Ultime notizie

SOLIDARIETA'

La comunità di Malindi fa la spesa alle famiglie bisognose

Accordo di PWAM, Donne nel turismo e malindikenya.net con Tuskys

09-05-2020 di Leni Frau

I cittadini responsabili di Malindi, riuniti sotto l’egida della Progress Welfare Association of Malindi, hanno messo in atto la prima delle future iniziative per combattere l’emergenza cibo che inizia a colpire tante famiglie della cittadina, per l’accavallarsi di bassa stagione e chiusura dei confini nella Contea di Kilifi. Senza turismo e con il commercio ridotto ai minimi, sono in tanti a non avere più di che sfamarsi, attendendo quel minimo che con le piogge potrà arrivare dai campi di mais.
Ma non è solo il sostentamento alimentare ad accrescere la miseria quotidiana della popolazione locale: mancano i soldi per acquistare ogni genere di conforto, da detersivi e sapone a medicinali.
Così PWAM con l’aiuto di Malindikenya.net, dell’Associazione Donne nel Turismo e di molti generosi donatori esterni, tra cui gli italiani Roberta Lar, Pasquale Pes, Daniele Tiritò, Rita Leo oltre al Dr. Harry Mwimali, ad Amon Kiarie e Vivien Wallus, ha trovato un accordo con la catena di supermercati Tuskys che predisporrà dei voucher per spese mensili che andranno alle famiglie più bisognose e alle associazioni di lavoratori locali che sono rimasti orfani del turismo. Poi ci sono orfani veri, come il caso a noi segnalato di cinque ragazzini dagli 8 ai 16 anni che hanno recentemente perso la madre e sono da anni senza padre. Abitano in un villaggio alle porte di Malindi e l’unica persona che potrebbe accudirli è la nonna, che è non vedente.
E’ la prima famiglia che ha beneficiato dei voucher che abbiamo predisposto, ma il grosso delle prime donazioni è andato al gruppo organizzato delle donne che lavorano sulla spiaggia di Silversand. Loro non solo sono riunite in un’associazione, ma hanno sempre collaborato per tenere pulito il litorale e sono contro ogni forma di insistenza e molestia ai danni dei turisti, cercando di prevenirla e di scoraggiare i cosiddetti “beach boys” dal praticarla.
Trenta voucher per la spesa, da 1750 scellini a testa sono andati alle “mama”, alcune delle quali hanno da subito iniziato a fare la spesa, come illustrato dal nostro video.
Grazie all’accordo con Tuskys, il cui manager della filiale di Malindi Edwin Nyaqwama ha contribuito personalmente ad aumentare il budget di ogni famiglia, potremo andare avanti con le donazioni e abbiamo la certezza che i soldi che ci arrivano saranno spesi per l’emergenza. Per donare ad una famiglia con un minimo di continuità, chiediamo un contributo di 35 euro o 4000 scellini. Per inviare un aiuto dall'Italia, l'IBAN è IT14X0503401795000000004223 (Causale "Emergenza Covid-19 Kenya). In Kenya si può utilizzare Mpesa, al numero 0720178982.

Non è questa ovviamente e per fortuna l'unica iniziativa di organizzazioni malindine per l'emergenza cibo. Oltre alle raccolte della Croce Rossa, molto attiva è la NGO Karibuni che grazie alla ritrovata collaborazione con la Diocesi di Malindi, ieri ha consegnato oltre una tonnellata di farina, quasi 600 kg di fagioli oltre a150 litri di sapone liquido, confezioni di assorbenti, uova, banane e borse ed altro. Grazie a Karibuni ed ai suoi donatori italiani, 100 famiglie da oggi avranno cibo ed aiuto per quasi un mese.


TAGS: solidarietà kenyacibo kenyadistribuzione kenyabisognosi kenya

Tempi durissimi per le famiglie dell'entroterra malindino, così come in tante altre zone del Kenya, rese aride dalla prolungata siccità e flagellate dall'aumento dei prezzi del cibo di sussistenza.
Sabato scorso dalla fattoria della NGO italiana Karibuni di Langobaya è partita...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LA GALLERY

Un progetto che abbina aiuti al femminile con la tutela dell'ambiente nell'entroterra di Kilifi e di Malindi.
L'associazione italiana Africa Milele, che può contare su un numero crescente di appassionati volontari e opera principalmente a Chakama, sulla strada per il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Total Lockdown. In Kenya è questa la parola più “cliccata” dopo Covid19.
Da qualche...

LEGGI L'ARTICOLO

Mentre il servizio meteorologico del Kenya ha annunciato da ieri i cinque giorni più torridi dell’anno nel Paese, la siccità prosegue il suo...

LEGGI L'ARTICOLO

Più che l’economia del Paese fecero la siccità e i tempi lunghi per il raccolto del mais.
Fatto sta ...

LEGGI L'ARTICOLO

Una bimba giriama che sorride a una piccola compagna di giochi della tribù dei masai, è l'immagine più bella di integrazione razziale in Kenya, all'alba della campagna per le prossime elezioni nazionali.
Siamo a Baolala, nell'estremo entroterra di Malindi. Uno degli ultimi...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

Il romanzo della giornalista Rai Isabella Schiavone "Lunavulcano", che abbiamo recentemente recensito qui (clicca qui per leggere la recensione) è stato selezionato  per il prestigioso premio Strega 2018.
L'importante...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La catena di solidarietà partita dall’ambasciata keniana dell’Ordine dei Cavalieri di Malta e promossa anche attraverso il sito, con la complicità della connazionale Rita Valentini, è approdata al risultato sperato, quello di portare una cisterna d’acqua e un camion contenente...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Fatuma Freedom Prezioso non ce l'ha fatta. 
E' spirata ieri notte a Mombasa, dove si era recata per l'ennesima visita di controllo.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dopo il grande successo della prima edizione, cinquemila copie in giro ovunque per il Kenya per promuovere le località turistiche della Contea di Kilifi, si prepara la seconda edizione dell'elegante magazine "What's Best in Kilifi County".
Il semestrale, tuttora in...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

La tradizione del festeggiamento del Santo Natale in Kenya ha, come si può immaginare, origini abbastanza recenti.
Da quando cioè arrivarono i primi missionari, a metà del 1800.
Nei Paesi africani la coesistenza di culture religiose differenti e la...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Pablo Picasso non avrebbe potuto immaginare e dipingere scena più devastante, tra l’umano...

LEGGI L'EDITORIALE

Tempi durissimi per la catena di supermercati Nakumatt e i relativi centri commerciali dove le sue filiali sono situate.
Entrata nel tunnel di una crisi che sembra irreversibile, l'azienda keniana fondata più di vent'anni fa dalla famiglia indiana Shah di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una giornata importante a Malindi che, nel suo piccolo, ha già dato i suoi frutti.
E’ iniziata la ...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Mano a mano che passano gli anni, il festeggiamento del Santo Natale in Kenya aggiunge ad una tradizione abbastanza recente (dall'arrivo delle prime missioni alla fine del 1800) quella più colorita delle...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La generosità della comunità italiana e la collaborazione tra malindikenya.net, PWAM e Croce Rossa...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO