Ultime notizie

NEWS

Vacanze invernali: Kenya meta sicura e molto richiesta

Anche la Farnesina ammette che il clima politico ha rasserenato il Paese

30-10-2018 di redazione

Il Kenya si prepara ad essere una delle mete più ambite tra le destinazioni a lungo raggio per la prossima stagione invernale, che all'Equatore coincide con l'estate.
La ritrovata sicurezza del Paese, confermata anche dal sito "viaggiare sicuri" del nostro Ministero degli Esteri, e il peso specifico del dollaro che rende più care destinazioni turistiche come Cuba, Santo Domingo e in particolare i Caraibi, fanno preferire ai turisti europei i safari e l'Oceano Indiano.
La Farnesina, nelle sue avvertenze, ammette che "la riconciliazione tra la maggioranza e l'opposizione, avvenuta nel mese di marzo 2018, ha radicalmente cambiato la situazione politica del Paese, portando ad una generale distensione del clima politico e sociale e dando un nuovo slancio alle attività economiche", pur chiedendo di mantenere alta la soglia di attenzione nei quartieri violenti di Nairobi e nelle periferie di Mombasa, e di recarsi in aereo e non via terra a Lamu.
Per quanto riguarda le zone di pericolo, vengono limitate a località che nulla hanno a che vedere con il turismo, come Moyale al confine con l'Etiopia o le zone vicine alla Somalia, sempre interessate dalle scorribande dei terroristi di Al Shabaab.
Per il resto, si tratta di usare la normale cautela che è d'uopo osservare in un Paese straniero e per giunta africano.
Le agenzie di viaggio e le biglietterie online stanno raggiungendo negli ultimi giorni parecchio interesse per Watamu e Diani, le perle dell'Oceano Indiano, e per la sempreverde Malindi, oltre agli scali di Mombasa e Nairobi.
Ai viaggiatori europei (un nuovo charter, la Tui da Bruxelles porta circa 1200 turisti a settimana) sulla costa si aggiungeranno durante le festività molti keniani e anche altri turisti del Continente Nero.
 

TAGS: sicurezza kenyakenya sicurokenya violenzakenya destinazioni

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

http://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Il Kenya è il primo Paese in Africa e tra i primi del mondo a ricevere la certificazione di ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya è uno dei nove Paesi più sicuri dove viaggiare in tempi di Covid-19, per lavoro o vacanza, secondo...

LEGGI L'ARTICOLO

"Presto prenderemo importanti misure per non permettere più che i beach boys...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' un gruppo di donne italiane, capeggiato da Rita Valentini, ad organizzare a Malindi ogni anno il "Flash Mob" contro la violenza sulle donne, che si tiene in contemporanea nelle piazze di tutto il mondo.
Si tratta di una coreografia...

LEGGI TUTTO

Anche a Malindi mercoledì 14 febbraio va in scena il famoso ballo di solidarietà "One Billion Rising", contro lo sfruttamento delle donne, solidarietà contro il razzismo e contro il sessismo ancora presenti in tutto il mondo.
E' un gruppo di ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Livello di sicurezza molto alto in Kenya dopo i proclami di terrore da parte degli estremisti islamici...

LEGGI L'ARTICOLO

Le donne di Malindi non ammainano la loro bandiera e ogni anno fanno sentire forte la loro voce e battono i piedi sulla terra d'Africa liberando la loro ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Ministro del Turismo keniano Najib Balala ha chiesto subito più sicurezza a Watamu e nelle località turistiche, in vista dell'alta stagione. La tragica fine del medico italiano Rita Fossaceca durante una rapina finita nel peggiore dei modi, ha messo...

LEGGI TUTTO

Fatalmente, dopo alcuni giorni in cui le granate di stampo somalo non fanno più risuonare la loro macabra eco nelle chiese di Nairobi o del Nord Est del Paese, è la costa keniota ad assurgere ai disonori della cronaca nazionale. LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Per il capo della delegazione USA degli osservatori del voto in Kenya John Kerry, il sistema informatico della IEBC che ha scrutinato i voti è "forte e sicuro" e i suoi tecnici hanno lavorato bene.
Anche il CEO di IEBC Ezra Chiloba ha...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"Ve lo dice uno che ha girato il mondo, per lavoro e anche per diletto: il Kenya è uno dei luoghi più affascinanti e dove ci si sente più a proprio agio e Watamu è uno dei posti...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L’Italia finanzierà “Let it not happen again”, un progetto contro la violenza sulle donne in Kenya, tramite...

LEGGI L'ARTICOLO

"Una priorità assoluta". Questo il refrain scandito dall'Associazione Turistica di Malindi e Watamu alla fiera di Nairobi appena conclusa, riguardo all'Aeroporto Internazionale di Malindi. 
Tutti d'accordo che il rilancio della destinazione deve partire da quest'opera indispensabile.

LEGGI TUTTO

In quattro anni ha decisamente contribuito a migliorare la sicurezza nel distretto di Malindi, il Capo della Polizia Matawa Mchangi non...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Uno dei pezzi più importanti della storia degli italiani in Kenya e della seconda guerra mondiale in Africa è stato abbattuto senza preavviso da ...

LEGGI L'ARTICOLO

“Siamo già al lavoro per venire incontro alle istanze della comunità locale che gestisce le ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO