Ultime notizie

NEWS

Ucciso nello Tsavo Est uno dei più grossi elefanti del Kenya

A Voi i bracconieri colpiscono con dardi avvelenati Satao II

07-03-2017 di redazione

La tristezza è grande per gli appassionati di savana che, dopo tanti safari, avevano imparato a riconoscerlo.
Satao II, uno dei pochi elefanti dalle zanne giganti rimasti in Kenya, i "big tuskers" (secondo le stime ce ne sarebbero non più di trenta tra Kenya e Tanzania), è stato ucciso nei pressi del Voi River, all'interno del Parco Nazionale dello Tsavo Est.
Satao II, esemplare di oltre cinquant'anni di età a cui avevano dato il nome dell'altro mitico "big tusker" Satao, morto anche lui per mano di bastardi bracconieri nel 2014, è stato ucciso con dardi avvelenati da presunti bracconieri che volevano impossessarsi delle sue preziosissime zanne del peso di cinquanta chilogrammi l'una.
L'unica buona notizia in questa tragica vicenda è che non ce l'hanno fatta.
Due anni fa nella stessa maniera ignoti malviventi avevano cercato di fare fuori un altro esemplare dalle zanne giganti, Wide Satao che era stato salvato per miracolo dal KWS e dalla David Sheldrick Foundation (leggi qui l'articolo di Malindikenya riguardo a quella circostanza).
Questa volta i rangers del KWS, che nei giorni scorsi sono stati coinvolti in pesanti scontri a fuoco nella notte nei pressi delle riserve di Taita Hills e di Tsavo, uccidendo sei bracconieri e perdendo uno dei colleghi, non sono riusciti a localizzare i colpevoli ma sospettano possa trattarsi di pastori trasformatisi in contrabbandieri.
"La Cina ha bloccato l'importazione di avorio dall'Africa - ha detto il portavoce del KWS, Paul Gathitu - non si capisce quale bracconiere oggi possa ritenere un guadagno, a fronte del rischio della propria vita, strappare via le zanne da un elefante".
Per questo si sospetta di nuove minacce che arrivano da altri ambienti come quello dei mandriani che da tempo pascolano le mucche in savana, a causa della siccità. Com'è noto nello Tsavo e nelle riserve vicine sono state costruite molte dighe per permettere agli animali di abbeverarsi.

TAGS: Satao KenyaElefanti TsavoSataobracconaggio Kenya

Wide Satao, il mitico elefante di oltre quarant'anni, conosciuto dai rangers, dalle guide esperte e dagli appassionati frequentatori dello Tsavo Est per le sue enormi, incredibili zanne, è stato salvato dalle grinfie dei bracconieri e riportato alla vita, dopo che...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L'ultimo sequestro, avvenuto ieri in Vietnam, di cento chili di corna di rinoceronte provenienti dal Kenya, riporta alla triste attualità il contrabbando legato alle specie protette della savana africana.
La battaglia contro i bracconieri che uccidono elefanti procede con risultati anche...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La lotta al bracconaggio e il bando internazionale dell’avorio stanno dando i loro frutti: in tre anni il numero di elefanti in Kenya è aumentato quasi del 15 per cento (14,7 per la precisione).
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Cambiano le abitudini degli elefanti del Kenya a causa del bracconaggio.
Secondo uno studio dell’Università olandese di Twente in collaborazione con il Kenya Wildlife Service, realizzato dall’associazione “Save the elephant”, gli...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Governo del Kenya sta pensando a condannare con la pena capitale i bracconieri che uccidono le specie protette della savana.
Il Ministro keniano del Turismo e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Elefanti in Kenya: i dati del Kenya Wildlife Service che riguardano l'anno che si sta per chiudere sono confortanti per quanto riguarda il bracconaggio.
I casi ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una ricerca condotta tra il Sudafrica, le foreste del Mozambico ed il Parco Nazionale dello Tsavo Ovest in Kenya, rivela che gli elefanti negli ultimi due decenni stanno sviluppando un sistema per sfuggire alle terribili grinfie del bracconaggio.
L'intelligenza di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ventisei esemplari di elefanti morti per cause non naturali ma non legate direttamente al bracconaggio.
Questo il preoccupante bilancio redatto dai...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

I primi dati del 2015 trasmessi dall'organizzazione "Tsavo Trust" sono significativi e confortanti: nei primi sei mesi dell'anno nessun elefante è stato ucciso.
I bracconieri non sono riusciti a prelevare le preziose zanne da nessun esemplare, e la savana del...

LEGGI TUTTO

Dalla stagione turistica entrante in Kenya si potrà tornare ad ammirare con più facilità i rinoceronti anche nel Parco Nazionale dello Tsavo, e precisamente nel Rhino Sanctuary dello Tsavo East...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' finalmente operativo il Ponte di ferro che collega il Parco Nazionale dello Tsavo Est con la parte nord della fetta di savana più estesa del Kenya.
Un collegamento che non solo fino ad ora non era possibile, ma che...

LEGGI TUTTO

Ranger Onorario del KWS.
Un riconoscimento ufficiale, arrivato nei giorni scorsi e pubblicato dalla Gazzetta Ufficiale keniana.
Per Adriano Ghirardello si tratta di un importante riconoscimento arrivato a compendio di tanti anni di attività di assistenza, aiuto e coordinamento con...

LEGGI TUTTO

Non più tardi di una settimana fa, nella piana di Aruba allo Tsavo East, abbiamo avuto la fortuna di fotografare alcuni Damalischi di Hunter, conosciuti anche con il nome di ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L'idea era sicuramente lodevole, ma la sua realizzazione si è rivelata un autogol incredibile per il Kenya e per chi opera nel campo della tutela degli animali della savana.
Due settimane fa...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una stagione fantastica per i safari in Kenya, e specialmente per i Parchi Nazionali di Tsavo Est e Ovest e dell'Amboseli.
Il direttore della Kenya Association of Hotelkeepers and Caterers...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Elefanti in trappole. 
Sembra una cosa impossibile, ma purtroppo non lo è. 
Una delle conseguenze della campagna in corso, per negare ai bracconieri l’uso delle armi da fuoco, e stata quella di indirizzarli all’uso dei metodi tradizionali, andati in disuso...

LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO