Ultime notizie

POLITICA

Incontro tra i leader, Kenya e Tanzania di nuovo amici

Kenyatta dal collega Magufuli: "Abbiamo rotto il ghiaccio"

08-07-2019 di Freddie del Curatolo

Una visita ufficiosa ma molto più importante di quelle di Stato con l’osservanza di ogni protocollo e le parole calibrate in diretta televisiva.
Il viaggio del Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta in Tanzania per incontrare il suo omologo tanzaniano John Pombe Magufuli, ha sorpreso non solo l’opinione pubblica dei due Paesi, ma l’ambiente politico di tutto l’Est Africa.
Tra le due nazioni vicine da anni non corre buonissimo sangue, molte sono state le diatribe, le ripicche a livello commerciale (l’aumento keniano delle tasse sulle farine provenienti dalla Tanzania, come risposta ai dazi del 25% sui prodotti di pasticceria keniani e sugli olii) e i divieti (nel turismo, settore che ci tocca da vicino, ad esempio gli ostacoli per chi vuole fare safari allo stesso tempo in Kenya ed in Tanzania) fino ad arrivare alla questione degli hub marittimi per far arrivare il greggio da Uganda e Sud Sudan, con il governo tanzaniano che più volte ha cercato di far saltare il banco costruito dal Kenya sull’asse LAPPSET con il porto di Lamu come terminale, proponendo un meno comodo passaggio sul Lago Vittoria e l’implementazione del porto di Tanga.
Vedere i due Capi di Stato passeggiare serenamente mano nella mano e Kenyatta accettare di trascorrere una giornata nel villaggio natale di Magufuli, Chato, incontrare la madre del leader tanzaniano ricoverata in ospedale e cambiare i suoi programmi di rientro per fermarsi una notte e “mangiare del buonissimo pesce”, è sicuramente un avvenimento inedito per quanto riguarda le due Nazioni confinanti.
“Avevamo voglia di incontrarci da amici, in maniera non ufficiale – ha spiegato Kenyatta – in modo da rompere il ghiaccio in vista di prossimi impegni ufficiali. Sicuramente presto ricambierò la visita ospitando Magufuli a casa mia e mia moglie cucinerà per lui dell’ottimo githeri”.
Il Presidentissimo tanzaniano, conosciuto per la sua intransigenza e il suo carattere di ferro, è apparso molto rilassato.
“Kenyatta, con cui già c’era una buona amicizia anni fa, quando era ministro – ha ribadito Magufuli – doveva fermarsi solo un giorno da noi e invece ha deciso di restare qui, ciò mi ha fatto molto felice.
Ora il nostro impegno principale sarà quello di far lavorare insieme le economie dei nostri Paesi, eliminare i problemi dei keniani e dei tanzaniani, in poche parole fare affari insieme”.
La Tanzania è da tempo considerato un membro problematico della Comunità dell'Africa orientale, sempre pronto ad accusare il Kenya e l’Uganda di voler sfruttare le sue risorse.
Durante i colloqui per l’avvio dei lavori per l’autostrada costiera che collegherà Bagamoyo a Malindi, Magufuli non le mandò a dire, dichiarando che sarebbe stata dura lavorare insieme ad un Paese che fa della corruzione il suo modus operandi.
Nella breve intervista rilasciata dopo questo incontro, ora Magufuli sottolinea l’importanza di creare un blocco economico dell’Est Africa, in modo da avere un forte potere contrattuale con giganti commerciali del calibro di Cina e India.
La visita non ha toccato temi politici e non si è soffermata sui particolari dei problemi transfrontalieri, piuttosto è sembrata anche una maniera diplomatica per mettere a tacere polemiche xenofobe rilanciate in Kenya da un parlamentare, l’ex cantante Charles Njagua detto “Jaguar”, il quale è stato condannato a quattro giorni di prigione più una multa per aver espresso giudizi considerati razzisti all’indomani della partita di calcio tra le nazionali dei due Stati ai campionati continentali che si stanno disputando in Egitto. Il populista Njagua aveva pubblicamente chiesto ai tanzaniani di non venire più in Kenya a fare affari, rubando il lavoro ai keniani.
Kenyatta, senza fare riferimento all'onorevole Njagua per nome, ha sconfessato questo modo di fare politica:  “Qualcuno vede solo il villaggio natio, non lo ha mai lasciato e pensa che oltre ci sia la fine del mondo. Di conseguenza parlano a vanvera di cose che non sanno e che non li riguardano. Come si può dire ad un tanzaniano di non venire a fare affari in Kenya?”
Magufuli ha confermato il futuro possibile cambio di rotta tra i due Paesi: “I tanzaniani possono andare in Kenya e trarre beneficio dai loro business così come portare benessere”
Kenyatta ha concluso il suo discorso nel villaggio natale del Presidente tanzaniano nella più melensa delle ipotesi:  “Il Signore ci ha detto che si può scegliere un amico, ma non si può scegliere un vicino di casa. Un vicino di casa viene donato da Dio. E non c'è niente di più gioioso di avere un vicino donato da Dio che è anche un amico”.

TAGS: kenya tanzaniakenyatta magufulipolitica kenyaest africa

E' vicino il lancio dell'autostrada Bagamoyo-Malindi. I presidenti di Kenya e Tanzania, Uhuru Kenyatta e John Magufuli, nell'ambito della ripresa dei rapporti tra i due paesi confinanti, hanno rilanciato il progetto accantonato nel 2014 di unire la costa swahili dalla capitale...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Quando ormai siamo alla fine del primo mandato elettorale di Uhuru Kenyatta e nell’anno del consolidamento del potere del suo collega tanzaniano John Pombe Magufuli, si può constatare come i rapporti politici ed economici tra i due Paesi dell’Est Africa...

LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

Oggi Uhuru Kenyatta sarà ufficialmente il quinto Presidente del Kenya, succedendo a sé stesso e governando presumibilmente per i prossimi cinque anni.
La cerimonia ufficiale del...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Quella del Viceministro dei Trasporti del Kenya è molto più di una proposta. Dall'anno prossimo le autostrade del Kenya che verranno realizzate o rimesse a posto, saranno a pagamento. 

LEGGI TUTTO

Il Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta ha cambiato i suoi piani, decidendo di passare da Malindi ieri e non la prossima settimana, per lanciare ufficialmente l’asfaltatura della strada che porta al Parco Nazionale dello Tsavo Est.

LEGGI TUTTO

Il Governo del Kenya, attraverso le direttive del Ministero della Salute, ha deciso di bandire l'utilizzo della shisha, ovvero il fumo attraverso il caratteristico narghilè.
La shisha è diventata...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta ha cambiato i suoi piani, decidendo di passare da Malindi ieri e non la prossima settimana, per lanciare ufficialmente l’asfaltatura della strada che porta al Parco Nazionale dello Tsavo Est.
 

 

leggi tutto

La politica del riciclo e dell’eliminazione della plastica attuata da Ruanda, Kenya e ora anche Tanzania sta influenzando anche...

LEGGI L'ARTICOLO

Da un'approfondita e quotidiana lettura della situazione politica attuale in Kenya, emerge sicuramente un quadro confuso e di difficile interpretazione di quel che potrebbe accadere il 26 ottobre, giorno delle nuove elezioni presidenziali. Ma anche immediatamente prima e subito dopo.

Oltre sette mesi di crisi politica con due elezioni, ricorsi, minacce, giuramenti, manifestazioni ed ogni altra varietà di incidenti diplomatici e non.
Ora, con una conferenza stampa tanto improvvisa quanto sorprendente, il ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Finalmente dalla Banca Africana dello Sviluppo (AfDB) è arrivato l'ok: I lavori per la costruzione dell'autostrada transnazionale tra il ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il rimpasto del Governo voluto dal Presidente Uhuru Kenyatta per fronteggiare una crisi politica dovuta a scandali e truffe che hanno coinvolto alcuni ministri, ha fatto sì che al Ministero del Turismo tornasse una vecchia conoscenza degli imprenditori e dei...

LEGGI TUTTO

Dopo diciotto lunghi anni di assenza, il Safari Rally torna a casa. Il Kenya ospiterà nel prossimo giugno una...

LEGGI L'ARTICOLO

Esattamente cinquant’anni fa, il 5 luglio 1969, il Kenya perdeva in...

LEGGI L'ARTICOLO

Tra un paio d'anni si potrà viaggiare con la ferrovia veloce SGR da Mombasa fino alla più...

LEGGI L'ARTICOLO

La lingua kiswahili, originaria dell'omonima costa che va dal nord del Mozambico fino al Corno d'Africa e successivamente adottata anche dal resto dell'Est Africa, particolarmente dai popoli che si affacciano sui grandi laghi africani, si conferma come la più parlata...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO