Ultime notizie

SALUTE

Saio: "Prossime 2 settimane fondamentali per il Kenya"

Il medico a Malindi per verificare strutture per eventuale emergenza

23-03-2020 di Freddie del Curatolo

Il Dottor Mauro Saio, luminare italiano di Malattie Tropicali e da quarant’anni al Nairobi Hospital, uno degli storici “medici degli italiani” ma non solo (consulente di organizzazioni ed istituzioni a livello nazionale ed internazionale) fa parte della Task Force nominata dall’Ambasciata d’Italia in Kenya per fare quadrato a più livelli nell’emergenza Coronavirus che sta purtroppo prendendo piede anche nel Paese africano. Insieme ad altri specialisti nel campo sanitario, sta sviluppando un piano di eventuale assistenza e cura per i nostri connazionali nel Paese.
Nel fine settimana era a Malindi e Watamu per visitare alcune strutture e rendersi conto di persona della situazione e della percezione, laddove c’è una nutrita presenza italiana.
“La Contea di Kilifi ha attivato una squadra di guardie mediche dedicate – spiega Saio – nel caso di presunti sintomi o febbre, l’iter è quello di chiamarli (i numeri sono stati resi pubblici e chiunque dovrebbe averli a portata di mano), loro arriveranno a domicilio e faranno un primo “screening” che, attenzione, non è un test ma solo una normale visita medica con un questionario da compilare e domande specifiche sullo stato di salute e i sintomi avvertiti. Se per i responsabili sanitari non c’è evidenza di un possibile contagio, le persone verranno monitorate a distanza fino ad eventuale peggioramento. A chi invece venisse definito “caso sospetto”, verrà fatto il tampone e successivamente inviato a Nairobi”.
Secondo Saio le prossime due settimane in Kenya sono fondamentali per capire l’incidenza del virus sulla popolazione locale e si dovrà agire come in presenza di una pandemia. Anche il resto del Mondo, come confermano diversi importanti ricercatori e immunologi, sta aspettando risposte dall’Africa, come dal Sud Est asiatico, sull’espansione del virus per poter capire se con l’innalzamento delle temperature tra la tarda primavera e l’estate il fenomeno si potrà attenuare dove ora sta raggiungendo i picchi massimi.
“Nel frattempo il Kenya deve proseguire la prevenzione e il contenimento su più livelli – è il parere di Saio – ma c’è di buono che l’Organizzazione Mondiale della Sanità si sta muovendo anche per i Paesi di quest’area. Tenendo presente che non ci sono farmaci che possano evitare il contagio, ma solo normali antinfluenzali quando i sintomi sono lievi. Com’è noto questo virus inizia ad essere pericoloso, ed in soggetti perlopiù già critici o in là con gli anni, quando arriva alle mucose dei polmoni e crea una sorta di cascata di sostanze infiammatorie. La polmonite non è causata direttamente dal virus, ma dalla reazione ad esso. I principi attivi che spesso vengono indicati, immunosoppressivi ed altri, possono essere utili nella fase avanzata della malattia, non certo per prevenirla. L’unica certa prevenzione fino ad ora è l’isolamento”.

TAGS: mauro saiocoronavirus kenyasalute kenyaquarantena kenya

La cura preventiva per la malaria, per i turisti che frequentano il Kenya, è ormai superata.
Le importanti conquiste scientifiche che il Kenya per primo ha sperimentato, più di dieci anni fa, stanno dando i loro frutti con numeri che...

LEGGI L'INDICAZIONE PER INTERO

Il Coronavirus non arriverà in Africa Subsahariana perché non resiste al caldo? O invece appena ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta ha firmato una direttiva per contrastare il Coronavirus nel suo...

LEGGI L'ARTICOLO

Con una decisione improvvisa di questo pomeriggio,il Governo keniota ha sospeso da questo momento i...

LEGGI L'ARTICOLO

La compagnia aerea cinese China Southern Airlines ha ripreso i voli per Nairobi dopo la sospensione temporanea...

LEGGI L'ARTICOLO

Il numero dei contagiati da virus Covid-19 in Kenya continua a salire facendo segnalare anche...

LEGGI L'ARTICOLO

Altri sedici casi in Kenya nella domenica delle Palme in cui la gente è affluita con più timidezza nelle ...

LEGGI L'ARTICOLO

Per adesso gli italiani che devono entrare in Kenya non saranno sottoposti a nessuna restrizione, se non ...

LEGGI L'ARTICOLO

Secondo quanto ammesso dal Ministro della Sanità keniana Mutahi Kagwe, l’ottanta per...

LEGGI L'ARTICOLO

Malindi e tutto il suo distretto, a quasi tre mesi dal primo caso di Covid-19 registrato nella Contea di Kilifi, rimane...

LEGGI L'ARTICOLO

Emergenza Dengue Fever nella Contea di Mombasa, giò 159 i casi segnalati tra Likoni e Bombolulu.
La perdurante siccità e le improvvise dilaganti piogge hanno costituito l'allevamento del virus trasmesso dalle zanzare, che in altre zone del mondo è già...

LEGGI TUTTE LE INFORMAZIONI

L’aumento progressivo, anche se fortunatamente lento, dei casi di positività al virus Covid-19 in ...

LEGGI L'ARTICOLO

Muoiono solo persone già malate, questo si dice al Ministero della Salute. Lo aveva confermato...

LEGGI L'ARTICOLO

Altri otto casi nelle ultime 24 ore portano a 216 il numero totale dei pazienti positivi al virus Covid-19 in ...

LEGGI L'ARTICOLO

Una giornata abbastanza tranquilla in Kenya per i casi ufficiali di positività al virus...

LEGGI L'ARTICOLO

I due cittadini cinesi che da alcuni giorni erano stati messi in isolamento in quanto considerati casi sospetti da ...

LEGGI L'ARTICOLO