Ultime notizie

EDITORIALE

I tanti segnali per cui il Kenya torna ad attirare

Cresce l'interesse non solo dei turisti europei per la costa

12-05-2017 di Freddie del Curatolo

Il Ministero del Turismo segnala che nei primi due mesi del 2017 l'ingresso di visitatori in vacanza è aumentato del 20 per cento rispetto all'anno prima e ha raggiunto cifre superiori a quelle delle ultime cinque stagioni, uno studio di un survey economico del Continente Nero mette il Kenya al terzo posto per l'attrattiva economica, dopo Marocco e Sudafrica, le multinazionali di ogni settore produttivo e distributivo continuano ad aprire filiali a Nairobi e dintorni.
Insomma, il Kenya è tornato ad essere un Paese in cui non solo trascorrere un periodo felice di relax e avventura, ma anche un polo di business interessante da studiare e fare proprio per rilanciare attività che soffrono della crisi economica del Vecchio Continente.
Questo potpourri di possibilità fa sì che si torni a parlare di Kenya come nei tempi passati e che ci sia una nuova "corsa all'oro" che riguarda svariati soggetti e diverse classi sociali.
Il CEO di Carrefour ha recentemente dichiarato, dopo l'inaugurazione della seconda filiale di Nairobi, cosa che porta il Kenya a livello con un Paese industrializzato ed "europeizzato" da decenni come il Sudafrica, che se non avesse così tanto da fare e da lavorare ancora nella vita (?) si trasferirebbe con la sua famiglia a Karen e dintorni e darebbe da mangiare la mattina alle giraffe che si affacciano alla finestra della sua villa, come nel mitico hotel Manor.
Mentre il Governo si preoccupa di mantenere il potere per i prossimi quattro anni e i prezzi dei cibi di prima necessità continuano a salire, proprio come avviene in Italia, Francia e Spagna, la sicurezza torna ad essere un punto di forza del Kenya e i Ministeri degli Esteri di mezzo mondo civiizzato tolgono i loro veti.
La direttrice del Kenya Tourist Board a Londra ha salutato felicemente il ritorno dei turisti britannici nel Paese, ricordando che per tantissimi anni i britannici sono stati al top dei visitatori e solo da qualche anno hanno ceduto lo scettro ad americani e cinesi.
Cinesi che continuano a prendere lavori pubblici in appalto ma che iniziano anche a coltivare (a modo loro) un certo mal d'Africa.
E veniamo alle nostre Malindi e Watamu. La recente politica del Ministro Balala di diversificazione delle mete, Malindi per business, conferenze, meeting, incentive e servizi in generale, Watamu per sole, mare, natura e sport acquatici, sembrerebbe cogliere i primi frutti.
Anche in bassa stagione alcuni resort a Watamu rimangono aperti e attendono turisti insoliti, dagli indiani ai giapponesi, dai locali ad altri africani. Mentre a Malindi realtà come l'Ocean Beach Resort in questo momento sono piene grazie a convegni di Nazioni Unite ed altre associazioni internazionali, ma anche residence e bed&breakfast non chiudono mai.
Anche le aspettative per agosto sono buone, e ancora meglio quelle per il prossimo inverno, dove alcune compagnie aeree progettano di atterrare a Mombasa e si preparano a stipulare i primi contratti con l'aeroporto di Malindi, che a fine anno potrebbe già far atterrare almeno gli airbus da centocinquanta posti.
In questo quadro, anche il nostro portale che è da nove anni il punto di riferimento e il termometro di questa regione, segnala un ritorno di acquisti di immobili, interessamenti per apertura di attività, per gestioni o rilevamenti di proprietà ed altre forme di business.
In Kenya, si sa, tutto è ciclico e come diceva il grande Ernest Hemingway "una verità all'alba è una menzogna a mezzogiorno", ma i segnali ricordano quelli del 2005, quando ci si preparava a due stagioni memorabili.
Prepariamoci, sapendo che oggi abbiamo il valore aggiunto di una sicurezza più alta, della consapevolezza di molti residenti che questo non è più il Paese di Bengodi e neanche il luogo in cui ognuno può fare quel cavolo che vuole, ma che le nuove regole hanno anche fatto sparire piano piano quegli elementi "trasversali" che qui hanno fatto tutto, tranne che il bene di questo Paese e della gente che ci vive.

TAGS: Kenya economiaKenya investimentiMalindi turismo

Secondo la ricerca "Africa Risk-Reward Index", pubblicata da Nkc African Economics, il Kenya e l'Etiopia sono i Paesi leader del prossimo futuro nel Continente Nero.
Il rapporto, che mette a confronto investimenti, PIL, sicurezza e molti altri fattori di supporto all'economia,...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Già pronti 30 milioni di euro da parte di investitori nazionali e stranieri per lanciare progetti industriali nella Contea di Kilifi.
Lo ha annunciato il Governatore Amason Kingi a margine del convegno di Kilifi sull'economia e gli investimenti nella contea...

LEGGI TUTTO

Il Fondo Monetario Internazionale ha considerato nei giorni scorsi la svalutazione dello Scellino keniota e considerato che la moneta del Kenya rimarrà su valori bassi, rispetto a dollaro ed euro, almeno per 4 mesi.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Lo ha annunciato il Ministro del Turismo del Kenya Najib Balala: il Governo keniano vuole veder atterrare voli delle compagnie aeree low cost sulla costa, per incrementare il turismo particolarmente delle spiagge e dei safari nei parchi vicini.
La richiesta...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Ministro del Turismo del Kenya Najib Balala ieri a Milano ha incontrato prima i Tour Operator, poi rappresentanze di imprenditori e di associazioni e infine i giornalisti, in una mattinata che lo ha visto dispensare ottimismo e "fare squadra"...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Novità per i permessi di lavoro nel settore del Turismo in Kenya.
Il Governo keniano ha approvato una regolamentazione secondo la quale viene istituito un "comitato di garanzia" per verificare e dare la propria approvazione alle richieste di permessi di...

LEGGI TUTTO

Lo scorso novembre, durante la presentazione di un piano di marketing turistico della Contea di Kilifi, avevamo...

LEGGI L'ARTICOLO

Quindici ore di volo su un Boeing 787 da 234 persone con tre classi: First, Business ed Economy. Partenza alle 23.25 dall'aeroporto Jomo Kenyatta di Nairobi, promosso recentemente "Classe A" per avere i parametri internazionali richiesti dagli USA, e arrivo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Quindici ore di volo su un Boeing 787 da 234 persone con tre classi: First, Business ed Economy. Partenza alle 23.25 dall'aeroporto Jomo Kenyatta di Nairobi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Kenya meta di grande interesse immobiliare per i ricconi del pianeta.
Questo emerge da un articolo inchiesta del quotidiano finanziario online americano "Business Insider".
Secondo l'inchiesta le...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Da un'inchiesta del World Bank Group, organismo di ricerca della Banca Mondiale, pubblicata sul sito doingbusiness.org, la Contea di Kilifi viene segnalata come una delle mete future più appetibili per il cosiddetto "Tourism Business", 

LEGGI TUTTO

Sei mesi di campagna elettorale e tre di post elezioni hanno rallentato i piani del Kenya per quanto riguarda la crescita economica, ma non sembrano essere in grado (per fortuna) di fermare lo sviluppo del Paese in termini di infrastrutture...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Piogge permettendo, i lavori di allargamento e si spera asfaltatura del tratto costiero Malindi-Watamu, proseguiranno da entrambi i lati.
Dopo avervi riferito...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un'ora di incontro serrato a Malindi, sul tavolo la continuità di importanti progetti del Governo italiano nel campo della sanità e dell'educazione, ma anche la questione aeroporto internazionale. E al termine una...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il forum di Nairobi organizzato dal Ministro del Turismo Najib Balala a Nairobi nei giorni scorsi lo ha ribadito: Malindi avrà il suo aeroporto internazionale.
Le cause dei privati saranno risolte presto e si procederà, perché il progetto Malindi fa...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"Un volo Kenya Airways da Milano a Mombasa, ci stiamo lavorando".
Parole (che speriamo siano seguite dai fatti) del Ministro del Turismo del Kenya Phyllis Kandie, che ieri ha presenziato nella Kenya House di Via san Gregorio a Milano alla...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO