Ultime notizie

FAUNA

Safari virtuali in Kenya: la danza delle giraffe

La savana raccontata da esperti e appassionati

01-09-2020 di Camilla Frasca Caccia

C’è un momento nel bush in cui tutto sembra fermarsi. E’ il momento in cui gli animali si fermano, chi può all’ombra, chi a dormire e chi a ruminare, ma tutti approfittano delle ore più calde del giorno per riposare e ridurre al minimo le attività.
Anche noi ci fermiamo allora, dopo il game drive ci rintaniamo nei campi tendati dove dopo il pranzo rimaniamo in relax osservando il lento scorrere del fiume, o gli ippopotami che sonnecchiano.
Mentre ci stavamo dirigendo verso il campo per il nostro pranzo e la nostra pausa, improvvisamente notammo un movimento vicino ad un gruppetto di palme dum. “Le giraffe, guardate là, stanno facendo una danza d’amore!!!” esclamò un ospite, io fermai la macchina e in silenzio e col binocolo in mano , mentre osservavamo le due giraffe , spiegai ai miei ospiti che in realtà si trattava di qualcosa di molto più cruento e decisamente meno dolce di una danza d’amore.
Le due giraffe stavano come appoggiate una contro l’altra e sembravano dondolare dolcemente e incrociare i colli in sinuose figure. Apparentemente sembrava proprio una lentissima danza, un rituale dondolare…..quello che invece non si vedeva ma che si poteva intuire dopo una attenta osservazione era che in realtà le due giraffe stavano spingendosi con forza cercando di sbilanciare l’altra, e l’intrecciarsi dei colli altro non era che evitare che il collo dell’altra potesse arcuarsi ed allontanarsi per prendere forza e slancio per un colpo.
Una era più anziana, lo si poteva capire dal colore scurito del corpo e la testa schiarita per l’età e dai prominenti finti corni, delle protuberanze ossee che sviluppano i maschi in modo sempre più marcato con l’età, fino ad averne tre o addirittura anche quattro, sulla fronte tra gli occhi, questi finti corni servono al maschio come ulteriori “armi”  oltre alle vere corna (che possiedono peraltro anche le femmine).
Arcuando il collo e rovesciando la testa contro il fianco o il collo dell’avversario la giraffa può così infliggergli poderosi colpi, ma quello che ai nostri occhi appariva strano era l’estrema lentezza con cui tutto questo avveniva.
La giraffa, così elegante , lenta e compassata, sembra non voler perdere la sua regale inalterabilità nemmeno quando combatte….e quello cui stavamo assistendo era dunque un vero e proprio incontro di boxe al rallentatore.
E come appunto accade durante gli incontri di boxe i due contendenti si appoggiavano uno all’altro, fianco contro fianco , al duplice scopo di spingere l’avversario e di sostenersi mentre si studiavano, abbassando e rialzando insieme i  lunghissimi colli , intrecciandoli e alla prima mossa sbagliata dell’altra infliggendo un colpo sordo e potente, talmente lento che sembrava più rituale che reale , ma la forza di tali colpi era tale che quella che li riceveva veniva sbilanciata sulle zampe.
La posta in gioco di questo scontro erano le femmine, ce n’erano tre, a poca distanza dai contendenti, che totalmente disinteressate all’incontro tra i due continuavano a piluccare le foglie sulle Acacie Tortilis.
E’ inevitabile che tali combattimenti vengano scambiati spesso per “danze” o per una forma di corteggiamento, e l’immagine della giraffa, così elegante, sinuosa e dalle lunghissime ciglia fa sempre ed ingenuamente pensare ad una figura femminile, al punto tale che fa strano pensare ad un “giraffo” , e tanto meno è facile immaginare un cruento combattimento tra due maschi di giraffe. Conoscere il mondo animale e soprattutto avere la possibilità di effettuare un safari con guide , che possono spiegare anche comportamenti non sempre decifrabili , svela un intero mondo che va al di là dell’immagine che normalmente abbiamo di certi animali, rivelandoci i lati nascosti e volte inimmaginabili anche dei più conosciuti e familiari mammiferi.

(Camilla Frasca Caccia, titolare di Bush Company, è un’esperta guida safari in Kenya, unica italiana con certificazione Silver KPSGA)

TAGS: safari kenyaguide kenyakenya virtualevacanze kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

http://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

La filiale costiera della Kenya Association of Tour Operators (Kato) ha condotto con successo una formazione obbligatoria di...

LEGGI L'ARTICOLO

Nuova promozione delle meraviglie del Kenya in Italia. 
Da domani a martedì 8 marzo a Milano prende il via l'iniziativa "Safari in città" che vedrà appunto il capoluogo lombardo trasformarsi in una savana virtuale. 
Sarà il Ministro del Turismo del...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un piacere in più nella meraviglia. Quest'anno per i safari in Kenya è stato il boom di richieste di cene o aperitivi nel mezzo della Savana.
Un modo in più per godersi una situazione indimenticabile, non solo durante i "game...

LEGGI TUTTO

La savana del Kenya da oggi sarà meno popolata da veicoli non autorizzati e non professionali.
I mezzi...

LEGGI L'ARTICOLO

In Kenya c’è chi ama andare oltre il safari tradizionale e ha la passione, l’entusiasmo e la competenza per proporre sorprendenti variazioni sul tema e mete inusuali tutte da vivere.
Le guide creative e professionali di Kenya Safari Explorer  sono...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

Il Safari da Malindi e Watamu da quest’anno è decisamente più “friendly”, nel segno della professionalità e del piacere di vivere un’esperienza che merita di godere dei migliori servizi a prezzi accessibili.
 

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

Come avete letto, il Ministero del Turismo e della Fauna Selvatica ha vietato l’ingresso nei nostri parchi nazionali di...

LEGGI L'ARTICOLO

La recente visita in Kenya del miliardario cinese Jack Ma, inventore del colosso mondiale delle vendite online Alibaba.com, sembra avere scatenato un ulteriore “effetto safari” sul popolo cinese e specialmente su quella fascia medio-alta di turismo che negli ultimi anni...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L'anno scorso, esattamente il 9 agosto, Malindi e Watamu erano così vive e...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya attira sempre più l'interesse degli appassionati di golf di tutto il mondo.
Ormai non si parla più soltanto delle 18 buche di Muthaiga e dei prati verdi di Karen, ma anche delle dolci...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Kenya sul podio dei paesi africani per quanto riguarda le prenotazioni per le vacanze estive.
La statistica, pubblicata dal sito Allafrica.com, pone il Kenya in un'assoluta posizione di ripresa, superando quest'anno anche il Sudafrica e il Marocco, in quanto a...

LEGGI TUTTO

Per chi trascorre le vacanze a Malindi e dintorni, la magia del safari è a portata di mano.
L'ingresso del Parco Nazionale dello Tsavo è a soli 100 chilometri e bastano due soli giorni per qualcosa di indimenticabile.
Ma pochi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Quinto ed ultimo appuntamento con "Good Night Malindi" giovedì 23 agosto al Baby Marrow di Vasco Da Gama Road.
Nell'Art&Food Restaurant di Malindi va in scena la radio live di Freddie del Curatolo che questa sera interrompe le trasmissioni e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il mondo cambia e con esso anche il modo di viaggiare e scoprirlo.
Siamo sempre meno turisti e più escursionisti, avventurieri magari molto social ma anche pronti a provare...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ieri è finalmente arrivato il grande giorno della presentazione di Karanja al Museo Nazionale di Nairobi.
Karanja, oggi simbolo della protezione degli animali in Kenya, è stato uno dei rinoceronti-icona della conservazione in Kenya, uno degli esemplari più...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dopo quattro giorni di vacanze supplementari al Whitesands di Mombasa e in altri hotel cittadini, la truppa di 200 italiani circa che hanno dovuto rimandare il rientro in Italia via Istanbul con Turkish Airlines, per via dell'emergenza neve nella capitale...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO