Ultime notizie

SAFARI

Maasai Mara al completo, turisti nelle manyatta

Boom senza precedenti per la Grande Migrazione

25-08-2019 di redazione

Maasai Mara “fully booked” in questi giorni per la grande migrazione degli gnu.
Sembra di parlare del pienone di un singolo hotel o lodge in savana, ma in realtà a non avere più un letto o una branda libera è un’intera riserva naturale in Kenya, fatto senza precedenti. Soprattutto considerando il proliferare di campi e vere e proprie strutture alberghiere ai margini della stessa.
La Grande Migrazione è stata segnalata dalla prestigiosa rivista National Geographic, dal canale di viaggi della CNN e da altri siti e magazine specializzati come uno dei dieci spettacoli naturali del pianeta da non perdere assolutamente nella vita.  Questa fama crescente ha portato gli arrivi di agosto a superare  ha sicuramente Gli arrivi di agosto hanno già toccato le 100 mila presenze, con un aumento del 90 per cento rispetto al 2017. La conferma arriva dal Direttore della Riserva, Christine Daabash. “Siamo passati dai 9.000 turisti dello scorso aprile ai 26.535 di giugno, per arrivare a superare probabilmente i 100.000 alla fine di questo mese” ha detto Daabash ai media.
Durante la settimana scorsa le prenotazioni hanno continuato a fioccare e nuovi fuoristrada hanno percorso le vicinanze del fiume Mara nella speranza di assistere alle epiche e drammatiche attraversate del fiume Mara da parte degli gnu che cercano pascoli più verdi in Tanzania e devono evitare il pericolo mortale dei coccodrilli. Molti tour operator hanno deciso di prendere prenotazioni pur non potendo poi far alloggiare i propri turisti e appassionati di safari in strutture d’accoglienza, così gli abitanti della regione, i maasai, hanno messo a disposizione le loro caratteristiche capanne, chiamate “manyatta”, dove già fanno alloggiare spesso personale dei lodge, driver e guide.
Per chi vuole vivere un’escursione vera, calata completamente nella realtà africana, può essere molto più di una soluzione d’emergenza. Le manyatta sono pulite e sistemate per l’occasione e i maasai la sera propongono la loro carne abbrustolita ai fuochi nel villaggio, anche se molti turisti preferiscono i ristoranti dei lodge che, pur senza poter fornire loro camere da letto, hanno capienza per far mangiare e bere i gruppi.

(foto gentilmente concessa da Paolo Torchio)

TAGS: maasai maragrande migrazionemanyatta kenya

La più prestigiosa rivista internazionale (e canale televisivo) di Natura ha stabilito che il...

LEGGI L'ARTICOLO

Ogni anno lo spettacolo della grande migrazione degli animali dalla Tanzania al Kenya è un'attrazione per migliaia di ...

LEGGI L'ARTICOLO

Per la sesta volta di fila la riserva nazionale keniana del Maasai Mara ha vinto il premio "Africa Leading National Park" del World Travel Awards.
La cerimonia 2018 del venticinquesimo WTA si è tenuta ieri a Durban, in Sudafrica e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La classifica è stata stilata dalle più importanti associazioni per la tutela dell'ambiente del mondo: la riserva keniota del Maasai Mara è stata ritenuta una delle quindici meraviglie del mondo da salvaguardare.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Kenya sul podio dei paesi africani per quanto riguarda le prenotazioni per le vacanze estive.
La statistica, pubblicata dal sito Allafrica.com, pone il Kenya in un'assoluta posizione di ripresa, superando quest'anno anche il Sudafrica e il Marocco, in quanto a...

LEGGI TUTTO

Anche quest'anno il Maasai Mara è la migliore riserva di tutto il Continente africano, e Diani Beach la migliore spiaggia.
Questo è emerso dalle premiazioni dei...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Voli diretti da Nairobi al Maasai Mara, anche con un aereo da 37 posti (il Dash 8-300) e soprattutto senza prezzi da...

LEGGI L'ARTICOLO

Lo spettacolo della Grande Migrazione in Kenya vince alla grande sui timori di elezioni violente.
Almeno questo dicono le cifre che per agosto parlano di lodge pieni, agenzie di safari in fermento e grande afflusso previsto di turisti, provenienti da tutto il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Le cose più spiacevoli sono accadute prima del mio viaggio in Kenya, programmato dodici mesi prima.
"Ma come fai ad andare in un Paese pieno di neri, con tutto quello che combinano qui" è stata sicuramente la frase più odiosa...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ventisei esemplari di elefanti morti per cause non naturali ma non legate direttamente al bracconaggio.
Questo il preoccupante bilancio redatto dai...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Sono 64 i parchi e le riserve nazionali del Kenya, che è il Paese del mondo con la più ampia varietà di specie animali in libertà.
Anche la vegetazione varia da parco a parco e con essa il microclima e...

LEGGI TUTTO

"Prevediamo nel 2017 il superamento di quota un milione e mezzo di ingressi di visitatori in Kenya".
La dichiarazione ottimistica arriva dal Kenya Tourist Board, l'organo ufficiale di marketing del Ministero del Turismo del Kenya.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La recente visita in Kenya del miliardario cinese Jack Ma, inventore del colosso mondiale delle vendite online Alibaba.com, sembra avere scatenato un ulteriore “effetto safari” sul popolo cinese e specialmente su quella fascia medio-alta di turismo che negli ultimi anni...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La stagione che è già andata oltre le più rosee aspettative, per il turismo in Kenya, sarà buona almeno fino alla settimana di Pasqua.
Queste sono le previsioni confutate guardando le prenotazioni alberghiere e soprattutto quelle dei tanti bed&breakfast, alloggi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Le conferme arrivano dal Ministero del Turismo, è caccia ai biglietti dei voli per il Kenya, dal prossimo mese di agosto fino almeno a metà settembre.
Il Kenya "tira" e i motivi sono molteplici: ....

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

C'è grande ottimismo attorno al possibile afflusso di turisti da tutto il mondo nel prossimo mese di ...

LEGGI L'ARTICOLO