Ultime notizie

NEWS

Turismo medico, la costa del Kenya si propone

Migliorare servizi e abbassare prezzi, per essere concorrenziali

25-06-2019 di redazione

Il Kenya dell’accoglienza turistica può essere non solamente safari da favola nel Maasai Mara o nello Tsavo, rilassanti vacanze di sole e mare sulle bianche spiaggie in riva all’Oceano Indiano.
Ci sono altri sbocchi ipotizzabili, oltre al business tourism e alle conferenze internazionali, a location da matrimoni e lune di miele o ecoturismo.
Secondo gli esperti del settore, una delle frontiere dell’immediato futuro per il Kenya è il “Medical Tourism”, che in altri Paesi rappresenta una bella fetta di introiti da parte di viaggiatori stranieri.
Il turismo medico è il modo in cui le persone che vivono in un Paese si recano all’estero per ricevere cure migliori, nel rapporto qualità prezzo, a quelle che avrebbero nel proprio paese.
Ma anche per avere lo stesso tipo di trattamenti, ma in ambienti più piacevoli o abbinando una vacanza “destressante”. C’è da dire che la maggior parte delle persone che viaggiano per cure mediche lo fanno comunque per spendere meno.
L'India, ad esempio, come riporta un’inchiesta del quotidiano keniota The Star, è uno dei paesi che hanno investito molto in questo settore. Si stima che il suo settore del turismo medico valga 300 milioni di dollari all’anno. Entro il 2020, si prevede che possa raggiungere i 900 milioni, arrivando a più di mezzo milione di persone che lo visiteranno per servizi medici. Tra i cittadini più rappresentati, oltre ad altri Paesi africani per cui il Kenya sarebbe più vicino e comodo, come la Nigeria, c’è anche lo stesso Kenya, oltre alla vicina Tanzania!
“Il Kenya è in una posizione migliore per offrire turismo medico rispetto ad altri paesi dell'Africa orientale e centrale – spiega allo Star il dottor Ahmed Fardousa, direttore del Nyali Premium Hospital - Con tutti i soldi che il Kenya riceve nel turismo, il Governo dovrebbe anche investire nel settore sanitario, in modo da poter iniziare a ricevere più pazienti”.
Attualmente, ad esempio, la contea di Mombasa riceve pazienti provenienti dalle altre contee della costa e dalla vicina Tanzania.
“La destinazione costiera in Kenya è già conosciuta in tutto il mondo come una meta salutare, di benessere – dice Fardousa – sarebbe il luogo giusto per sviluppare il turismo medico. Senza contare la richiesta da parte degli stessi keniani: allo stato attuale, per ogni straniero in cerca di cure in Kenya, due kenioti fanno lo stesso all'estero”.
Nei mesi scorsi malindikenya.net si è occupata di una ricerca del consulente italiano per il Turismo del Kenya Roberto Marini, secondo la quale Malindi in particolare potrebbe avere i requisiti per ospitare questo tipo di turismo, con un occhio particolare ai bisogni e ai servizi per la terza età.
LEGGI QUI IL PRECEDENTE ARTICOLO

TAGS: kenya turismoturismo medicopensionati kenyakenya sanitàkenya ospedali

Il Ruaraka Uhai Neema Hospital, gestito dalla ONG World Friends, e’ stato riconosciuto come...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya è diventato uno dei primi Paesi africani per il turismo del benessere.
Le strutture sanitarie e SPA private hanno portato il Kenya sul podio tra le destinazioni di "turismo medico" nel Continente Nero, come riportato dal rapporto redatto dalla Conferenza delle Nazioni Unite sul commercio e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Ministro del Turismo keniano Najib Balala ha chiesto subito più sicurezza a Watamu e nelle località turistiche, in vista dell'alta stagione. La tragica fine del medico italiano Rita Fossaceca durante una rapina finita nel peggiore dei modi, ha messo...

LEGGI TUTTO

Di quale Kenya vorrà parlare il giornalista e anchorman Gad Lerner, all'interno del suo nuovo programma "Ricchi e Poveri" che esordisce domani sera, domenica 12 novembre, in seconda serata su Rai Tre?

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Si è conclusa la fiera del turismo di Rimini TTG incontri, con un buon riscontro per la Contea di Kilifi che si presentava autonomamente dal Ministero del Turismo del Kenya, grazie alla collaborazione con Jacaranda Resort e alla consulenza di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Ministro del Turismo Najib Balala ha annunciato una nuova iniziativa per rilanciare il turismo, particolarmente sulla costa keniana, dove a suo dire molte strutture alberghiere sono ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Lo ha annunciato il Ministro del Turismo del Kenya Najib Balala: il Governo keniano vuole veder atterrare voli delle compagnie aeree low cost sulla costa, per incrementare il turismo particolarmente delle spiagge e dei safari nei parchi vicini.
La richiesta...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Tra le tante opere e infrastrutture che il Ministero del Turismo ha chiesto al Governo di ultimare, per migliorare la ricettività e i servizi delle località della costa keniota, c'è anche la strada asfaltata costiera che collegherebbe Malindi a Watamu.
In...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Kenya si posiziona tra i Paesi africani al top per il "Wedding Tourism", ovvero il turismo delle nozze e delle lune di miele.
La direttrice del Kenya Tourist Board Betty Radier ha confermato che l'organo di marketing del Ministero...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Jambojet, la compagnia low cost di Kenya Airways, ha preso in leasing un nuovo velivolo, un Bombardier da 78 posti, per poter servire all'occorrenza da Nairobi gli aeroporti di Malindi e Ukunda (Diani) senza creare disservizi come avvenuto durante le...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Flavio Briatore ha deciso di vendere il suo prestigioso resort-Spa Lion In The Sun a Malindi.
L'annuncio è arrivato durante una conferenza stampa del suo manager Philip Chai, che è anche il direttore dell'associazione degli hotelier della costa nord keniana. Dichiarazione...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"Stiamo lavorando al collegamento diretto tra l'aeroporto di Malpensa e quello di Malindi". 
Una dichiarazione forte, importante, perché arriva direttamente da Phyllis Kandie, Ministro del Turismo del Kenya. 

LEGGI TUTTO

Novità per i permessi di lavoro nel settore del Turismo in Kenya.
Il Governo keniano ha approvato una regolamentazione secondo la quale viene istituito un "comitato di garanzia" per verificare e dare la propria approvazione alle richieste di permessi di...

LEGGI TUTTO

Suona particolarmente significativo che sia stato un italiano, il trentaduenne fiorentino Lorenzo Gagli, ad aggiudicarsi il Kenya Open di Golf, che si è tenuto nei ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Ministro del Turismo del Kenya Najib Balala ieri a Milano ha incontrato prima i Tour Operator, poi rappresentanze di imprenditori e di associazioni e infine i giornalisti, in una mattinata che lo ha visto dispensare ottimismo e "fare squadra"...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il rimpasto del Governo voluto dal Presidente Uhuru Kenyatta per fronteggiare una crisi politica dovuta a scandali e truffe che hanno coinvolto alcuni ministri, ha fatto sì che al Ministero del Turismo tornasse una vecchia conoscenza degli imprenditori e dei...

LEGGI TUTTO