Ultime notizie

NEWS

Psicologi per gli italiani all'estero, nuovo servizio sociale online

Anche in Kenya consigli e supporto da parte di esperti per gli "expat"

16-06-2018 di redazione

Psicologia da espatrio: è nato un nuovo servizio online dedicato al benessere degli italiani residenti all'estero, anche per periodi relativamente brevi.
Si chiama "transiti" (clicca qui per vedere il sito internet) ed è un servizio di supporto psicologico rivolto a persone residenti all’estero (i cosiddetti expat), che vivono situazioni di difficoltà o disagio legate al nuovo contesto o alla lontananza da casa.
Sono sempre più i nostri connazionali che tentano l'avventura in nazioni straniere, spinti non soltanto dalla situazione del nostro Paese, ma anche dalla voglia di mettersi in gioco, di viaggiare ed aprire la propria mente a nuove esperienze.
Questo ovviamente, oltre all'adrenalina e all'entusiasmo della novità, comporta talvolta anche inevitabili stress e difficoltà di ambientamento.
Ecco perché la scelta di un pool di psicologi, già rodati su queste tematiche, di fornire un'assistenza diretta per queste tematiche.
Anche in Kenya, e soprattutto in realtà così diverse da quelle occidentali, il servizio può rivelarsi un utile strumento per capire e capirsi meglio, e non "mollare" alle prime difficoltà.
"Non è solo e principalmente una operazione commerciale - spiega a malindikenya.net la psicoterapeuta e CEO di Transiti, Anna Pisterzi -  ma è una operazione scientifica e di ricerca che ha anche degli aspetti di vendita del servizio per sostenersi. Stiamo approntando progetti sociali che costruiremo con le ONG e con le aziende per finanziare sia il supporto ai cooperanti che la consulenza a prezzi "social" per gli expat che hanno necessità ma sono in situazione di indigenza".
Transiti è stato presentato al "Wired next festival" di Milano il 25 maggio scorso, con un buon riscontro.
Il servizio funziona come un centro clinico. I 15 terapeuti che ad oggi operano su "transiti" si trovano mensilmente per formazione e supervisione da gennaio 2018.
Tutti i terapeuti e i supervisori fanno parte di ARPE (associazione per la ricerca in psicologia d'espatrio).
Transiti e ARPE condividono un comitato scientifico multidisciplinare (2 psicologi esperti in efficacia della psicoterapia Prof. Zennaro e Prof. Gullo, una sociologa delle migrazioni prof.ssa Ricucci e uno storico dei media Prof. Ortoleva) che ricerca e orienta il lavoro.  

TAGS: psicologia kenyaespatriati kenyaresidenti kenyatransiti kenya

Non esiste la bassa stagione per Papa Remo Beach.
Il locale di Watamu non ha mai...

LEGGI TUTTO

I residenti se la godono. 
A cena con i ristoratori di Malindi o nella piscina degli hotelier di Watamu esprimono solidarietà di comodo, fingono di preoccuparsi per la situazione ed elargiscono gratuite pacche sulla spalla: “vedrai, il Kenya si riprenderà”,...

LEGGI L'EDITORIALE COMPLETO

Di solito sono ragazzi poco oltre la ventina, freschi freschi di laurea; solitamente una laurea umanistica come Psicologia.
Arrivano da famiglie benestanti, non hanno mai avuto difficoltà a mettere insieme il pranzo con la cena.
A volte sono idealisti, con...

LEGGI TUTTO

Torna venerdì sera, 10 febbraio, alla Voile Rouge di Malindi, la storica festa della luna piena.
L'appuntamento con la tradizionale festa "fai da te" in corrispondenza della fantastica "full moon" dell'equatore, è come sempre intorno alle 20 alla Voile Rouge, il...

Entro il 31 dicembre tutti i cittadini e residenti kenioti, e anche i villeggianti stranieri che hanno la patente keniota, dovranno registrarla online sul sito di ecitizen. Altrimenti la patente di guida non sarà più considerata valida e bisognerà fare...

LEGGI TUTTO

Da quest'anno anche chi trascorre buona parte dell'anno in Kenya ma non è residente iscritto all'Associazione Italiana Residenti all'Estero (AIRE) può votare al prossimo Referendum costituzionale italiano dal suo luogo di villeggiatura, purché stia trascorrendo un periodo di soggiorno superiore ai...

LEGGI TUTTO

Mercoledì prossimo, 6 giugno alle 9.30, nella sala conferenze del Kilili Baharini di Malindi si terrà un meeting organizzato dal Consolato Onorario d'Italia per entrare...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L'autorità aeroportuale di Malindi ha organizzato un nuovo incontro ieri con i cittadini residenti del quartiere di Kisumundogo, lo slum interessato a parte dello sgombero per far spazio alla nuova pista dell'aeroporto internazionale, i cui lavori di allargamento dovrebbero essere...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' ufficiale: Malindi ha un nuovo Console Onorario Italiano. 
E' Ivan Del Prete, 43 anni, connazionale residente a Malindi dal 1997 e già da tempo attivo volontariamente nel garantire la sicurezza ai nostri connazionali a Malindi, Watamu e Mambrui. 

LEGGI TUTTO

Una buona notizia per gli amanti dei safari in Kenya e soprattutto per chi li organizza, agenzie e tour operator. Il Kenya Wildlife Service dal 1 novembre ha ridotto i ticket d'ingresso nei parchi nazionali del Kenya e nelle riserve. 

LEGGI TUTTO

C'è ancora un po' di confusione su tutto quello che ruota attorno alla famosa "Licenza turistica" che è stata applicata dalla Tourism Regulatory Authority e che molti proprietari di case private hanno pagato.
Un nuovo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' Jacaranda Bay la spiaggia più bella di Watamu, lo dicono centinaia di appassionati d'Africa, turisti e residenti italiani che amano la costa del Kenya.
LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LA CLASSIFICA FINALE SU WATAMUKENYA.NET CLICCANDO QUI

Mossa del Governo keniano per risolvere una volta per tutte il problema della cronica mancanza d'acqua nella Contea di Kilifi e in buona parte di quella di Mombasa.
Da Nairobi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Si svolgeranno domani, venerdì 20 aprile, le esequie di Giancarlo Cecchetti, il settantaduenne romano residente a Malindi che ci ha lasciato ieri mattina...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Chi decide di trasferirsi in Kenya lo può fare da turista, ma in questo caso deve uscire dal Paese ogni sei mesi (dimenticate i sotterfugi utilizzati fino a qualche tempo fa, fidando di risiedere in una...

LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

Aeroporto Internazionale di Malindi, finalmente un accordo con le prime 120 famiglie che dovranno sgomberare per permettere l'allargamento della pista. Sul piatto ben 280 milioni di scellini kenioti.
Qualcosa si muove e nella direzione giusta.

LEGGI TUTTO