Ultime notizie

NEWS

Le scuole in Kenya potrebbero riaprire prima

Ministro Istruzione: "Saranno indicative le prossime settimane"

30-08-2020 di Leni Frau

L’istruzione in Kenya è pronta a ripartire, anche prima dei termini fissati lo scorso luglio, nel caso i dati e le percentuali della pandemia restassero invariati per almeno due o tre settimane.
Questo è il succo delle dichiarazioni del Ministro dell’Istruzione keniana George Magoha, che in una dichiarazione resa venerdì scorso ha avvertito i genitori degli alunni di prepararsi ad un’eventuale ripresa anticipata delle lezioni.
Lo scorso luglio, in piena emergenza Covid-19, il Presidente Kenyatta aveva annunciato che l’anno scolastico in corso sarebbe stato cancellato, visto che in pratica erano andati in scena solo i primi tre mesi scarsi di lezioni, annullando anche gli esami delle scuole primarie e secondarie, per riprendere a gennaio 2021, senza bocciature o promozioni, quindi riprendendo da dove ci si era fermati.
Ora, pur confermando che anche questa volta la decisione finale spetterà al Capo di Stato, Magoha ha fatto intendere come la ripresa delle attività scolastiche sia una delle priorità della Nazione, ora che il primo (e speriamo unico) picco della pandemia è stato raggiunto.
"Stiamo osservando la curva e se raggiungerà una media del 5% nelle prossime tre settimane –ha detto il Ministro - potremo sederci e prendere decisioni difficili ma indispensabili di comune accordo. Dobbiamo riportare i nostri figli a scuola. Vogliamo vedere se possiamo riaprire prima a quali condizioni".
Intanto ieri la percentuale è rimasta di poco sopra il 5%, con 164 casi (minimo storico da tre mesi a questa parte) su 3009 tamponi, con 156 guariti e 5 decessi.
Allo stesso tempo Magoha ha esortato gli istituti scolastici a tenersi pronti a questa evenienza, criticando le scuole secondarie del Paese per non aver sollecitato la ripresa e non aver approfittato della chiusura e dei fondi ricevuti per mettere in sicurezze gli edifici.
Inoltre ha rivelato ai media di lavorare in tandem con il Ministro degli Interni Fred Matiang’i per arginare la corruzione che potrebbe disperdere le risorse pubbliche destinate alla riapertura delle scuole. Ad esempio ha consigliato ai Direttori Didattici di utilizzare i giovani disoccupati che rientrano nel programma di sostentamento del Governo per eseguire lavori di pubblica utilità.
"Stiamo creando un sistema per cui ogni scuola secondaria pubblica riceverà tra i 50 e i 100 banchi – ha ammesso Magoha - Tuttavia, stiamo per implementare questo sistema con l'aiuto del Ministero degli Interni per garantire che non vada perso denaro pubblico e che in ogni Contea siano coinvolti attivamente”.

TAGS: scuola kenyaistruzione kenyaesami kenyariapertura kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

http://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

A distanza di poco tempo dalla costruzione del pozzo per la Happy Children Nursery School di Mtangani, gli amici italiani di Donatella "Donamasai" Crispino hanno raccolto altri fondi e con la loro generosità hanno rifornito di acqua buona un’altra scuola,...

LEGGI TUTTO

Niente riapertura delle scuole in Kenya il prossimo 1 settembre.
Nonostante...

LEGGI L'ARTICOLO

Oggi in Kenya iniziano gli esami scolastici per duecentomila ragazzi, tra alunni della primary school che cercano di completare il primo ciclo di studi, quello obbligatorio per poi sperare, se ci saranno le risorse, di passare alla scuola secondaria. Secondary...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dopo le polemiche dei giorni scorsi con le associazioni dei genitori degli studenti del...

LEGGI L'ARTICOLO

La prima mossa economica del nuovo Governo keniota è per la scuola.
Sia quella dell'obbligo, sia quella superiore.
La "Primary School", che sono elementari e medie insieme secondo il sistema inglese 8-4-4, in Kenya è gratuita ma ci sono diverse...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Slitta di una settimana la riapertura delle scuole pubbliche in Kenya. La decisione è...

LEGGI L'ARTICOLO

L'ennesima presa di coscienza in Kenya è arrivata quest'anno durante le sessioni di esami della scuola primaria: decine di ragazzine di 13-14 anni hanno dovuto disertare gli esami perché in stato di gravidanza avanzata. 
Da qui...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Kenya ha deciso che è tempo di ripartire.
Dopo una riunione...

LEGGI L'ARTICOLO

I miracoli spesso arrivano dal silenzio e hanno l'aria di qualcosa di naturale, di quotidiano.
Nessuno li sbandiera sotto il nostro naso, tantomeno gli artefici.
Quotidiano, naturale.
Come una piccola barca a motore che ogni mattina passa a prendere centinaia...

LEGGI TUTTO IL REPORTAGE E GUARDA LA GALLERY FOTOGRAFICA

Presto dovrebbe esserci un comunicato ufficiale del Governo keniano su una riapertura parziale...

LEGGI L'ARTICOLO

Rivoluzione nel sistema scolastico del Kenya.
Dopo trentadue anni viene pensionato il vecchio sistema, denominato 8-4-4 (otto classi elementari, ovvero “primary school”, quattro di superiori e quattro di università) ed entra in vigore un più complesso ma...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La storia di Susan Gaita, una ragazza quindicenne di etnia pokomo, è una storia comune purtroppo a tante giovani del distretto di Malindi, ma lei ha una marcia in più: è bravissima a scuola e questo potrebbe salvarla.
Orfana di...

LEGGI TUTTO

Mary's School, costituita a Piove di Sacco (PD) il 25 settembre 2008, è un'associazione Onlus nata dalla volontà di un gruppo di amici che hanno deciso di vivere la loro esperienza africana da un altro punto di vista, al fine...

LEGGI TUTTO

MAL D'AFRICA

Quanto mi manca!

"ma ci tornerò, ne sono certo"

di Luigi Cordasco

Oggi per scuola dovevo preparare una presentazione Powerpoint sul Kenya. 
Ho sfogliato archivi di foto, rendendomi conto che sono già passati quasi tre anni dal mio addio e che mi manca.
Tanto. 
Mi mancano le scottature ai piedi giocando scalzo,...

LEGGI TUTTO

La solidarietà di Mambrui aiuta la scuola dell'integrazione. 
Sulla spinta del Kola Beach Resort, partita con la tradizionale festa di fine anno, si è finalmente concretizzato l’aiuto promesso alla scuola mussulmano-cattolica della comunità di Mambrui.

LEGGI TUTTO

Quaranta chilometri a piedi, per una ragazzina di 13 anni, non sono pochi.
Arrivano stremati al traguardo gli atleti della maratona che è di soli due chilometri più faticosa.
Ma quelli sono atleti adulti, hanno muscoli allenati e scarpe da...

LEGGI TUTTA LA STORIA