Ultime notizie

SAVANA

Grande Migrazione Kenya: spettacolo anticipato

Mutazioni climatiche: gnu e zebre già in marcia

12-06-2019 di redazione

Ogni anno lo spettacolo della grande migrazione degli animali dalla Tanzania al Kenya è un'attrazione per migliaia di appassionati naturalisti, amanti degli animali e fotografi provenienti da tutto il mondo.
Quest’anno, anche per via del cambiamento climatico globale e della grande siccità sofferta nei primi mesi del 2019, il movimento di gnu e zebre è già cominciato e secondo gli esperti si vedrà una migrazione “precoce” rispetto agli anni passati. 
Il momento più esaltante ma anche drammatico, che fa parte del ciclo della vita e regola l'equilibrio biologico della grande madre Africa, è quello dell'attraversamento del fiume Mara, nella zona dei maasai (chiamata appunto Maasai Mara) praticamente al confine tra Kenya e Tanzania. Migliaia di gnu e zebre in questi giorni si sono messe in marcia per prepararsi a guadare il fiume che divide il grande parco nazionale tanzaniano del Serengeti e sfocia nella riserva keniana. La migrazione solitamente inizia a fine maggio, con l'arrivo delle grandi piogge che si spostano appunto da ovest verso est. Il fenomeno però non è contemporaneo per tutti gli animali, ma si protrae nel tempo, con una migrazione formata dall’insieme di tantissime mandrie di erbivori.
Ogni mandria può essere formata addirittura da 80.000 esemplari ma la maggior parte sono più piccole. A giugno seguendo le piste della piana del Serengeti gli gnu si spostano verso il fiume Grumeti e il Western Corridor, dividendosi poi in 2 grandi correnti: la prima attraversa il fiume Grumeti e si dirige a nord-est verso il fiume e la riserva di Masai Mara, l’altra seguendo il corso del fiume si dirige a nord-ovest verso il lago Vittoria.Quando le mandrie arrivano ai fiumi, si può assistere ad uno degli spettacoli naturali più famosi e cruenti: il passaggio delle mandrie ai guadi del Grumeti e del Mara infestati dai coccodrilli. Tutto può accadere ma a volte bisogna attendere per ore o giorni, prima che si scateni l'inferno della speranza e della caccia. Zebre e gnu coraggiosamente non rinunciano alla migrazione, ma molte di loro periranno. I fiumi fangosi e le grandi correnti rendono il guado ancor più insidioso, ma l'istinto ha la meglio e spesso l'azione congiunta è quella che salva la maggior parte delle bestie. 
Sulle rive, poi, si scorgono anche i felini, pronti ad attendere gli animali esausti e provati dal guado, e gli avvoltoi, pronti a cibarsi delle carcasse. Uno scenario epico da documentario, che chi ama l'Africa non può non sognare di vivere almeno una volta nella vita, come dalle splendide immagini di uno dei più importanti fotografi naturalisti italiani in Africa, Paolo Torchio, i cui safari fotografici sono tra i più richiesti da turisti e appassionati di fauna selvatica. (http://paolotorchio.net/)

TAGS: migrazione kenyagnu kenyazebre kenyasavana kenyaclima kenya

Lo spettacolo della Grande Migrazione in Kenya vince alla grande sui timori di elezioni violente.
Almeno questo dicono le cifre che per agosto parlano di lodge pieni, agenzie di safari in fermento e grande afflusso previsto di turisti, provenienti da tutto il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La più prestigiosa rivista internazionale (e canale televisivo) di Natura ha stabilito che il...

LEGGI L'ARTICOLO

Maasai Mara “fully booked” in questi giorni per la grande migrazione degli gnu.
Sembra di ...

LEGGI L'ARTICOLO

Sono 64 i parchi e le riserve nazionali del Kenya, che è il Paese del mondo con la più ampia varietà di specie animali in libertà.
Anche la vegetazione varia da parco a parco e con essa il microclima e...

LEGGI TUTTO

La scoperta è stata fatta due anni fa sulle rive del Lago Vittoria in Kenya e da allora gli studiosi dell'Università di Archeologia dell'Ohio hanno portato avanti una ricerca che ha permesso di accertare senza alcun dubbio che il primo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Metà ottobre - metà aprile.
Questo il periodo preferito per i villeggianti dei sei mesi in Kenya, quelli che sfruttano la massima durata del visto turistico (3 mesi rinnovabili per altri 3, alla modica cifra di 20 euro).

LEGGI TUTTO L'EDITORIALE

Kenya sul podio dei paesi africani per quanto riguarda le prenotazioni per le vacanze estive.
La statistica, pubblicata dal sito Allafrica.com, pone il Kenya in un'assoluta posizione di ripresa, superando quest'anno anche il Sudafrica e il Marocco, in quanto a...

LEGGI TUTTO

Quest'anno sono arrivati con un po' di ritardo.
Sarà stato forse per la Pasqua alta o magari per l'autunno mite in Italia.
Non stiamo parlando degli...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Passata la Pasqua, il Kenya attende la stagione delle piogge, di cui il Nord del Paese ha avuto un assaggio nelle scorse settimane e che in savana hanno già rinfrescato, ma lungo i fiumi Tana e Galana hanno causato anche...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Gli scatti africani e kenioti del grande fotografo naturalista italiano Gianni Maitan diventano eleganti borse da viaggio in pelle, in una linea unica di lusso creata dallo stesso...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

In Kenya tutti gli anni abbiamo due grandi migrazioni: quella di milioni di gnu ed altri grandi erbivori provenienti dalla Tanzania, e quella del buonsenso che migra chissà dove, nessuno lo sa, ma di sicuro verso luoghi lontani e misteriosi.
La...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Da anni non si vedeva una migrazione del genere, nelle ultime due settimane sono diverse migliaia i fenicotteri volati e atterrati sul bacino del Lago Bogoria, nella rift valley del Kenya. Uno spettacolo incredibile che visto dall'alto è sicuramente tra le...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Prendendo in esame parallelamente due statistiche relative all’anno appena trascorso in Kenya, saltano all’occhio numeri contrastanti che apparentemente fanno...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Tutto il mondo conosce il Masai Mara per la migrazione degli gnu e il turismo si concentra per lo più tra ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il futuro degli album musicali, specialmente nel campo dell'elettronica e della sperimentazione di suoni e del multimediale, è rappresentato dalle applicazioni per cellulari. 
Il primo app-album 3D registrato in...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L'Africa ora buffa, ora minacciosa, ora triste, ora incomprensibile, è sempre stata autentica, irripetibile, sé stessa.
L'Africa ha un suo stile, un suo clima, una sua individualità che attirano, incatenano, affascinano.
E anche dopo anni e anni non si riesce...