Ultime notizie

METEO

Ciclone sul Kenya, fake news ma...

Gli effetti di Belna sulle coste dell'Oceano Indiano

10-12-2019 di redazione

Il Kenya è abituato da tempo alle cosiddette "fake news", le bufale che spesso influiscono negativamente anche sul turismo in questo Paese. Solitamente però riguardano la sanità, la sicurezza o le schermaglie politiche. 
Questa volta invece hanno iniziato a circolare notizie relative ai cicloni tropicali che, complice il cambiamento climatico globale, si starebbero pericolosamente avvicinando all'Equatore. Niente di piú lontano dal vero, come ha confermato il Dipartimento Meteorologico del Kenya che ieri ha rilasciato una dichiarazione relativa alle notizie circolate sul ciclone Belna, che dal Mozambico si sarebbe diretto verso la costa del Kenya, causando disastri, con venti a sfiorare i 200 km orari. 
In realtà Belna si sta spostando verso sud, che dovrebbe raggiungere nella giornata odierna, purtroppo causando quasi sicuramente gravi danni.
"Contrariamente alle informazioni diffuse sui social media, il ciclone Belna NON è diretto verso la costa keniota - scrive il Dipartimento Nazionale di Meteorologia -  Si sta spostando verso sud verso il Madagascar nord-occidentale".
Secondo gli esperti meterologi anche europei di stanza a Nairobi e Dar Es Salaam, questo genere di cicloni non riusciranno mai a superare i cinque gradi a nord e i cinque a sud dell'Equatore per via delle leggi della Fisica e della cosiddetta "forza di Coriolis".
Purtroppo però resta da valutare gli effetti di questi avvicinamenti sulle condizioni climatiche in Kenya, già visibili in questi giorni con violente precipitazioni a nord ovest del Paese e repentini cambi di condizioni meteorologiche sulla costa
"Belna sta attualmente influenzando il tempo sul Kenya indirettamente, creando condizioni favorevoli per forti precipitazioni nella parte meridionale del Kenya", si legge nel documento rilasciato dal Dipartimento nazionale alla stampa locale.
In seguito è stata fornita un'immagine satellitare che conferma che il ciclone si sta dirigendo effettivamente verso la nazione insulare.  
Secondo la National Oceanic and Atmospheric Administration degli Stati Uniti, un ciclone tropicale è un sistema rotatorio e organizzato di nubi e temporali che ha origine in acque tropicali o subtropicali e ha una circolazione chiusa e a basso livello.
I cicloni si verificano in zone a bassa pressione. Per la formazione di un ciclone è necessaria un'ampia area oceanica ancora calda con una temperatura superiore a 26,5°C, dove si forma un corpo d'aria calda appena sopra la superficie dell'oceano. Quando quest'aria si riscalda, si espande, diventa più leggera e sale, portando ad una zona a bassa pressione sostenuta. I venti di bassa quota soffiano per sostituire quest'aria che si è sollevata. Quest'aria si riscalda e si alza. L'aria che sale contiene grandi quantità d'acqua che è evaporata dalla superficie dell'oceano. Mentre sale, si raffredda e si condensa formando enormi nubi. Queste nuvole alla fine diventano molto spesse e pesanti. La condensazione rilascia quindi l'energia termica latente immagazzinata nel vapore acqueo, fornendo al ciclone una maggiore potenza. Questo forma un ciclo termico autosufficiente. Tuttavia, è importante notare che 17 cicloni tropicali si sono verificati all'interno di 3°N e 3°S dell'equatore, e 3 di questi si sono verificati nell'Oceano Indiano. Quello che si è avvicinato maggiormente al Kenya è il ciclone Agni che si è verificato alla fine del 2004 nell'Oceano Indiano settentrionale, che ha colpito le coste della Somalia. Da considerare è comunque anche il fatto che il riscaldamento globale ha avuto un effetto considerevole sull'entità dei cicloni recenti in tutto il mondo.
Secondo il Natural Resources Defense Council of the United States, negli ultimi 50 anni gli oceani della terra hanno assorbito più del 90% del calore supplementare generato dal riscaldamento globale, diventando più caldi, che a sua volta ha agito come combustibile per gli uragani devastanti.
 

TAGS: meteo kenyaciclone kenyapiogge kenyaclima kenyafake news kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

http://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Il Presidente keniano Uhuru Kenyatta ha approvato una nuova legge che punirà con multe fino a 50 mila dollari (circa 5 milioni di scellini) o due anni di reclusione, chiunque divulghi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Lo hanno chiamato Kenneth, il secondo ciclone che in un mese si è scatenato sull’Oceano Indiano per poi ...

LEGGI L'ARTICOLO

A Malindi e sulla costa keniana le piogge sono attese come una manna dal cielo. La siccità ha fatto danni estremi, alla terra e agli allevamenti.
Sono già morti capi di bestiame e molte piante si sono ridotte a rami...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Passata la Pasqua, il Kenya attende la stagione delle piogge, di cui il Nord del Paese ha avuto un assaggio nelle scorse settimane e che in savana hanno già rinfrescato, ma lungo i fiumi Tana e Galana hanno causato anche...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

I meteorologi keniani hanno lanciato oggi l'allarme: la stagione delle piogge non è...

LEGGI L'ARTICOLO

I bufali della savana con la loro maestosa dignità e la verve da incazzati perenni, ma...

LEGGI L'ARTICOLO

Dopo la positiva serata di martedì scorso al Tamu Beach (ex Stephanie Sea Resort), nell'atmosfera...

LEGGI L'ARTICOLO

Dopo una settimana senza news e dirette, le televisioni del Kenya sono state riattivate dall'Autorità delle Comunicazioni, su mandato del Governo.
Il Ministro della Sicurezza interna...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

“Siamo preoccupati più dalla disinformazione dei media che dal timore di perdere turisti. La vicenda della volontaria italiana, accaduta ben lontano dalle zone turistiche ci mette addosso grande tristezza e speranza che tutto si risolva bene. Siamo preoccupati per lei,...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Sedici nuovi casi e un morto nelle ultime 24 ore, con 1115 tamponi effettuati in tutto il ...

LEGGI L'ARTICOLO

L'Africa ora buffa, ora minacciosa, ora triste, ora incomprensibile, è sempre stata autentica, irripetibile, sé stessa.
L'Africa ha un suo stile, un suo clima, una sua individualità che attirano, incatenano, affascinano.
E anche dopo anni e anni non si riesce...

Dopo quattro giorni di vacanze supplementari al Whitesands di Mombasa e in altri hotel cittadini, la truppa di 200 italiani circa che hanno dovuto rimandare il rientro in Italia via Istanbul con Turkish Airlines, per via dell'emergenza neve nella capitale...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Da due giorni sulla costa del Kenya è finalmente cambiato il vento: al monsone umido Kuzi si sostituisce (dopo più di un mese di bonaccia afosa e torrida segnata dal...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il servizio meteorologico del Kenya ha lanciato un'allerta per un'ondata di piogge insistenti da oggi nel nord del Kenya, particolarmente nella zona del ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO