Ultime notizie

PROGETTI

Nosquito: universitari in Kenya per ridurre la malaria

Nel progetto anche un'italiana, lanciato un crowdfunding

09-05-2019 di redazione

Quattro giovani moschettieri universitari europei, tra cui un’italiana, per combattere la malaria in Kenya e ridurne in maniera significativa i casi.
Si sono chiamati “Nosquito”, sono quattro studenti di design industriale dell’Università tecnica di Delft, in Olanda. Il loro obbiettivo è sviluppare una nuova esca per zanzare, insieme a organizzazioni locali e internazionali per ridurre significativamente la diffusione della malaria in Kenya e nel mondo.
“Oggigiorno le infezioni da malaria sono in aumento – spiega l’italiana del team Erica Brizzi - in Kenya vengono segnalati più di 4 milioni di casi di malaria ogni anno, che causano numerosi morti. La malaria ostacola anche la crescita economica, e a sua volta il mancato sviluppo aumenta la diffusione della malattia. La maggior parte delle soluzioni esistenti non funzionano efficacemente o non possono essere applicate. La causa è che spesso le zanzare diventano immuni o perché le trappole o le esche sono semplicemente troppo costose da implementare”.
Per questo motivo i ragazzi hanno progettato un'esca per zanzare che può essere posizionata all'interno dell'abitazione.
L'esca è a basso costo e non prevede uso di elettricità.
Come funziona? Il principio è molto semplice: un panno è immerso in un liquido zuccherino velenoso, la miscela attrae le zanzare che, una volta ingerita una piccola quantità, muoiono in ventiquattrore.
“Il primo prototipo consisteva solamente in un secchio e un panno – rivela Erica - ma nonostante il suo funzionamento sia stato provato,  sono necessari molti miglioramenti per permettere all'idea di essere prodotta. In questi mesi stiamo lavorando per dare all'esca una forza ideale per renderla facilmente producibile, facile da usare e rallentare l'evaporazione del liquido”. 
A fine mese il Team Nosquito si trasferirà in Kenya per testare l'efficacia del prototipo costruito, oltre che per svolgere ricerche sul campo e condurre interviste con la popolazione locale al fine di assicurarsi della qualità dell’esca e del suo corretto inserimento nella società keniota.
Per contribuire al finanziamento dell’iniziativa, i Nosquito hanno lanciato anche una campagna di crowdfunding. Sarebbe importante un aiuto per un progetto del genere da parte di giovani creativi che si applicano per combattere uno dei più antichi e gravi problemi che affliggono l’Africa.
Questo è il link della campagna: https://onepercentclub.com/en/projects/nosquito/

Qui sotto, il video del progetto con sottotitoli in italiano.

TAGS: malaria kenyazanzare kenyaprogetti kenyacrowdfunding kenya

Una nuova rivoluzionaria scoperta nel campo delle cure contro la malaria è stata sviluppata dei ricercatori del Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health's Malaria Research Institute di Baltimora, negli Stati Uniti.
Si tratta di un...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La sperimentazione in Kenya di una delle più famose medicine contro la scabbia e i vermi, a base di Ivermectina, ha dato un sorprendente risultato: oltre a batteri e parassiti per cui il principio attivo era già conosciuto, l'Ivermectina uccide le...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La cura preventiva per la malaria, per i turisti che frequentano il Kenya, è ormai superata.
Le importanti conquiste scientifiche che il Kenya per primo ha sperimentato, più di dieci anni fa, stanno dando i loro frutti con numeri che...

LEGGI L'INDICAZIONE PER INTERO

Il Kenya ha iniziato ieri a vaccinare i bambini contro la malaria, diventando il terzo Paese del mondo ad...

LEGGI L'ARTICOLO

Per molti di coloro che si apprestano a leggere, le informazioni che daremo sulla malaria saranno cose risapute, ma sono tanti i lettori che si approcciano al nostro portale senza una conoscenza approfondita di uno dei problemi del Kenya che...

LEGGI TUTTO

Una ricerca dell'Università di Zurigo e i successivi esperimenti sul campo in Kenya, hanno rivelato una nuova procedura per riconoscere i sintomi della malaria: attraverso l'odore della pelle e del cuoio capelluto.
Gli studiosi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La foresta intorno al Monte Kenya, uno dei paradisi e simboli della Natura in Kenya, sta bruciando ininterrottamente da...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

I dati del Governo parlano di un calo del 42%, ma sulla costa del Kenya si arriva anche al 60%.
La malaria sta scomparendo velocemente dal Paese e i numeri, mese per mese, lo confermano.
La notizia è di quelle...

LEGGI TUTTO

La Food & Drug Administration del Governo degli Stati Uniti ha approvato l'utilizzo del Tafenoquine, quella che considerano la più efficace e stroncante medicina contro la malaria. Il ritrovato, che era...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Emergenza Dengue Fever nella Contea di Mombasa, giò 159 i casi segnalati tra Likoni e Bombolulu.
La perdurante siccità e le improvvise dilaganti piogge hanno costituito l'allevamento del virus trasmesso dalle zanzare, che in altre zone del mondo è già...

LEGGI TUTTE LE INFORMAZIONI

Il Kenya è pronto ad essere il Paese guida in Africa per la sperimentazione del vaccino per la...

LEGGI L'ARTICOLO

Il metodo è quello artigianale per produrre delle normalissime candele: un fornello a gas, classiche...

LEGGI L'ARTICOLO

Saranno almeno 120 mila i bambini kenioti che, a partire dal prossimo ottobre, verranno vaccinati contro la malaria. 
Lo ha annunciato il Ministero della Salute keniano, nel...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il vaccino per la malaria è pronto, testato e dal 2018 sarà immesso sul mercato in Kenya, Ghana e Malawi.
L'accordo è stato raggiunto dalla Glaxo, multinazionale farmaceutica che ha acquistato il vaccino, e gli stati africani che, dopo aver...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

DAL NOSTRO INVIATO A NAIROBI - «Profilassi farmacologica contro la malaria? No grazie.
Oggi la malaria si cura ai primi sintomi. I farmaci che si usano per la prevenzione costano cari e hanno effetti collaterali. Meglio l' artemisimina, un principio...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO