Ultime notizie

LEGGENDE

La storia di Gor Mahia, il grande mago Luo

Guaritore e veggente, la "Juventus" del Kenya porta il suo nome

13-09-2020 di Freddie del Curatolo

Il Kenya moderno vive ancora di leggende e personaggi venerati del passato, tra cui stregoni, guaritori tradizionali e veggenti.
Uno dei più importanti e conosciuti si chiamava Gor Mahia e, pur essendo vissuto nell’Ottocento, il suo nome è di attualità perché è il nome della più importante e vincente squadra di calcio del Kenya.
Gli stranieri difficilmente conoscono la storia di Gor Mahia.
Figlio di Ogada e nipote di Ogallo, Gor era un eminente stregone Luo, nato alla fine del Diciottesimo secolo, che usò i poteri magici e miracolosi ereditati da suo nonno per governare il suo popolo.
Nato nel villaggio di Sigama, a poco meno di 10 chilometri dalle rive del lago Vittoria, al confine del Parco Nazionale di Ruma e a 25 km a sud-ovest di Homa Bay, Gor Obunga non crebbe come tutti i bambini. Il padre era poligamo come normale nelle tribù Luo, ma la moglie da cui ebbe Gor, Atoka, gli diede solo lui come figlio e morì quando era ancora piccolo.
La storia narra che fin da ragazzo fosse difficile distinguere se Gor fosse uno spirito o un essere umano. La leggenda vuole che avesse ereditato poteri magici dal nonno Ogallo.
Un giorno il nonno fu convocato per benedire i nipoti. Gor aveva solo 5 anni.
Un toro cerimoniale fu ucciso e Ogallo iniziò a benedire ogni bambino con il suo sangue.
Quando fu il turno di Gor, Ogallo fece qualcosa di diverso, scegliendo invece di dargli le ceneri di sua madre da seppellire nella sua capanna. Questa esperienza divenne d’origine dei poteri di Gor. Era diventato un mistero anche per lo stesso Ogallo che lo aveva benedetto.
I miracoli che Gor compì da lì in poi gli valsero il soprannome di “Mahia”, che signifca più o meno “soprannaturale”.
Crescendo, il ragazzo sviluppò anche il potere della profezia. Famosa è una sua visione di creature “simili a bambini” che erano voraci ed inarrestabili come locuste.
Mise quindi in guardia i coraggiosi guerrieri Karungu che difendevano le terre Luo avvertendoli che queste creature non si potevano combattere perché avevano con loro bastoni che sputavano sassi infuocati. Da lì a poco sarebbero arrivati gli uomini bianchi.
Il grande stregone Luo ha avuto 22 mogli e più di cento figli. Sono circa 3000 i discendenti che vantano una parentela diretta con lui. Ha avuto un nipote parlamentare ed uno dei più noti giudici della regione, Augustine Gor, è ricordato come un uomo dalle virtù speciali.
Si dice anche che Gor Mahia fosse amico del leggendario leader dei Maasai, Lenana, con cui aveva più volte scambiato doni.
La maggior parte dei poteri che Gor possedeva resta ancora un mistero legato alla tradizione orale, con una mitologia che arriva ad assicurare che fosse in grado di trasformarsi in donna o cane e passare in mezzo alla materia. Certe sono invece le grandi doti di erbalista che sono state trasmesse a tutti gli sciamani moderni che ancora oggi si recano alla sua tomba, per confermarli e quelle di chiaroveggente.
Tutti però sono avvertiti di non raccogliere le piante, foglie e persino le pietre intorno alla sua tomba senza il consenso dei discendenti di Gor. Si dice che qualsiasi contatto con la tomba turbi il suo spirito ed è provato che alcuni profanatori si sono ammalati e talvolta siano morti per questo.
Chi è stato a Sigama, nel luogo della sepoltura di Gor, conferma che è uno scenario da pelle d’oca.
Questo sonnolento villaggio che ha combatte strenuamente la modernizzazione è rimasto com'era 90 anni fa quando Gor Mahia morì alla veneranda età di 126 anni e il luogo di sepoltura è rimasto un luogo che attira non solo erbalisti e fattucchiere, ma politici, uomini d'affari e turisti che si avvicinano alla sua tomba per conoscere la storia, ma anche per cercare di risolvere problemi personali di ogni tipo. Sono i nipoti oggi a ricevere i visitatori, e loro confermano che leader locali in tempi di elezione ed altre prominenti personalità si affidano all’energia del sepolcro del grande mago Luo.
Al di là delle credenze e del business "di nicchia" creato, la nipote Nyangaya Okeche, che ha 101 e ricorda bene suo nonno, ha raccontato recentemente che aveva la capacità di entrare nelle stanze e cambiare posizione senza che nessuno se ne accorgesse. "Era un uomo incredibilmente sorprendente", dice. Come non credere ad una dolce vecchina?
In un periodo in cui c’è bisogno di energie positive e legami con un passato che spesso appare più luminoso e giusto del presente, conoscere la storia leggendaria di eroi come Gor Mahia non può che far bene allo spirito.

TAGS: eroi kenyastregoni kenyaleggende kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

http://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

La scuola calcio di Malindikenya.net prosegue la sua avventura, grazie all'aiuto dei primi italiani che si stanno appassionando al percorso dei nostri ragazzini della periferia di Malindi.
Durante il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Originariamente era il "Kenyatta Day", il giorno che ricordava la data di nascita di Jomo, primo Presidente del Kenya indipendente, 20 ottobre 1889.
Dal 2010, dopo la stesura della nuova costituzione, la festa nazionale è stata dedicata anche...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il 20 ottobre in Kenya si festeggia la giornata degli eroi nazionali, ovvero il "Mashujaa day".
Originariamente...

LEGGI L'ARTICOLO

Per la nostra sezione "Libri sul Kenya" presentiamo "Un chicco di grano", uno dei celebrati romanzi del più grande scrittore keniano, Ngugi Wa Thiong'o, più volte candidato al Nobel per la Letteratura.

LEGGI LA RECENSIONE

S'intitola "Giriama Warriors" la mostra che Gian Paolo Tomasi inaugura venerdì prossimo, 15 dicembre, alle 18 presso la nuova galleria d'arte "Artistaste" di Nairobi, attigua al ristorante italiano "La Salumeria".
La mostra, già presentata in...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Seguendo le indicazioni di una sentenza dell'Alta Corte di Nairobi, del novembre del 2017, il Ministro degli Interni del Kenya Fred Matiang'i ha deciso di dichiarare la giornata del 10 ottobre "festa nazionale".
In realtà...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un'incendio di vastissime proporzioni che per una settimana ha tenuto sotto scacco la...

LEGGI L'ARTICOLO

Ieri, in coincidenza con la fine di un lungo processo giudiziario in Italia, Malindikenya.net vi ha raccontato una delle tante leggende, palesemente false, della Malindi degli anni Ottanta.

LEGGI L'ARTICOLO

Sto camminando in mezzo a centoventicinque eroi. 
Anacronistici, meravigliosi eroi che tentano, da soli, di salvare la loro cultura e le loro tradizioni. 
Non si chiamano aborigeni o pellerossa. Anche per questo non hanno alle spalle nemmeno una fondazione, un’associazione,...

LEGGI TUTTO E GUARDA LA GALLERY FOTOGRAFICA

Un evento unico che unisce la cultura della costa keniota, quella dell'etnia Mijikenda, all'arte e alle culture di tutto il mondo, attraverso i veicoli imprescindibili della musica, delle parole e dell'arte visiva. Tutto insieme in una serata dal titolo "La...

LEGGI TUTTO

Un viaggio durato esattamente due mesi, ogni settimana a Malindi.
Una carrellata di racconti, poesie, canzoni, suggestioni nella sala del Baby Marrow Art & Food Gallery di Malindi, tra un piatto della cena e un drink.
Freddie del Curatolo ha...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"Ci vuole una svolta seria per evitare l'ingente numero di morti sulle nostre strade per incidente".
A parlare così, di fronte alla Nazione, è stato ieri il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Uno studio dell'Università di Los Angeles conferma anni di studi e secoli di dicerie e leggende locali: il pesce crudo dell'oceano indiano (sailfish, red snapper, dorado, kolekole) fa bene soprattutto alle persone in età avanzata, più di altri tipi di pesce...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il caso più recente riguarda un gruppo di appassionati di yoga e di cure a base di erbe di Venezia, che hanno visitato uno dei due centri di cultura tradizionale nei dintorni di Malindi, a Magarini.
Un'ottantina di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Già un bel pienone a Malindi per la prima delle cinque serate di agosto del nuovo spettacolo a ...

LEGGI L'ARTICOLO

La savana brucia e lo Tsavo East è ormai una distesa di terra rossastra con ciuffi d’erba ed alberi secchi.
Erbe aride e polverose mosse dal vento che solleva un velo impalpabile che si deposita ovunque.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO