Ultime notizie

AVVERTENZE

I pericoli dell'avventura che diventa convivenza

Precauzioni nei rapporti con le partner locali

25-12-2015 di redazione

Con l'alta stagione e l'arrivo di turisti occasionali o anche "repeaters", inevitabilmente a Malindi e sulla costa aumentano gli incontri tra italiani e "signorine" locali. Senza finta retorica, è così da che mondo è mondo e chi conosce il Kenya sa che non c'è troppo da scandalizzarsi.
Allo stesso tempo però c'è da riflettere sulle cattive abitudini che alcune delle partners saltuarie dei turisti ultimamente hanno preso, allorché l'avventura di una notte si trasforma in una frequentazione quotidiana. A tal proposito si sono verificati ultimamente spiacevoli inconvenienti ad italiani che si sono trovati a dover affrontare casi alla Corte di Malindi o nella locale stazione di polizia. "A tale riguardo - conferma il Corrispondente Consolare di Malindi, Roberto Macrì - si consiglia ai concittadini di non intrattenere rapporti con ragazze locali per più di una sera e, quando la conoscenza occasionale dovesse trasformarsi in una frequentazione assidua, di evitare assolutamente la convivenza. Convivere con una donna del Kenya può essere considerato un rapporto alla stregua del matrimonio, e in caso di abbandono per motivi come il semplice ritorno in Italia, possono verificarsi (come già accaduto) spiacevoli code di tipo giudiziario o anche tentativi di estorsione con ufficiali consenzienti". 
La raccomandazione è anche quella di evitare di approfondire troppo la conoscenza con la partner occasionale, ad esempio rifiutando di recarsi in visita dai suoi parenti. 
"L'essere accolti a casa dei parenti o nel villaggio natio della ragazza spiega Macrì - in Kenya può essere considerato "matrimonio tribale" e quindi a tutti gli effetti può far risultare un legame tra le due persone. Legame sancito dall'invito e testimoniato dalle persone che vi prendono parte".
Insomma, l'incontro occasionale con le ragazze di vita, che in Kenya non hanno sfruttatori alle spalle e hanno la verve e l'apparenza di studentesse, commesse o simili, ma che di fatto esercitano il mestiere più antico del mondo, dovrebbe rimanere tale. Un incontro estemporaneo, appunto. Evitando se possibile di trasformare un'avventura in qualcosa che possa sfuggire dal controllo, in un Paese straniero con le sue regole ed ancora un alto livello di corruzione. 
Per ogni delucidazione in merito, il Corrispondente Consolare Roberto Macrì è a disposizione presso la sede del Consolato, di fianco al Bar Bar al Sabaki Center.

TAGS: Roberto MacrìRagazze Malindi

Un progetto che abbina aiuti al femminile con la tutela dell'ambiente nell'entroterra di Kilifi e di Malindi.
L'associazione italiana Africa Milele, che può contare su un numero crescente di appassionati volontari e opera principalmente a Chakama, sulla strada per il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Roberto, 70 anni, lombardo e vedovo con due figli, torna nella casa di Malindi per la prima volta dopo la perdita della moglie.
Incontra Monica, una ragazza locale di 23 anni che lavora in un negozio di parrucchiere.
Da qui...

LEGGI TUTTA LA RECENSIONE

Un grave lutto avvolge la comunità italiana di Malindi, ci ha lasciato uno dei decani della "colonia" italiana.
Il costruttore bresciano Renato Marini. Logorato da una lunga malattia, si è spento nella sua casa dietro il Galana Center, una delle...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Se vivete a Malindi e dintorni, o la frequentate per lunghi periodi, magari avrete anche vestiti o altri oggetti di seconda mano di cui vi potreste liberare.
Da un vecchio elettrodomestico mezzo funzionante a utensili della casa, giocattoli e biancheria.LEGGI TUTTO

Che la neonata associazione turistica Malindi Watamu facesse sul serio lo avevamo già scritto.
Ora si attendeva l'impegno delle istituzioni nazionali e regionali a sostegno delle iniziative di promozione della costa nord del Kenya, portate avanti da questa nuova unione...

LEGGI TUTTO

Le studentesse della Coast Girls Secondary School di Mombasa hanno felicemente messo a punto un antidoto al morso dei serpenti velenosi e alla puntura degli scorpioni, utilizzando una piccola pietra nera che da tempo viene utilizzata tradizionalmente dalle tribù della...

LEGGI TUTTO

Io a lei l’ho capita, Cavaliere.
Anche se non ci siamo parlati, non mi ha chiesto consigli e ha preferito farsi raccomandare da Flavio, so che pure lei dell’Italia ne ha piene le scatole e vuole mettere radici in Kenya.LEGGI TUTTO

"Un successo tangibile". Bastano queste due parole di Roberto Marini, colui che ha proposto e voluto lo stand promozionale di Malindi e Watamu all'Africa Travel Show di Nairobi, per far capire che non solo ci sono i margini perché il...

LEGGI TUTTO

Da quando c'è turismo in Kenya, e in particolare nelle località costiere, è viva tra gli occidentali (i cosiddetti mzungu) la moda di farsi le treccine all'africana.
E' un'abitudine che in gran parte affascina le ragazze, ma anche qualche uomo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' ufficiale: Malindi ha un nuovo Console Onorario Italiano. 
E' Ivan Del Prete, 43 anni, connazionale residente a Malindi dal 1997 e già da tempo attivo volontariamente nel garantire la sicurezza ai nostri connazionali a Malindi, Watamu e Mambrui. 

LEGGI TUTTO

All'indomani delle dichiarazioni su Malindi e Watamu di Roger Jones, responsabile dell'agenzia ingaggiata dal Ministero del Turismo keniano per rilanciare il settore, gli imprenditori italiani della Contea di Kilifi ci hanno contattato, hanno scritto in privato o sulle nostre pagine...

LEGGI TUTTO

"Siamo appassionati d'Africa e di mountain bike, così abbiamo deciso di percorrere buona parte della Tsavo Road, da Malindi a Langobaya, per godercela ancora com'è sempre stata: selvaggia, polverosa e semplice come la gente che vive ai suoi bordi".
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Gli appassionati di serie televisive di Canale 5 lo conosceranno come interprete di Carabinieri, Centovetrine , Le tre rose di Eva , solo per citarne alcune. Lui è Roberto Farnesi, attore cinematografico e televisivo, molto noto al pubblico, soprattutto femminile. LEGGI TUTTO

Dal riciclo della plastica abbiamo visto scaturire oggetti utili, simpatici, inediti.
Ma che ripulendo la riserva del Maasai Mara dall’incuria del genere umano si potessero ricavare gioielli di rara bellezza e allo stesso tempo aiutare ragazze con grossi problemi sociali,...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Giorno importante, quasi storico per la promozione turistica di Malindi e Watamu.
Domani alle 18 nella sala conferenze dell'Ocean Beach resort si presenta un'associazione alla quale per la prima volta partecipano in forma attiva sia gli imprenditori che le istituzioni...

LEGGI TUTTO

Aeroporto Internazionale di Malindi, un'accelerata benaugurante per l'allargamento della pista.
Ieri mattina c'è stato un incontro importante tra l'Associazione Turistica di Malindi e Watamu (MWTA) e il Consiglio popolare della Contea di Kilifi, in pratica un parlamento regionale composto dai...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO