Ultime notizie

ULTIMORA

Esercito e polizia nell'entroterra in cerca della volontaria Silvia

La cronaca delle ultime 24 ore dopo la scomparsa dell'italiana a Chakama

21-11-2018 di redazione

Erano le sette di sera nel tranquillo villaggio di Chakama, poco più di ottanta di chilometri a nord di Malindi, nel mezzo della verde vallata del fiume Galana.
In questa zona non è mai accaduto mai nulla di violento a cittadini stranieri, la gente vive in armonia col forestiero di passaggio e vi sono alcune onlus che hanno fatto tanto per questa terra complicata, recentemente provata dalla più grossa inondazione degli ultimi sessant'anni.
In questa zona, però, lavorano anche tanti pastori seminomadi dell'etnia Orma, di lontana origine somala.
Solitamente, a differenza di altre zone nel nord del Paese, si sono integrati bene con la popolazione locale.
Nel tranquillo mercato di Chakama (quello che qui viene chiamato "trading centre", ma che tradurre "Centro commerciale" sarebbe improprio e fuorviante, al calar della sera fanno irruzione cinque persone armate con fucili AK47 per rapinare il negozietto più grande e fornito della zona.
Lo spazio antistante il negozio è abbastanza affollato.
Secondo i testimoni tra di loro ci sarebbe proprio un uomo di origine somala, ma secondo altri alcuni sarebbero africani della regione costiera.
La banda spara in aria e colpisce sette persone che nella calca cercano di fuggire. Tra di loro ci sono anche dei bambini. Due ragazzi sono ricoverati a Malindi in condizioni serie.
I banditi proseguono la loro razzia e fanno l'ingresso nello spazio occupato dalla Onlus Africa Milele, un children centre gestito da qualche anno dall'associazione marchigiana e che ospita spesso volontari da tutta Italia.
Silvia, 23 anni, milanese è l'unica presenza straniera all'interno della struttura. Due altri volontari sono ripartiti il giorno prima.
I banditi cercano di rapinare anche lei. In un primo tempo pare che l'avessero portata via insieme ad un ragazzo masai che sorveglia lo spazio della onlus, in realtà è stato successivamente rintracciato.
La fuga dei banditi è verso il fiume. In ogni caso, tra Chakama e Langobaya vive una non piccola comunità masai, è stata aperta anche una scuola nella vicina Shakaola per ospitarne i bambini.
La caccia alla banda di criminali prosegue nottetempo con il loro prezioso aiuto. La banda attraversa il fiume e inizia l'accerchiamento, ma la foresta è grande e inospitale, dall'altra parte del Galana.

LEGGI QUI IL PRIMO COMUNICATO DELLA NOTIZIA
 

TAGS: chakamaitaliana rapitaitaliana kenya

Un pensiero per Silvia Romano, la volontaria italiana rapita in Kenya ormai 195 giorni fa, è stato rivolto dall'Ambasciatore...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una ragazza italiana di 23 anni è scomparsa ieri sera, forse a causa di un rapimento successivo ad una rapina a mano armata nell'entroterra di Malindi, nel villaggio di Chakama.
Secondo i...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Galeotto fu il volontariato a Chakama, con la Onlus Africa Milele. 
Per Antonio Di Guida, fiorentino di 24 anni, laureato in design industriale e appassionato di cucina e fotografia e viaggi, il primo viaggio in Africa nel 2013 ,significava soprattutto...

LEGGI TUTTO

Avremmo potuto aggiornarvi ogni ora, nelle ultime 24 ore.
Le notizie si susseguono, di informazioni ne arrivano anche troppe e le testimonianze attendibili sono sempre poche, ma aiutano a comporre un quadro della situazione.
Questa...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La polizia di Ngao, villaggio nella regione del Tana River, dove da quasi due mesi si concentrano le ricerche di Silvia Romano, ha trattenuto in stato di fermo un volontario italiano, che collabora anche con la onlus Africa Milele per cui...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"Silvia Romano è ancora in Kenya, non può essere stata portata in...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un progetto che abbina aiuti al femminile con la tutela dell'ambiente nell'entroterra di Kilifi e di Malindi.
L'associazione italiana Africa Milele, che può contare su un numero crescente di appassionati volontari e opera principalmente a Chakama, sulla strada per il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una domenica di preghiere, canti, unità tra cattolici, protestanti e islamici della costa keniana per solidarietà con gli italiani pensando alla volontaria Silvia Romano, rapita ormai da undici giorni da una banda di criminali nel villaggio di Chakama.
Quasi ogni...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

“Siamo preoccupati più dalla disinformazione dei media che dal timore di perdere turisti. La vicenda della volontaria italiana, accaduta ben lontano dalle zone turistiche ci mette addosso grande tristezza e speranza che tutto si risolva bene. Siamo preoccupati per lei,...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Più di quattro giorni di silenzio, di attesa, di ricerche e operazioni coordinate del Governo italiano con le forze speciali del Kenya, di arresti e mandati di cattura da parte della polizia della costa.
Questo il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Diciotto ore dopo il rapimento della volontaria italiana Silvia Romano, ventitreenne milanese che prestava la sua opera sociale per la Onlus Africa Milele nel villaggio di Chakama, a più di sessanta chilometri dalla costa keniana, nella valle del fiume Galana...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Da troppi giorni non si hanno più novità riguardo alle ricerche di Silvia Romano, la volontaria ventitreenne dal 20 novembre scorso in mano ai suoi rapitori, che l'hanno...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un mese fa, il 20 novembre, poco dopo il tramonto equatoriale, una ragazza italiana di 23 anni che in quel momento era l’unica presenza “bianca” in un’area dell’entroterra della costa del Kenya grande come la provincia di ...

LEGGI TUTTO L'EDITORIALE

Avrebbero portato via Silvia Romano solo per proteggersi durante la fuga, sapendo che dopo gli spari al negozietto nella piazza del villaggio di Chakama, sarebbe presto arrivata la polizia da Langobaya.
Forse se...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ha girato un po' tutto il mondo Margherita Maresca e ha avuto una vita avventurosa: a piedi in Somalia, nella foresta del Congo, e ancora tra oceani e deserti. Ora l'italiana residente a Watamu, conosciuta particolarmente per i suoi arazzi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il consueto "pizza festival" del People Kiwi di Malindi, che tanto successo sta mietendo da ottobre a questa parte ogni settimana, questo lunedì prevede anche un fuori programma del tutto particolare.

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO