Ultime notizie

NEWS

Emergenza cibo Turkana, 500 milioni dalla Bayer

Programma quinquennale della fondazione tedesca

12-10-2019 di redazione

Dalla Fondazione della Bayer tedesca arrivano 500 milioni di scellini per far fronte all’emergenza cibo delle regioni del Turkana.
Il progetto quinquennale presentato nei giorni scorsi mira ad aumentare la capacità delle strutture sanitarie, promuovere l'agricoltura, l'accesso ad acqua di qualità e l'educazione alimentare dei leader della comunità e delle comunità femminili.
La contea del Turkana, che è la più povera tra le 47 del Kenya da quando  è in atto la devolution, deve affrontare tassi di malnutrizione record, condizioni climatiche irregolari e interruzione delle fonti alimentari tradizionali. L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha designato già dallo scorso anno la regione come zona di crisi alimentare e di sussistenza.
“Studi a lungo termine indicano che gli interventi nutrizionali rivolti ai bambini nei primi anni di vita portano a miglioramenti misurabili nell'adolescenza e nell'età adulta -  ha specificato il Presidente del Bayer Fund, Al Mitchell -  Attraverso questa iniziativa, speriamo di migliorare i risultati nutrizionali per più di 25.000 bambini di Turkana sotto i cinque anni e le loro madri attraverso programmi di sensibilizzazione educativa sostenibile”.
Secondo un'indagine di base nei due reparti, in più di tre quarti delle famiglie intervistate (80,2 per cento), al momento della raccolta dei dati non c’era cibo di produzione propria nelle famiglie o in casa, come segnalato dal quotidiano nazionale The Standard.
Altri risultati chiave dell'indagine svolta dalla Fondazione mostrano anche che oltre la metà degli agricoltori, dei commercianti di generi alimentari e delle donne intervistate non hanno ricevuto una formazione scolastica minima. La conoscenza degli agricoltori è risultata essere un divario critico, poiché il 35,7% hanno un basso livello di scolarizzazione, il 58,6% un livello medio e solo il 20,7% medio e alto. Questo si ripercuote anche sulla conoscenza delle problematiche agroalimentari e di come affrontarle.
I risultati dell'indagine mostrano inoltre che le donne costituiscono la maggioranza degli agricoltori e che la responsabilità e l'onere della produzione di cibo ricade su di loro. L'indagine ha individuato l'opportunità di coinvolgere attivamente gli uomini, in particolare i giovani.
Il progetto denominato IMPACT (Improve Approach to Community-based Nutrition in Turkana) è finanziato da una sovvenzione quinquennale del Bayer Fund e gestito da Africare con il sostegno del governo.
"Questa partnership ci permetterà di unire le nostre risorse, espandere la nostra portata e gli interventi che cambiano la vita della nostra comunità e raggiungere risultati in un modo più efficace in termini di costi e di impatto", ha dichiarato il Governatore della Contea di Turkana Josephat Nanok.

TAGS: turkana kenyaemergenza kenyacibo kenya

Tempi durissimi per le famiglie dell'entroterra malindino, così come in tante altre zone del Kenya, rese aride dalla prolungata siccità e flagellate dall'aumento dei prezzi del cibo di sussistenza.
Sabato scorso dalla fattoria della NGO italiana Karibuni di Langobaya è partita...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LA GALLERY

La siccità sta flagellando il nord del Kenya in netto anticipo rispetto alla stagione arida e...

LEGGI L'ARTICOLO

Mentre il servizio meteorologico del Kenya ha annunciato da ieri i cinque giorni più torridi dell’anno nel Paese, la siccità prosegue il suo...

LEGGI L'ARTICOLO

Più che l’economia del Paese fecero la siccità e i tempi lunghi per il raccolto del mais.
Fatto sta ...

LEGGI L'ARTICOLO

La storia si ripete e per le regioni più povere del Kenya è sempre un dramma.
Dopo ...

LEGGI L'ARTICOLO

Sono già venti le contee del Kenya che hanno lanciato l'emergenza siccità e che chiedono al Governo aiuti ...

LEGGI L'ARTICOLO

L’arte rupestre preistorica è una delle attrazioni culturali meno note ma più affascinanti di questo Paese che...

LEGGI L'ARTICOLO

La situazione dell'entroterra di Malindi e Magarini è grave e drammatica, ma potrebbe ancora peggiorare. 
All'esondazione del fiume che ha spazzato via interi villaggi e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Kenya ha venduto il primo carico di greggio prodotto nel suo territorio.
Ieri il ...

LEGGI L'ARTICOLO

I tre parchi nazionali del Lago Turkana sono stati dichiarati dall'UNESCO "Patrimonio mondiale in pericolo".
Lo ha deciso il World Heritage Commitee delle Nazioni Unite durante il recente congresso a Manama, in Bahrein.
Le tre riserve...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Due mesi consecutivi di piogge scarse al di sotto della media ed è subito emergenza siccità nello...

LEGGI L'ARTICOLO

Chi ha scelto il Kenya e lo vive da tanti anni, anche se principalmente da imprenditore ed in uno dei ...

LEGGI L'ARTICOLO

La solidarietà italiana per l’isola “solitaria” del Mida Creek non si ferma.
Dopo la splendida scuola creata Marafiki Onlus oggi ha anche un piccolo ospedale, grazie all’associazione “Pediatria per l’emergenza”.

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

Qualora il cittadino italiano si trovi in una situazione di emergenza (ad esempio un turista in transito che deve ripartire ed ha smarrito o è stato derubato del proprio passaporto) e non si faccia in tempo ad esperire la necessaria...

LEGGI ATTENTAMENTE LE INDICAZIONI CLICCANDO QUI

Quando diciamo che il Kenya è uno dei Paesi simbolo dell’Africa perché ha, racchiusa nel suo territorio, ...

LEGGI L'ARTICOLO

Stop al traffico delle automobili nel centro di Nairobi per due giorni alla...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO