo il tramonto equatoriale, una ragazza italiana di 23 anni che in quel momento era l’unica presenza “bianca” in un’area dell’entroterra della costa del Kenya grande come la provincia di ...

LEGGI TUTTO L'EDITORIALE

Avrebbero portato via Silvia Romano solo per proteggersi durante la fuga, sapendo che dopo gli spari al negozietto nella piazza del villaggio di Chakama, sarebbe presto arrivata la polizia da Langobaya.
Forse se...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Diciotto ore dopo il rapimento della volontaria italiana Silvia Romano, ventitreenne milanese che prestava la sua opera sociale per la Onlus Africa Milele nel villaggio di Chakama, a più di sessanta chilometri dalla costa keniana, nella valle del fiume Galana...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Capo della Polizia regionale del Kenya, Noah Mwivanda, che non rilasciava dichiarazioni da più di due settimane, ha parlato questa mattina all'emittente keniana NTV al termine di un meeting sulla...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Sono passati ormai nove interminabili giorni dall'improvviso, inaspettato rapimento della volontaria milanese Silvia Romano nell'entroterra della Contea di Kilifi, lungo le sponde del fiume Galana.
Ieri è stata...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"Silvia Romano è ancora in Kenya, non può essere stata portata in...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO