Mal d'Africa

MAL D'AFRICA

Il mio risorgimento africano

"Viva l'unità...di me con il Kenya"

17-03-2011 di Prando

Oggi, 17 marzo 2011 in Italia si festeggiano i 150 anni dell’unità, si ricordano i frutti del risorgimento. Centocinquanta anni, una ricorrenza mai così paradossale, che cade in un periodo storico in cui il nostro paese è diviso in tutto. Politica, vita sociale, pensiero. Ormai sono anni che siamo tutti al 50 per cento. Chi vuole questo e chi non lo vuole, chi ama tizio e chi lo odia. Pensare che oggi festeggiamo qualcuno che diede la vita per unirci…sembra davvero uno scherzo. 
Abbiamo fallito, questo verrebbe da dire. Quale giorno migliore, simbolicamente, per partire per l’Africa? Per prendere le mie valigie Carpisa (eh, altro che cartone e spago…), voltarmi indietro a salutare asfalto e smog, il cielo grigio di Milano, e lasciare per sempre la mia patria.
Oggi a Watamu probabilmente non si festeggia niente, o forse sì: la pesca di un bel tonno, la nascita di un nuovo bimbo per una famiglia povera di villaggio che ne ha già sette, l'arrivo di un mzungu che ha portato venti chili di farina di mais e cinque di fagioli. C'è sempre un motivo da festeggiare, e a volte anche un'unità da celebrare. 
La voglia di tornare laggiù è tanta, il mal d’Africa si unisce al mal d’Italia in un giorno come questo e sento che ho bisogno di una nuova vita, di una mia rivoluzione, di un mio risorgimento. Ho deciso, farò così, oggi si è riunito il mio parlamento, ho preso una decisione storica e mi preparo. Mi aspettano cose che avevo dimenticato e che forse invadono solo i miei ricordi di bambino: natura, colori, odori, cose vere, ingenue, genuine. Mi attende gente da aiutare senza pretendere niente in cambio, mi aspetta l’oceano indiano, la savana sterminata. Oggi celebro la mia decisione e presto arriverò, è una grande forza interiore che me lo chiede e ho intenzione di rispettarla. Non ci saranno guerre di conquista, il Kenya mi ha già conquistato. Viva l’unità…di me con il Kenya! 

TAGS: Risorgimento AfricanoUnità Kenya

Si chiamerà Africa Academy for Tax and Financial Crime Investigation, la partnership creata lo scorso 13 giugno a Berlino tra Germania, Italia e Kenya, con la supervisione dell'Organizzazione Internazionale per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE).
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una bella serata rievocativa a Malindi per festeggiare il cinquantesimo anniversario del primo lancio di un missile dalla base italiana San Marco di Ngomeni.
L'emozione è stata rappresentata dal ritrovare alcuni veterani che hanno lavorato in quegli anni così lontani,...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

Alla vigilia delle elezioni bis in Kenya, ancora il loro svolgimento non è sicuro.
Questione di poche ore e

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E mentre l'antico, orgoglioso, nobile paesaggio africano intorno a noi moriva,
io ero sempre più consapevole del privilegio di averlo conosciuto,
del dovere di conservarlo e della mia responsabilità
verso la terra di cui avevo ereditato la tutela.

Nell'ambito degli weekend dedicati all'arte e al talento locale, anche questa sera al Baby Marrow durante la cena, il pittore tanzaniano Feruzi espone le sue opere e presenta in diretta l'arte africana del "tinga tinga" di cui lui è uno dei...

LEGGI TUTTO

Cresce in maniera esponenziale il traffico in internet del Kenya.
Secondo la relazione globale della Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (ICANN), uscita questa settimana e resa nota in Kenya dal direttore del KENIC (Kenya Network Information Center) Sammy Buruchara,...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Alberto Sordi, lo sappiamo bene, non ha inventato niente. 
Malgrado i tentativi sgraziati o meno di ripulire il retroterra, di fabbricarci un nuovo pedigree di viaggiatori a-là-page, noi italiani rimaniamo sempre i simpatici buffoni che il mondo vede in giro...

LEGGI L'EDITORIALE COMPLETO

Molte le adesioni all'incontro di oggi, lunedì 28 settembre, tra i residenti e gli investitori italiani a Malindi, Watamu e Mambrui e i rappresentanti del Governo keniano e di enti governativi, oltre all'Ambasciatore d'Italia in Kenya Mauro Massoni, che per...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La solidarietà italiana per l’isola “solitaria” del Mida Creek non si ferma.
Dopo la splendida scuola creata Marafiki Onlus oggi ha anche un piccolo ospedale, grazie all’associazione “Pediatria per l’emergenza”.

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

Un altro teatro gremito  in Lombardia per il concerto-spettacolo italo keniota di Freddie del Curatolo con la sua band.
Un'altro gran bel colpo per la solidarietà degli italiani in Kenya e per la promozione turistica. Sono stati raccolti, tramite gli ingressi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Oggi, 8 agosto, si celebra la "Giornata del Sacrificio del Lavoro Italiano nel Mondo", istituita nella ricorrenza della tragedia mineraria di Marcinelle del 1956, per il riconoscimento e la valorizzazione del lavoro e del sacrificio dei connazionali emigrati.
Per commemorare...

LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

"Per rendere operativo l'aeroporto internazionale con voli diretti dobbiamo attendere ancora 4 anni. Non possiamo far morire il turismo da Kilifi a Mambrui mentre aspettiamo. Noi faremo la nostra parte, il Governo della Contea deve fare lo stesso e l'industria...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LA FOTOGALLERY

Oggi in Kenya è festa nazionale. Si celebra infatti il "Jamhuri Day".
E' il giorno della Repubblica, ovvero la data in cui entrò ufficialmente in vigore l'Indipendenza del Kenya, il 12 dicembre 1963, con Jomo Kenyatta primo presidente.   
Jamhuri è...

La notizia del film che Spielberg avrebbe girato a Malindi era un pesce d'Aprile di Malindikenya.net, WAC, Watamukenya.net e Kenyaoggi.
Tutti i siti e pagine social si sono uniti nello scherzo per affermare che Watamu è bellissima e sicura...anche senza...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E arrivò la prima telefonata del Presidente americano Donald Trump al collega keniano Uhuru Kenyatta.
A un mese e mezzo dall'insediamento alla Casa Bianca e nel pieno di meeting e attuazione del suo piano di Governo, il leader degli USA ha...

LEGGI TUTTO

Il prezzo della farina di mais recentemente è stato ridotto dal Governo a Kshs. 90 per il pacchetto da due chilogrammi, dopo che per via della siccità e relativa carestia nel Paese africano, il prezzo era schizzato a Kshs. 150...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO