Ultime notizie

NEWS

Gad Lerner a Malindi per un servizio sulle diseguaglianze

Interviste e sopralluoghi per la RAI. Speriamo oltre i soliti luoghi comuni

09-10-2017 di redazione

Gad Lerner per due giorni in giro per Malindi a caccia di spunti per la sua nuova trasmissione tv.
Il giornalista e conduttore televisivo è venuto in Kenya di persona per un servizio sulle contraddizioni di questo Paese.
Lerner, sta preparando la sua nuova trasmissione d'inchiesta che  andrà in onda da novembre su... Rai Tre, la domenica in seconda serata. 
La sua redazione ha deciso di dedicare uno dei suoi servizi in giro per l'Italia e il mondo, al Kenya e alla "colonia" italiana di Malindi.
"Siamo partiti dalle situazioni di miseria estrema Nairobi - ha detto il giornalista a malindikenya.net - e dal degrado umano. Qui a Malindi c'è una povertà diversa, che comunque stride con l'agio in cui vivono i nostri connazionali".
Gad Lerner a Malindi ha parlato con residenti italiani e cittadini keniani, ma il lavoro della troupe è ancora protetto da uno stretto riserbo, fino a quando il programma non sarà presentato ufficialmente.
Allora Malindikenya.net potrà raccontarvi le giornate malindine che ha seguito e la voglia di mostrare una comunità viva e di smentire certi luoghi comuni sugli italiani di Malindi.
Noi abbiamo cercato, come facciamo sempre, di far scoprire a Lerner e ai suoi collaboratori "L'altra Malindi" (come nel noto documentario di cui siamo stati organizzatori), quella quasi sconosciuta ai media.
Ma si sa, spesso la tv ha esigenze diverse e i "taglia e incolla" della tv sono in grado di prendere ciò di cui hanno bisogno, per la filosofia della propria trasmissione.  
La speranza è che l'intelligenza ed onestà intellettuale del noto conduttore ci evitino i soliti luoghi comuni degli italiani "sfruttatori" e "nababbi" all'estero.
Perché chi vive e lavora a Malindi sa bene che la realtà, specialmente negli ultimi tempi, è ben diversa.
Non solo a Malindi gli italiani non rappresentano più la classe economicamente più agiata, ma le opere sociali e benefiche portate avanti dai nostri connazionali sono visibili a tutti: ospedali, dispensari, scuole, orfanotrofi, pozzi e tanto altro.
Se poi si vorrà parlare solo di Billionaire, prostituzione e discrepanze sociali, anche questa volta ce ne faremo una ragione.
Noi ci abbiamo provato.

TAGS: Ricchi Poveri KenyaLerner KenyaLerner MalindiRai Tre KenyaGad Kenyatelevisione Kenya

Di quale Kenya vorrà parlare il giornalista e anchorman Gad Lerner, all'interno del suo nuovo programma "Ricchi e Poveri" che esordisce domani sera, domenica 12 novembre, in seconda serata su Rai Tre?

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Quando abbiamo deciso di scortare Gad Lerner e l'entourage della sua trasmissione "Ricchi e Poveri" in giro per Malindi, sapevamo che il rischio di imbatterci in un personaggio, e relativo  "format", che aveva già in mente cosa voler portare a casa di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una delle tante piaghe del Kenya è quella delle continue interruzioni dell’energia elettrica (black-out). 
Le altre, tra le molte, sono la mancanza d’acqua potabile nelle case, che porta i politici, in cerca di voti, a promettere: “Se mi eleggete prometto...

LEGGI TUTTO

Per quasi 20 ore le trasmissioni del canale italiano per connazionali all'estero nell'etere keniota sono state interrotte.
Da ieri pomeriggio fino alle 14 di oggi il satellite di RAI ITALIA non è stato visibile in Kenya, Tanzania e Uganda. Sullo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un lungo speciale dedicato al Kenya attuale su Rai Uno.
Andrà in onda domani sera alle 23.50 nell'ambito di "Speciale Tg1", con un servizio dedicato all'ascesa turistica di Watamu e interviste a tre

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il mal d'Africa colpisce di solito tutti quelli che mettono piede in questo continente e manifesta i suoi sintomi appena lo si lascia.
Se si è vissuto almeno un po' in Africa non si può fare a meno di volerci ritornare.
E' una malattia senza...

LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

Il Kenya è sempre più un paese per ricchi.
Sopratutto è nei desiderata dei billionari, che iniziano ad apprezzare il lusso e gli affari da fare a Nairobi, la quiete delle riserve nazionali come Maasai Mara e Samburu e la...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Di quanto i keniani amino le "public holiday", ovvero le feste nazionali, abbiamo già parlato più volte su questo portale.
E' di ieri la notizia che il Governo ha proclamato per martedì prossimo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un bello spot positivo per Malindi grazie alla residente italiana Cristina "Cris" Vittici e alla trasmissione di Rai Italia "Cara Francesca" che da molti anni intervista connazionali residenti all'estero.

LEGGI TUTTO

La prima volta, come tutti, fu in vacanza.
Non conoscendo nessuno, era normale che prenotassi due settimane in hotel.
L'offerta era invitante, 1200 euro tutto compreso.
E' così che molti italiani si approcciano a questo mondo.
A me, a dire...

LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

Il chapati è un pane tradizionale portato in Kenya dalla tradizione indiana, ma poi evolutosi in tutto il Paese ed oggi preparato in strada, nei locali poveri come in quelli di alto livello come accompagnamento per le pietanze.
La sua...

LEGGI QUI LA RICETTA

Giovedì con cena e musica dal vivo al Baby Marrow di Malindi.
Nell'ambito delle serate piacevoli che il rinomato locale di Vasco Da Gama Road è solito offrire alla sua clientela, si torna ad apprezzare la bravura, la classe e l'esperienza del Maestro...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ancora due giorni di attesa nell'infinita telenovela elettorale del Kenya che da tre mesi e mezzo ha portato tensioni, incertezze economiche e sociali, confusione e morti in tutto il Paese.
Lunedì prossimo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una delle espressioni più ricorrenti che si sentono a Malindi, quando ci si imbatte in un uomo (magari di una certa età) che si è fidanzato con una ragazza locale, è “…lei è diversa da tutte le altre”.
 

LEGGI TUTTO IL RACCONTO

MAL D'AFRICA

Quanto mi manca!

"ma ci tornerò, ne sono certo"

di Luigi Cordasco

Oggi per scuola dovevo preparare una presentazione Powerpoint sul Kenya. 
Ho sfogliato archivi di foto, rendendomi conto che sono già passati quasi tre anni dal mio addio e che mi manca.
Tanto. 
Mi mancano le scottature ai piedi giocando scalzo,...

LEGGI TUTTO

Dico Africa ma penso al Kenya. Dico Kenya ma penso a Watamu. 
Africa è un concetto troppo grande perché entri nel mio cuore senza devastarlo. 
Le guerre, la fame, i soprusi, le ingiustizie perpetrate dalla sua stessa gente nei confronti...

LEGGI TUTTO