Ultime notizie

NEWS

Quanto costano le cure per Covid-19 in Kenya

Casi lievi, gravi e terapia intensiva: ecco i prezzi

11-07-2020 di redazione

Lo Stato Maggiore della Sanità keniana era a Kilifi ieri per verificare lo stato di avanzamento dell’adeguamento delle strutture di contenimento e cura del virus Covid-19 nella Contea.
Insieme con il Ministro Mutahi Kagwe, c’era anche il Direttore del Dipartimento Patrick Amoth, recentemente nominato numero due dell’Organizzazione Mondiale della Sanità in Africa.
Amoth, nel ricordare i dati keniani sulla pericolosità del virus, ovvero il fatto che solo il 10 per cento dei testati positivi sono sintomatici e che un paziente su 5 tra i sintomatici è grave e gli altri sviluppano sintomi lievi o moderati, Amoth ha svelato quali sono i costi della sanità pubblica in Kenya per chi contrae il Coronavirus.
Un paziente con sintomi leggeri come una lieve tosse o una leggera difficoltà respiratoria che sarà oggetto di analisi, controtamponi e poi riceverà cure e controlli presumibilmente a casa sua o in quarantena in centri specialistici, pagherà Kshs. 21.300 al giorno (circa 200 euro) per i trattamenti.
I pazienti sintomatici con una forma conclamata di Covid-19 che necessitano di ossigeno supplementare e cure in reparti ospedalieri di isolamento, verranno curati al costo di Kshs. 51.000 al giorno (circa 450 euro).
“Se invece si avvertirà la necessita di curare il paziente nel reparto di terapia intensiva, con intubazione e supporto del ventilatore – ha spiegato Amoth – la cifra salirà fino a Kshs. 71.000 al giorno”.
Inutile dire che sono prezzi che buona parte della popolazione keniana non si può permettere di affrontare.
Secondo il Direttore Generale della Sanità  è fondamentale mettere in atto misure per praticare l'assistenza domiciliare, poiché una grande parte della popolazione sta assumendo la forma lieve della malattia.
"È imperativo sviluppare strategie per garantire la possibilità di gestire alcune di queste persone a casa –ha detto Amoth - Sulla base dei criteri dell'OMS per l'assistenza domiciliare, insieme al nostro team di gestione dei casi, disponiamo di protocolli personalizzati dall'OMS che possono essere adattati alle nostre ambientazioni , e già adesso stiamo gestendo un certo numero di persone a casa perché la maggior parte dei nostri pazienti positivi sono ancora asintomatici. Le cure si basano su criteri concordati che devono essere gestiti e portati avanti dagli operatori sanitari".
Attualmente la maggior parte delle persone che si occupano dei casi conclamati di Coronavirus nei centri di isolamento statali sono infermieri e quasi tutte le infermiere sono donne. Il sesso femminile, come riportano i dati del Ministero della Sanità, sono molto meno suscettibili a contrarre il virus e nel caso lo sviluppano in forme lievi, così come in generale avviene in Africa, per via non solo del sesso ma anche dell’età.
“Se si guarda al profilo demografico, l’età media della popolazione è molto bassa – ha spiegato Amoth – e il 60-65% dei cittadini sono giovani al di sotto dei 25 anni che tendono a contrarre una forma lieve della malattia”.

TAGS: cure covid kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

http://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Sempre più keniani positivi al Covid-19 vengono curati a casa e ...

LEGGI L'ARTICOLO

Chi volesse acquistare un fuoristrada bellissimo e in ottime condizioni, lo può fare ad un prezzo incredibile e nello stesso tempo avrà fatto un'opera buona nei confronti di un residente italiano di Malindi.
La Toyota Amazon del 2008 Turbo Diesel in...

Anche il Kenya, come almeno altri dieci stati africani, è interessato ad utilizzare la cura “organica” introdotta dal...

LEGGI L'ARTICOLO

Altri 25 casi di positività al virus Covid-19 in Kenya nelle ultime 24 ore portano il totale delle persone contagiate ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya fa i conti con il realismo delle “patologie pregresse”.
In un ...

LEGGI L'ARTICOLO

Cinque nuovi casi accertati di positività al virus Covid-19 nelle ultime 24 ore in Kenya e un decesso, avvenuto...

LEGGI L'ARTICOLO

Non ci è voluto più di un giorno per vendere la Toyota Amazon per la quale un residente italiano aveva chiesto una cifra più che consona, ma soprattutto per cui aveva lanciato un appello di aiuto (leggi qui...

Il Ruaraka Uhai Neema Hospital, gestito dalla ONG World Friends, e’ stato riconosciuto come...

LEGGI L'ARTICOLO

Non ce l’ha fatta. Dopo settemila chilometri di migrazione, dopo aver attraversato nazioni con

LEGGI L'ARTICOLO

E’ ormai consuetudine per il nostro sito proporvi quotidianamente il “bollettino di guerra” del...

LEGGI L'ARTICOLO

Siamo certi che anche i baobab e i neem del Kenya hanno pianto la scomparsa di Maurice Méssegué, il “papà delle piante” come veniva universalmente appellato.
Il grande naturalista, scrittore e fitoterapista francese si è spento a 95 anni nella...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Strutture sanitarie sempre più piene e con rischio di collasso, se una percentuale...

LEGGI L'ARTICOLO

Aumenta di giorno in giorno la percentuale di contagi per tampone in Kenya. In poche ...

LEGGI L'ARTICOLO

I dati del Governo parlano di un calo del 42%, ma sulla costa del Kenya si arriva anche al 60%.
La malaria sta scomparendo velocemente dal Paese e i numeri, mese per mese, lo confermano.
La notizia è di quelle...

LEGGI TUTTO