Ultime notizie

NEWS

Paura contagi, 400 cinesi fuggono dal Kenya

Partito il primo volo di rimpatrio, oggi i 2 UE

18-06-2020 di redazione

Gli ultimi dati di casi di Covid-19 in ascesa in Kenya, specialmente in relazione ai tamponi eseguiti e la scarsa applicazione delle direttive sanitarie da parte della popolazione stanno preoccupando non solo il Governo e i residenti, ma anche tanti stranieri che in un primo tempo avevano deciso di rimanere nel Paese, chi per lavoro chi per una villeggiatura che si era protratta.
Non è solo il caso degli italiani che si sono segnalati alla propria Ambasciata a Nairobi e dei cittadini dell’Unione Europea che hanno riempito i due voli organizzati per oggi di Ethiopian Airways (Nairobi-Addis Ababa con diverse coincidenze per paesi europei compresa l’Italia e Qatar con volo Nairobi-Doha con connessioni anche per Roma e Milano), ma anche quello di 400 cittadini cinesi che hanno chiesto ai propri rappresentanti diplomatici in Kenya di poter usufruire di due voli commerciali di Stato per fare ritorno nel loro Paese, citando timore e insicurezza. Il primo dei due voli da 200 passeggeri l’uno, organizzati dalla Southern China Airlines, è partito ieri dall’aeroporto internazionale Jomo Kenyatta di Nairobi.
Nella nota consegnata alla loro Ambasciata, i cinesi si dicono preoccupati dalla situazione della sanità pubblica in vista di una possibile emergenza pandemica superiore a quella fino ad ora sperimentata, e pensano che non sarebbero in grado di sostenere le spese delle strutture private nel caso di contagio. Nello stesso tempo puntano il dito sulla poca coscienza dei cittadini keniani sulla pericolosità del Covid-19. Secondo i cittadini asiatici le norme igieniche e preventive vengono rispettate in minima parte e questo fatto potrebbe contribuire all’espansione incontrollata del virus.
Sulla questione sono intervenuti anche politici locali e lo stesso Segretario Amministrativo del Ministero della Sanità Abdi Aman ha chiesto ai propri cittadini per l’ennesima volta di non sottovalutare il virus, anche alla luce del numero crescente di dati e della messa in circolazione di tamponi non attendibili.
Anche secondo il Capo del Dipartimento e numero due dell’OMS in Africa Patrick Amoth “probabilmente assisteremo ad un aumento dei casi nei prossimi giorni, non siamo affatto usciti dal tunnel e bisogna fare attenzione”.

TAGS: paura kenyarimpatrio kenyacinesi kenya

Un cinese entra in un ristorante e starnutisce. I clienti fuggono terrorizzati fuori dall’edificio. Sembra una...

LEGGI L'ARTICOLO

Un cittadino cinese, Liu Jiaqi, è stato arrestato e successivamente espulso dal Kenya per aver registrato e messo online un video in cui definisce i keniani "simili alle scimmie, con cattivo odore, ignoranti e per giunta neri". Nel suo sproloquio...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dodici pulman in quattro località diverse della costa keniana, 250 connazionali trasferiti all’aeroporto ...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Non sono pochi i turisti italiani che avrebbero acquistato il biglietto per il volo di rimpatrio annunciato dalla...

LEGGI L'ARTICOLO

I dati che arrivano dalle agenzie di viaggio e dalle biglietterie non sono gratificanti per il turismo e specialmente per quanto riguarda le prenotazioni per le mete a lungo raggio come di fatto lo è il Kenya.

LEGGI TUTTO IL SERVIZIO

La storia del primo cinese che approdò sulle rive dell'Oceano Indiano ha seicento anni.
Era infatti il 1417, secondo gli studiosi di Pechino che hanno recentemente pubblicato un volume sui viaggi dei grandi navigatori orientali, quando Zeng He con una...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L'autostrada che collegherà Malindi al confine con la Tanzania, cioè alla dogana di Lungalunga, non è più solamente un'idea.
La direttrice a 4 corsie che si collegherà da una parte alle belle strade già esistenti che dal confine tanzaniano portano...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Non sempre le cattive notizie ne portano altrettante, a volte piove sull'asciutto e non sul bagnato. L'inevitabile progresso che sta arrivando anche nelle cittadine turistiche costiere di Malindi e Watamu, con i relativi problemi di deforestazione per costruire nuove abitazioni...

LEGGI TUTTO

Sono rientrati gli ultimi 240 italiani che avevano fatto domanda per poter usufruire del terzo ...

LEGGI L'ARTICOLO

Dopo l’annunciato volo di rimpatrio per gli italiani di stanza in Kenya, l’Ambasciata d’Italia in Kenya...

LEGGI L'ARTICOLO

La Russia punta l’Africa per diventare il secondo polo commerciale dopo il gigante cinese.
Questo è...

LEGGI L'ARTICOLO

Tra un paio d'anni si potrà viaggiare con la ferrovia veloce SGR da Mombasa fino alla più...

LEGGI L'ARTICOLO

Africa è nel cielo, nella terra e nella gente.
La gente d'africa si muove lenta ma ti smuove il cuore, ti scuote l'animo.
Comunque tu sia, ferro o argilla, l'africa ti plasma.
 

LEGGI QUI

Un sospiro di sollievo per i tanti malindini che credono ancora alle leggende e che non vogliono che i baobab, che rappresentano le anime dei cari defunti, vengano tagliati.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Come spesso accade, al dispiacere per la perdita di una persona che si conosceva da anni, si aggiunge la tristezza di vedere mal gestite, distorte se non manipolate le notizie che riguardano il fatto di cronaca scaturito dalla sua scomparsa. LEGGI L'EDITORIALE COMPLETO

Quello che non ti abbandona mai è il senso di Africa... che hai da sempre...e ritrovi...e ti fa vedere ogni cosa meravigliosa...anche se l’hai vista uguale altrove.
Ma altrove l’hai solo vista...non l’hai ritrovata...non ti sei riappropriato di ciò che era...