Ultime notizie

NEWS

Il Governo keniota non aiuterà Nakumatt in crisi

L'azienda piena di debiti aveva chiesto aiuto, a rischio le sue filiali

26-06-2017 di redazione

Tempi durissimi per la catena di supermercati Nakumatt e i relativi centri commerciali dove le sue filiali sono situate.
Entrata nel tunnel di una crisi che sembra irreversibile, l'azienda keniana fondata più di vent'anni fa dalla famiglia indiana Shah di Nakuru, di fatto la prima catena di grande distribuzione del Paese, ora vede seriamente il rischio della chiusura dei suoi negozi, compreso quello boccheggiante di Malindi.
Assediata da creditori e da un annoso contenzioso con le tasse, per cui ha già patteggiato rateizzazioni e ha chiesto tempo, ora l'Amministratore Delegato Atul Shah ha chiesto, con una lettera ufficiale, un aiuto da parte del Governo keniota, un prestito per non sprofondare e non mettere sulla strada quasi cinquemila dipendenti, compreso l'indotto di confezionatori, trasportatori e produttori, più molte piccole aziende collegate.
La risposta da parte del Sottosegretario all'Industria e al Commercio Chris Kiptoo è stata laconica: non ci sarà nessuna ancora di salvataggio per un'azienda che non ha saputo fare tesoro di anni floridi ed è stata poco accorta nella sua politica espansionistica.
L'arrivo della grande distribuzione internazionale, soprattutto della catena francese Carrefour, ha dato la cosiddetta "botta di grazia" a Nakumatt, che ora si trova in acque davvero molto agitate.
La chiusura di altri supermercati appare ormai la logica conseguenza della mancanza di fondi necessari a fronteggiare la crisi, che oltre a fornitori e imposte, ora rischia di abbattersi sui dipendenti dell'azienda.
Mentre la filiale di Nyali a Mombasa sembra una delle poche che generano utili, quella di Malindi, soggetta alla stagionalità della località turistica, potrebbe essere tra le prime a saltare. 

TAGS: Nakumatt MalindiMalindi supermarket

Dopo lunga agonia, come un malato terminale a cui vengono periodicamente tagliati arti ed estratti organi, la catena keniana di supermercati Nakumatt potrebbe essere arrivata alla fine.
Sono

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il supermercato Nakumatt di Malindi, all'interno del centro commerciale Oasis Mall in Lamu Road, è da ieri il punto di raccolta istituito dalla NEMA per i sacchetti di plastica ed ogni altra borsa o prodotto leggero di polietilene.
Chiunque abbia...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La grande catena di supermercati del Kenya "Nakumatt", che ormai da mesi versa in una crisi irreversibile che ne ha fatto chiudere alcune sedi e svuotare gli scaffali in quasi tutte le altre, potrebbe essere salvata dall'ex rivale Tuskys.
I...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Le avvisaglie si erano avute già nella prima mattina, con la chiusura definitiva della filiale di Diani, in Costa Sud.
Dopo mezzora anche a Malindi la stessa sorte, il supermercato Nakumatt ha chiuso i battenti probabilmente

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un gruppo finanziario con sede nell'isola di Mauritius e filiali in India ed altre nazioni in Africa e Oriente, SBN Holdings, ha presentato una proposta d'acquisto per l'Istituto di Credito keniano Fidelity Bank, che ha sede anche a Malindi all'Oasis Mall...

Il supermercato Nakumatt di Diani, punto di riferimento commerciale della località turistica della costa sud keniana, ha chiuso i battenti fino a...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un pranzo con musica per incontrarsi tra italiani in Kenya, organizzato da Comites, il Comitato degli Italiani all'Estero (organo consultativo dell'Ambasciata d'Italia in Kenya).

LEGGI TUTTO

Una messa in suffragio per lo storico proprietario del Casino Malindi, Robert J. Cellini, conosciuto da tutti come Bobby, scomparso un anno fa a 76 anni dopo una breve malattia. (leggi qui la commemorazione di malindikenya.net).
La messa sarà...

Come per i malati gravi per cui poco prima della dipartita sembra esserci un lieve miglioramento, in molti in Kenya avevano confidato in una ripresa della catena di supermercati Nakumatt. Le voci di un accordo con i concorrenti "Tuskys", un...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ancora rimandato il trasferimento in Sardegna di Mario Mele, l'ex residente di Malindi proprietario del Mario's Lounge al Nakumatt, arrestato dall'Interpol il 29 marzo scorso durante un'operazione congiunta con la polizia della regione costiera del Kenya.
Una volta estradato in...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Fuggire via da qui è fin troppo facile.
Va tutto male, te lo ripetono ogni giorno decine di persone che incontri.
Sono scontenti di tutto e non capiscono che stanno invecchiando insieme al continente che da tempo chiamiamo "vecchio". Allora...

LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

L' implosione di Nakumatt, in origine un negozio di materassi keniano a gestione familiare, poi cresciuto fino a diventare la più grande catena di supermercati dell' Africa orientale, è una...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

I familiari di Mario Mele ribattono con serenità e fermezza alle affermazioni di un presunto amico ed ex socio del proprietario del bar malindino al Nakumatt.
"Mario sta bene, non è affatto scontento di essere tornato a Nuoro, anzi ne...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La catena di supermercati keniana Nakumatt ha deciso di chiudere tre delle sue filiali. 
La decisione fa parte della politica di tagli dei costi dell'azienda, che si è prefissa di ridurre di KShs. 1.5 miliardi le spese per il prossimo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Mario Mele, il proprietario del Mario's Bar di Malindi e, con altri soci, del Mario's Budda's all'interno del Centro Commerciale Oasis (Nakumatt) è tornato in libertà, in attesa del processo che lo vede coinvolto con l'accusa di evasione fiscale e di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dopo Kilifi e Watamu, arrivano anche a Malindi i cavi delle fibre ottiche per la connessione superveloce a internet di tutte le compagnie. 
Ieri mattina gli operai della società "Faiba" erano al lavoro, scavando a partire dall'ufficio della Orange, di...

LEGGI TUTTO