Mal d'Africa

MAL D'AFRICA

Perché un amore così grande io non l'ho mai provato

"...sono tornata, era una promessa"

03-06-2016 di Chiara

Fingo di essere su quel pulmino dove, tutte le volte che torno, trascorro il viaggio Mombasa-Malindi.
Un viaggio che dopo più di otto ore di aereo sembra interminabile, ma che non mi stanca mai.
La gioia che ho dentro si disperde dal cuore verso tutto il corpo. Inizio a tenere il ritmo battendo lievemente un piede, perchè in mente ho una canzone, "Narudi Nyumbani" due piccole parole che mi hanno perseguitato per 172 giorni di conto alla rovescia, due piccole parole, "Torno a casa".
Quel ritmo mi scorre nelle vene, trasporta la mia felicità ovunque, che finisce per esprimersi in un grande sorriso. Non mi sembra vero, sono qui, sono a casa, sono di nuovo a casa. 
Il motore si accende, sto arrivando! Comincia il viaggio, sono le 6,00 ed è appena sorto il sole. La città si sta svegliando, qualcuno comincia a sistemare la propria bancarella, qualcuno si sveglia, qualcun altro va a dormire dopo una lunga nottata di festa. Le moto taxi arrivano agli angoli della strada, negli spiazzi, per aspettare qualcuno da scarrozzare in qualche villaggio, magari anche con due sacchi pieni di carbone che ostacolano l'equilibrio, ma non importa niente a nessuno, niente casco, un sorriso e hakuna matata. I matatu colorati pieni di persone e il rumore dei tuk tuk che popolano le strade. 
C'è odore di Africa nell'aria, quell'odore di legna bruciata, quell'odore che ha qualcosa di inconfondibile. Apro il finestrino e inspiro a pieni polmoni. 
Finalmente sono qui. 
Mi guardo intorno e tutti coloro con cui scambio uno sguardo mi salutano e ridono. E allora io ricambio, scuoto la mano e sorrido, sorrido veramente. Passiamo affianco a tutte le bancarelle, dove c'è chi aspetta pazientemente un cliente o dove qualcuno si improvvisa fabbro o meccanico anche se non sa da che parte cominciare per montare un pezzo nuovo. E poi passiamo sopra il fiume, sul ponte, Malindi è vicino. Vedo di nuovo le capanne, tetti di macuti e tanti bambini. Alcuni vestiti in divisa per la scuola, altri che si rincorrono scalzi e giocano attorno alla capanna, altri mano per la mano alla mamma, che va torna dal pozzo con una tanica pesante in testa e il sudore che le riga le guance. La natura sta prendendo il sopravvento, anche le capanne piano piano sono sempre meno, manca veramente poco. 
Comincio a vedere da lontano i tetti delle grandi ville dei resort e dopo poco il pulmino si ferma. 
La chiave gira nella serratura, un bel letto comodo è pronto per accogliermi; potrei riposarmi, ne ho veramente bisogno, ma a me non importa niente e mollando la valigia comincio a correre. 
Correre, correre, oltre il prato dove i giardinieri mi gridano "Jamboooo!", oltre la piscina, passando davanti a tutte le 'mozzarelle' intente a prendere il sole, oltre il bar, fino ad arrivare finalmente in spiaggia. 
Improvvisamente mi blocco, immobile con i piedi piantati nella sabbia bianca. 
Non ci credo sono qua, pensavo che questo giorno non sarebbe mai arrivato. 
E con gli occhi lucidi e un bel sorriso ricomincia la corsa, scendo le scalette per andare nella spiaggia libera e corro, corro, corro. L'aria è sempre la stessa, il sole splende alto in cielo, la marea è bassa e offre un bellissimo spettacolo, un orizzonte infinito. 
E poi una sagoma, che riconosco da lontano. Aumento la velocità fino a ritrovarmi in un abbraccio ineguagliabile, un abbraccio di cuore, uno di quegli abbracci che ti fanno veramente sentire di essere tornata a casa, di trovarti in un luogo ideale, rassicurante, caldo e accogliente. Ed è tutto vero, è tutto meravigliosamente vero. 
E è qui che capisco perchè mi è tutto mancato così tremendamente, è qui che capisco cosa conta e cosa no, chi vale e chi no, e per una volta nella mia vita sono in un posto e non vorrei essere da nessun altra parte...e capisco perchè da tutto il resto sono sempre andata via. Se questo non è amore, l'amore non esiste. 
"Sono qui, sono tornata, era una promessa." 

TAGS: Chiara MalindiTornare in Kenya

Una sola cosa allora volevo: tornare in Africa. 
Non l’avevo ancora lasciata, ma ogni volta che mi svegliavo,
di notte, tendevo l’orecchio, pervaso di nostalgia.

Come abbiamo già annunciato, i 34 mila lavoratori stranieri in regola in Kenya hanno tempo fino al 21 luglio per presentarsi negli uffici dell'Immigration di Nairobi per il processo di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Governo del Kenya ha presentato il piano finanziario per il prossimo autunno.
Nel budget della stagione 2017-2018 c'è lo stanziamento di altri 2.6 billioni di scellini per l'aeroporto internazionale di Malindi.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una serata speciale per i giovedì del Papa Remo di Watamu.
Durante il consueto beach party in uno dei locali più affascinanti della costa keniana, sulla plancia come dj ci saranno due ragazze italiane, ben conosciute negli ambienti europei...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Due giorni tra Malindi e Watamu per "Donnavventura".
Non potevano mancare le località costiere più amate dagli italiani nell'itinerario del programma televisivo di Rete 4 che per l'edizione di quest'anno ha deciso di fare tappa in Kenya e che successivamente...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE FOTO

Lo ha annunciato il Ministro del Turismo del Kenya Najib Balala: il Governo keniano vuole veder atterrare voli delle compagnie aeree low cost sulla costa, per incrementare il turismo particolarmente delle spiagge e dei safari nei parchi vicini.
La richiesta...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

In cinque giorni abbiamo raccolto già 3000 euro, e siamo a più di un terzo dell'obbiettivo che ci siamo prefissi, 1 milione di scellini.
Questo il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Mal d'Africa è vertigine, è corrosione,
e allo stesso tempo è nostalgia. 
E' desiderio di tornare alla nostra infanzia,
alla stessa innocenza e allo stesso orrore,
quando tutto era ancora possibile
e ogni giorno sarebbe potuto essere quello buono...

La Corte Suprema del Kenya ha accolto il ricorso dell'Opposizione rappresentata dall'Alleanza Nasa e dal suo candidato presidente Raila Odinga, annullando il risultato delle elezioni nazionali.
Ciò rappresenta un fatto senza precedenti in una Repubblica del Continente africano.
I giudici della Corte,...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Alla vigilia delle elezioni bis in Kenya, ancora il loro svolgimento non è sicuro.
Questione di poche ore e

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un chiarimento del Consolato Onorario d'Italia a Malindi riguardo alla verifica dei permessi di lavoro degli stranieri in Kenya.
La linea politica è...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un concerto unico nel suo genere, una "jam session" che è un incontro in musica tra India e Italia nel cuore della Malindi multietnica e multiculturale.
Questo pomeriggio alle 17 (ingresso libero con prenotazione posti obbligatoria, fino ad esaurimento degli...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L'Onorevole Najib Balala, Ministro del Turismo del Kenya, sarà a Malindi oggi, venerdì 11 novembre, per incontrare gli imprenditori locali e stranieri e discutere del rilancio del settore nella Contea di Kilifi.
Il meeting avverrà alle 17 nella Conference Room...

LEGGI TUTTE LE INFORMAZIONI

Quest'anno sarà il Kenya il punto di partenza della fortunata trasmissione di Rete 4 "Donnavventura", il reality-reportage di viaggio a cui partecipano giovani e belle ragazze che coltivano il sogno di essere reporter di viaggio e d'avventura.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il mio mal d'Africa esiste da quando ero bambina.
Sono ormai 10 anni che vado in Kenia e ogni volta che scendo dall'aereo mi viene da piangere cosi pure quando devo tornare,un pianto di felicità non so come spiegare, in...

LEGGI TUTTO

Sulla costa swahili del Kenya il ramadan è sempre una festa, oltre che un mese di preghiere e "pulizia spirituale".
L'Africa ha reso questa ricorrenza sacra anche un periodo di socializzazione, con le cene dopom il tramonto nelle case comuni,...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO