Ultime notizie

TURISMO

Vacanze in Kenya dopo il Covid-19, come organizzarsi

Dagli esperti previsioni e consigli per il settore del turismo

30-04-2020 di Freddie del Curatolo

Il futuro del turismo in Kenya dopo il Covid-19 non riguarda solo un “business” di pochi né tantomeno di un elite di imprenditori e professionisti, ma può mettere in ginocchio un’industria che produce più del 10% del PIL nazionale e del 40% di quello costiero e che da lavoro ad oltre 1 milione e mezzo di impiegati fissi più tantissimi stagionali nel Paese.
Per questo motivo il Ministro del Turismo Najib Balala è al lavoro con il suo team e una serie di esperti internazionali per capire dove bisognerà intervenire e dirigere i propri sforzi di marketing, infrastrutture e filosofia per rendere il Paese ancora attrattivo come lo è stato fino a due mesi fa.
Anche Malindikenya.net ha partecipato alla conferenza Webinair con il Ministro ed alcuni dirigenti di importanti piattaforme di viaggi e hospitality come Tripadvisor (presenti responsabili dell’area Africa e dell’area ricerche di mercato) e McKenzie, oltre a operatori locali.
I dati per quanto riguarda le preferenze di chi vorrebbe partire per le vacanze dopo l’emergenza e le quarantene obbligate, non fanno ben sperare, specie per quanto riguarda i viaggi in aereo e questo ce lo si poteva aspettare.
Tuttavia, affermano gli esperti di Tripadvisor, il Kenya con l’Africa Subsahariana è una delle zone più cliccate per aspettative di vacanze nell’immediato post Covid-19, che significa circa tre-quattro mesi.
Il motivo è da ricercare nella voglia di libertà, di “staccare” dall’esperienza vissuta tra quattro mura e nella naturale propensione agli spazi incontaminati che il Kenya, la sua savana ma anche altri paesaggi, comprese le lunghe strisce di sabbia possono ispirare. Inoltre sarà importante puntare, nella promozione, sugli effetti benefici del mare e dei luoghi caldi. Tuttavia per una ripresa seria conviene da subito puntare sul turismo domestico, perché le proiezioni della piattaforma online prevedono spostamenti regionali più che internazionali, almeno fino ad ottobre, e preferenze per le vacanze in automobile.
Cosa può fare il Kenya per essere pronto ai cambi di rotta che il post-emergenza richiederà?
Secondo il Ministro del Turismo Balala bisognerà potenziare l’e-commerce e proseguire con promozione e organizzazione tramite internet.
“Per questo stiamo lavorando per avere connessioni più veloci e stabili in ogni angolo del Paese – ha confermato Balala – e presto grazie a Google avremo i famosi palloni aerostatici nello spazio che daranno la possibilità di spargere per tutto l’Est Africa il segnale 4G”.
Secondo McKenzie entro sei mesi il turismo tornerà in Kenya anche se la ripresa sarà lenta.
“Le criticità sono rappresentate non solo dai prezzi degli aerei, che dovranno osservare distanze sociali e regole ferree di sanitizzazione – spiegano – ma anche l’industria turistica dovrà essere pronta ad offrire pacchetti vacanze dove sia messa in luce l’assicurazione sanitaria e le misure di sicurezza per i turisti. Oltre ad un’altro aspetto molto importante, la “flexible cancellation policing”, ovvero possibilità di cancellare la vacanza ed essere rimborsati in buona parte o del tutto in caso di altre emergenze che non dipendano dal cliente.

TAGS: turismo kenyacovid-19 kenyavacanze kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

http://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Nelle ultime ore in Kenya si sta assistendo ad un braccio di ferro politico tra Ministri del Governo. Motivo...

LEGGI L'ARTICOLO

Clicca sul file allegato per scaricare e leggere il protocollo del Ministero del Turismo del Kenya...

LEGGI TUTTO

Il Ministero del Turismo ha finalmente messo a punto il protocollo ufficiale per la riapertura ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Ministro della Sanità del Kenya era ieri, giovedì 9 luglio, sulla costa per valutare l’azione di...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya riceverà presto un aiuto dal Fondo Monetario Internazionale per fare fronte in maniera adeguata...

LEGGI L'ARTICOLO

E venne il giorno in cui Malindi registrò il primo caso di Covid-19.
Il Ministero...

LEGGI L'ARTICOLO

Non ci sarà quarantena obbligatoria per i turisti stranieri che, a partire dal 1 agosto 2020...

LEGGI L'ARTICOLO

Sono ancora molte le incognite da risolvere riguardo alla riapertura del turismo in Kenya.
All’indomani...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya supera i 5000 casi di Covid-19 dopo che il bollettino di mercoledì 24 giugno ha confermato che ...

LEGGI L'ARTICOLO

Dopo le proteste delle associazioni di categoria, il Governo keniano ha fatto una mezza marcia indietro...

LEGGI L'ARTICOLO

Una giornata abbastanza tranquilla in Kenya per i casi ufficiali di positività al virus...

LEGGI L'ARTICOLO

Malindi e tutto il suo distretto, a quasi tre mesi dal primo caso di Covid-19 registrato nella Contea di Kilifi, rimane...

LEGGI L'ARTICOLO

Tornano i casi nella Contea di Kilifi nelle 24 ore a cavallo tra venerdì 19 e sabato...

LEGGI L'ARTICOLO

Sabato 1 agosto, come preannunciato dal Presidente Uhuru Kenyatta lo scorso 6 luglio e confermato ...

LEGGI L'ARTICOLO

I numeri di ogni giorno ormai sono giusto numeri, ed è esercizio inutile sgranarli come un...

LEGGI L'ARTICOLO

Altri otto casi di positività al virus Covid-19 in Kenya portano il totale dei contagiati ufficiali a ...

LEGGI L'ARTICOLO