Mal d'Africa

MAL D'AFRICA

Kenya, il luogo giusto per rinascere ogni volta

Discorso ad un figlio sul Mal d'Africa

20-01-2019 di Aldone Siena

"Volevo essere un tuffatore, per rinascere ogni volta dall'acqua all'aria".
Tu, figlio mio, non la conosci ancora questa canzone, e difficilmente la potrai ascoltare se non te la farò sentire io.
La cantava quarant'anni fa un cantautore romano, Flavio Giurato.
A quei tempi andavo in piscina quasi tutti i giorni ed avevo tanti sogni.
"Volevo essere un tuffatore..."
Più che un cantautore, quello era un poeta geniale, un sognatore come me e per questo non se lo filava quasi nessuno, nel nostro Belpaese.
Sarà anche perchè quel "Belpaese" non somiglia nemmeno più al formaggino della Galbani (quello si che filava), e che i sogni oggi te li scarichi con le App...ma oggi il mio desiderio più grande è portati in Kenya, perché l'Africa mi fa rinascere ogni volta.
E il Kenya è la mia Casa Africa ideale. 
Dall'aria all'aria, dall'acqua all'acqua, dalla natura alla natura. 
Attraverso le porte fondamentali dell'anima, sento che l'equatore riesce a riportare in equilibrio quello che la società occidentale rende instabile, inutile e dannoso. 
Dall'acqua all'aria, dai sorrisi alle fregature, dai piccoli intoppi al fatalismo.
Figlio mio, qui si parla della nostra vita, ma non è un cercare vie d'uscita, o termini di paragone. 
Il Kenya è una terra speciale a prescindere, ha i suoi difetti come ogni angolo di mondo e va compreso per essere vissuto meglio. 
Ma si parte da una base che è comunque all'opposto della nostra civiltà: i ritmi di vita, lo sguardo alla Natura che, nell'acqua del mare come nell'aria della savana, sa posarsi sull'eternità, il tempo di poter apprezzare le sfumature del quotidiano. 
Io ti ci porto, ragazzo, perché ormai hai otto anni ed è tempo che tu veda il Masai Mara, è ora di fare insieme una passeggiata sulla spiaggia infinita di Diani, è ora che prendiamo insieme un tuk-tuk e gli diciamo di andare dove vuole lui...e poi vediamo!
Voglio guardare l'Africa con i tuoi occhi, perché i miei ne sono già pieni.
E' la mia vita e forse sarà anche la tua.
E' troppo presto per spiegarti tutto questo a parole, perché dovrei spiegarti prima chi sono, cos'era la mia vita prima di essere stato qui e cos'è adesso.
Farti capire che senza l'Africa non ti avrei mai messo al mondo.
E' la vita che si guarda dentro, l'Africa. 
Per rinascere ogni volta, dall'acqua all'aria. 

TAGS: mal d'africaracconti kenya

Il mio mal d'Africa esiste da quando ero bambina.
Sono ormai 10 anni che vado in Kenia e ogni volta che scendo dall'aereo mi viene da piangere cosi pure quando devo tornare,un pianto di felicità non so come spiegare, in...

LEGGI TUTTO

Immaginate un luogo in cui il cielo non vi sovrasta, vi attraversa...

LEGGI TUTTA LA POESIA

Giovedì 25 gennaio andrà in scena la sesta serata settimanale consecutiva per gli spettacoli di Freddie e Sbringo al Baby Marrow Art & Food di Malindi.
Non è il caso di parlare di "sesta replica" perché ognuna delle serate...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Immaginate un luogo in cui il cielo non vi sovrasta, vi attraversa; l’aria non si respira, si assapora, il tempo scorre, non corre ed il sistema nervoso si sistema, non s’innervosisce.
Un luogo dove la gente non t’incrocia, ti saluta,...

LEGGI TUTTO

Può la storia degli italiani in Kenya essere racchiusa in una serata di racconti e canzoni?
L'unico che forse può provarci è Freddie del Curatolo, scrittore performer e direttore del portale malindikenya.net, con la preziosa collaborazione del Maestro Marco "Sbringo"...

LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

Per il quarto giovedì di seguito, tutto esaurito e grande attenzione con applausi convinti al Baby Marrow di Malindi, per la rassegna di racconti, poesie e musica "Io conosco il canto dell'Africa" ideata e condotta da...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

A grande richiesta lo spettacolo di musica, racconti ironici, poesie e cabaret di Freddie del Curatolo e Marco "Sbringo" Bigi, replica per due serate speciali a Watamu e Malindi.
Martedì 16 gennaio Freddie e Sbringo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

MAL D'AFRICA

Io lo chiamerei "ardore"

"...non è un male, è un dono"

di Dario Scaccabarozzi

Mal d’Africa , termine usato a sproposito. 
Non c’è nessun Male accostabile all’Africa , non credete ?
Si ripetono queste tre parole per definire quel sentimento che si prova quando , lasciato il continente , è struggente la nostalgia di...

LEGGI TUTTO

Una storia appassionante, di tempi che furono e di chi sogna di riviverli, fino a tornare dove i racconti che ha ascoltato nacquero.
E' il Kenya di "Il signore delle pianure", il libro dello scrittore spagnolo Javier Yanes, pubblicato in Italia...

LEGGI TUTTA LA RECENSIONE

Questo "muretto" è dedicato a tutte le persone che hanno avuto a che fare con il Kenya, in vacanza, per lavoro, ospiti di un amico, per volontariato o altra scelta volontaria e involontaria, e hanno conosciuto la magia di questo...

inviate una mail a info@malindikenya.net

Il mio mal d'Africa risale a tanto tempo fa.
Dicembre 1971,avevo 17 anni e ricordo perfettamente (perchè la rivivo ogni volta che torno)la sensazione di essere arrivata,di essere a casa.
 

LEGGI TUTTO

Una serata di racconti sul Kenya e sull'etnia Mijikenda questo martedì a Figino Serenza in provincia di Como.
Con ingresso gratuito, nella splendida ed elegante cornice di Villa Ferranti, sede della biblioteca comunale, il direttore di Malindikenya.net presenta "Il Viaggio dei Mijikenda...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

A volte penso che parlare di "Mal d'Africa" sia un'offesa per tutta quella gente che vive nei ...

LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

Un viaggio durato esattamente due mesi, ogni settimana a Malindi.
Una carrellata di racconti, poesie, canzoni, suggestioni nella sala del Baby Marrow Art & Food Gallery di Malindi, tra un piatto della cena e un drink.
Freddie del Curatolo ha...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un altro giovedì all'insegna dello stare insieme con la classe e l'eleganza del musicista Marco "Sbringo" Bigi, che ben s'intona con le opere d'arte di Gian Paolo Tomasi alle pareti del Baby Marrow Art & Food Restaurant di Malindi.
Ogni...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Mal d'Africa è vertigine, è corrosione,
e allo stesso tempo è nostalgia. 
E' desiderio di tornare alla nostra infanzia,
alla stessa innocenza e allo stesso orrore,
quando tutto era ancora possibile
e ogni giorno sarebbe potuto essere quello buono...