Ultime notizie

Coronavirus

Kenya, si svuotano le terapie intensive

Anche ieri più guariti che nuovi casi e zero morti

09-09-2020 di redazione

 

I numeri parlano chiaro: l’ottanta per cento dei casi di positività al virus Covid-19 in Kenya è circoscritto alla Capitale Nairobi e alle contee confinanti. Solo il 10 per cento dei casi è stato registrato sulla costa e di questi il 7 per cento (2483) nella sola città di Mombasa.
I dati sono stati confermati durante la conferenza stampa di ieri, martedì 8 settembre, dal Ministero della Sanità, che ha fatto notare come il 56% dei positivi è stato registrato nella sola Nairobi che con le sue periferie (in particolare Kiambu con 2587 casi su 35.356) raggiunge appunto 4 contagi su 5 in tutto il Paese.
Intanto, pur con un leggero innalzamento della percentuale di positivi rispetto ai tamponi, anche ieri il Kenya non ha fatto registrare decessi, a fronte di 151 nuovi casi di Coronavirus  e 173 pazienti guariti, di cui 107 erano seguiti con cure domiciliari e 66 hanno liberato un posto letto in ospedale. Ne consegue che giorno dopo giorno sono sempre meno i pazienti ricoverati, specie quelli nei reparti di terapia intensiva.
Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 2552 tamponi, la Contea di Kiambu ha fatto segnare il maggior numero di malati (quasi tutti asintomatici) con 54 casi. Nairobi segue con 23 e sulla costa solo 4 casi, 2 a Mombasa e 2 nella Contea di Kilifi.
“Siamo contenti di poter annunciare che i pazienti nelle unità di terapia intensiva si stanno riducendo – ha dichiarato il Segretario Amministrativo della Sanità, Dr. Rashid Abdi Aman – ma non possiamo dire di essere ancora usciti dalla tempesta. Ci sono Contee che ancora destano problemi e nuovi piccoli focolai a Machakos, Busia e Nyeri. La curva si sta appiattendo ma c’è ancora preoccupazione. Non abbassiamo la guardia e studiamo l’esempio di Spagna e Stati Uniti che sono alle prese con una seconda ondata”.

 

TAGS:

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

http://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!