Ultime notizie

News

Referendum Italia: nasce il Comitato keniano per il sì

Gli italiani di Watamu e di Malindi si confrontano

18-09-2016 di redazione

La folta comunità di Italiani residenti, turisti, possessori di seconde case si confronta con il prossimo referendum costituzionale. 
A Watamu è stato creato il Comitato per il Sì, che vuole diffonderne le ragioni presso i connazionali che votano attraverso le nostre rappresentanze consolari oppure in Italia.
Il coordinatore è Pasquale Tiritò del Jacaranda ed il vice coordinatore è Roberto Lenzi del Seven Island. La sede è presso il PO BOX 677 a Watamu. Il segretario e tesoriere è Daniele Tiritò. Altri membri sono Riccardo Lenzi e Pietro Mastella. 
Le iniziative del Comitato verranno presentate prossimamente.
"Sono fermamente convinto delle ragioni del SI' - spiega Pasquale Tiritò - ma credo che tuttavia la creazione di questo comitato abbia un valore al di là dello schieramento. Spesso noi siamo visti come avulsi dalle vicende del nostro Paese, chi occupato a fare i propri affari, chi a godersi la vita e basta. Per quanto riguarda me, posso tranquillamente affermare che non mi sento estraneo a quello che accade nel mio paese, voto e sono partecipe delle vicende nazionali. Credo che sia importante votare SI' perchè rappresenta un occasione di cambiamento per il nostro paese, dopo decenni di inazione e polemiche sterili. Forse alcune leggi che possono scaturire dalla vittoria del SI sono migliorabili. Cosa non lo è? Sicuramente peggio, però, è restare inattivi. Non demonizzo chi pensa di votare per il NO, anzi mi ci confronto volentieri. Non me la prendo neanche con chi decide di non votare affatto: è scelta legittima. Però credo che non abbia molto senso lamentarsi di essere negletti dalle nostre istituzioni,qui come altrove, se poi non vogliamo partecipare alle decisioni importanti. Voglio difendere un aspetto fondamentale della nostra comunità: molti di noi creano lavoro da queste parti e in tutta l' Africa. Il lavoro, lo sviluppo e la pace sono la prima e più importante prevenzione della migrazione senza precedenti che sta interessando il nosto Paese e l' Europa tutta. Partecipare a questa consultazione comunque (io mi auguro votando sì) è un altro modo per dire: noi ci siamo".
A Tiritò fa eco Roberto Lenzi. "Condivido con l'amico Pasquale le ragioni del SI' - conferma - la scelta imprenditoriale in questa terra bellissima, la voglia di partecipare alla vita del mio Paese, anche a distanza. Non ho la sua stessa visione sulla politica (se questo ha ancora un senso ai giorni nostri) ma sono convinto che votare a questo referendum non debba essere motivo di schieramento pro o conto il governo: si deve votare sui contenuti. Si tratta di decisioni importanti, destinate a incidere sulla nostra vita a prescindere da questo o quel partito, ministro o premier. Si tratta di decisioni che bisognava prendere da tempo e serviranno a tutti. Molti di noi sono imprenditori: basti pensare che questa riforma taglia dei costi e ottimizza i tempi della politica. Già questo mi sembra un buon inizio. Avremo nelle prossime settimane occasioni d' incontro che serviranno a diffondere le nostre ragioni e confrontarci con chi è ancora indeciso."

TAGS: Kenya per il sìPasquale TiritòRoberto LenziPietro MastellaDaniele Tiritò

Sarà che vivendo all'estero, o passandovi la maggior parte dell'anno, si cade meno nella trappola della partigianeria a tutti i costi.
Sarà che a Malindi e Watamu gli italiani si sentono tutti uguali e se litigano, lo fanno per altre...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La Contea di Kilifi da oggi è in mostra per tre giorni al TTG di Rimini.
Il Governo della regione a nord di Mombasa, che ha in Kilifi il suo capoluogo e in Watamu, Malindi, Mayungu e Mambrui le sue...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Le bianche spiagge della Jacaranda Bay, tra Watamu e Mayungu proprio di fronte a quel paradiso di sabbia, oceano e barriera corallina che da anni ormai viene conosciuto come "Sardegna 2", hanno fatto bella mostra di sè per tre giorni...

LEGGI TUTTO

All'indomani delle dichiarazioni su Malindi e Watamu di Roger Jones, responsabile dell'agenzia ingaggiata dal Ministero del Turismo keniano per rilanciare il settore, gli imprenditori italiani della Contea di Kilifi ci hanno contattato, hanno scritto in privato o sulle nostre pagine...

LEGGI TUTTO

Ringraziando Freddie per aver ricordato Manuel Corticelli nel suo articolo del 19 marzo sul portale degli ...

LEGGI L'ARTICOLO

Finalmente è arrivato il grande giorno del lancio di un collagamento aereo che, se duraturo e perfezionato, potrebbe...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya è tra le mete più richieste dagli italiani per Natale e Capodanno.
Tra le destinazioni cosiddette...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Chi ha scelto il Kenya e lo vive da tanti anni, anche se principalmente da imprenditore ed in uno dei ...

LEGGI L'ARTICOLO

Diecimila turisti italiani in meno in Kenya nel 2019, ma a Watamu non si è sentita la loro...

LEGGI L'ARTICOLO

Della mutazione turistica che Malindi sta vivendo da un paio d’anni a questa parte, già abbiamo parlato e discusso su questi spazi.
Le chiacchiere potrebbero...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una fattoria in Kenya per ritrovare se stesso. 
Spesso passione e lavoro duro sono la ricetta migliore per abbracciare una nuova vita. 
Lo sa bene Lorenzo Daniele detto Lolly dagli amici, ma conosciuto da tutti a Malindi come "Daniele Kuku". LEGGI LA STORIA COMPLETA

Una stagione turistica che si prospettava ottima, sarà comunque molto soddisfacente per Malindi e Watamu.
Questa la sensazione confrontando i numeri degli anni passati con quelli che si prospettano a partire dalle prossime vacanze natalizie.
"Abbiamo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"Sono contento che sia tornata l'unità nazionale in Kenya, ora però il Governo deve rilanciare il turismo sulla costa, cominciando dagli aerei".
Flavio Briatore, prima di ripartire per l'Italia dopo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Arrivederci Roma, Karibu Malindi!
L’indimenticato centravanti della ...

LEGGI L'ARTICOLO

“Ho deciso di chiudere Paparemo Beach per il senso di responsabilità e di rispetto che nutro per questo Paese ...

LEGGI L'ARTICOLO

In cinque giorni abbiamo raccolto già 3000 euro, e siamo a più di un terzo dell'obbiettivo che ci siamo prefissi, 1 milione di scellini.
Questo il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO