Racconti

RACCONTI

La bici di mio figlio

Quando ricevi una lezione di vita dal tuo ragazzino

25-03-2016 di Donatella Crispino

In Africa accadono delle cose che mai avresti potuto immaginare.
Eppure, in Africa, ricevi lezioni di vita che non dimenticherai mai.
Voi come andavate a scuola? 
Mio figlio aveva una bicicletta per andare a scuola. 
Ha fatto tanto, bucando prima una ruota, poi l’altra, riparandola migliaia di volte e poi rompendo anche le marce…..(era una bella Mountan Bike) finché, un giorno, si ruppe per bene…Da quel giorno quella bici non la vidi per lungo tempo, avendola lui depositata in terrazza , tra tutte le attrezzature del padre e tra i ferri vecchi delle auto riparate.
Non la volle mai più riparare quella benedetta bicicletta. 
Andava a scuola a piedi perché così preferiva fare.
Un giorno gli chiesi di aiutarmi a portare la bici a riparare. 
Si rifiutò e io non capivo. Non ero preparata a questo rifiuto e mi domandavo il perché. Soprattutto lo domandavo a lui insistentemente. Ma la risposta era sempre: mamma, io preferisco andare a piedi.
Sapendo quanto lui non ami camminare, nonostante sia un Masai (e di solito i Masai e gli africani in genere sono abituati a camminare parecchio) mi ostinavo a forzare la riparazione della bici. E la sua risposta continuava ad essere identica alle volte precedenti:un No categorico. 
Addirittura ricordo che alcune volte tergiversava e cambiava discorso. Ero una mamma incapace di comprendere cosa volesse dirmi, o ero solo contrariata perché il mio pensiero era che, forse, lui , voleva una bicicletta nuova? Ero io malpensante?
Arrivò il giorno del suo compleanno (il due luglio) e la nonna, ossia mia mamma, dall’Italia mi chiamò e mi disse di fare gli auguri a Solomon e di acquistare per lui una nuova bicicletta. Doveva essere il suo regalo di compleanno. Una bicicletta speciale. Come lui l’avrebbe preferita. Quando lei sarebbe venuta a Malindi mi avrebbe restituito i soldi. Attesi Solomon al rientro da scuola, pensando di fargli una bella sorpresa con questa notizia. Quando arrivò come sempre entrò tutto sudaticcio e sporco e, dopo i saluti a mamma e papà, andò nella sua stanza. Si spogliò e fece una doccia. Tutto era normale ed i suoi movimenti al rientro erano,e sono ancora oggi, sempre gli stessi. Finita la doccia si avvicinò a me e si sedette vicino, nel divanetto dove stavo comodamente a guardare la televisione. Fu in quel preciso istante che decisi di cantargli la canzoncina di auguri e di comunicargli della telefonata della nonna. 
E del regalo che lui stesso avrebbe potuto scegliere in quanto al modello. Gli riferii infatti che la nonna aveva dato precisi ordini che il tipo, modello e colore lo avrebbe scelto lui, e che non mi sarei dovuta fermare davanti a nessuna cifra. 
Certo, sempre nella logica di una scelta di biciclette da ragazzo.
Ricordo che gli dissi di non esagerare, magari di non chiedere una bici da mille euro!
Mi guardo’ e mi disse: io non voglio una bici.
E automatica fu la mia contro-domanda : ma perché no, se puoi andare a scuola in bicicletta evitando così di fare strada a piedi anche durante le ore calde ? O vuoi un regalo diverso? 
Finalmente arrivò la risposta tanto attesa e che comunque mai avrei immaginato: non so che regalo potrei desiderare..ma sicuramente non voglio una bici. Mamma, i miei compagni non hanno la bici. Io voglio andare a piedi con loro. Io “sono come loro”, e insieme ci divertiamo ad andare ed a tornare da scuola a piedi…
Non ebbi il coraggio di dire altro.
Stavolta fu lui a darmi una bella lezione di vita…

TAGS: DonamasaiRacconti Kenya

A distanza di poco tempo dalla costruzione del pozzo per la Happy Children Nursery School di Mtangani, gli amici italiani di Donatella "Donamasai" Crispino hanno raccolto altri fondi e con la loro generosità hanno rifornito di acqua buona un’altra scuola,...

LEGGI TUTTO

La generosità di certe persone di cuore è come l'appetito che viene mangiando, anzi nella fattispecie si potrebbe dire che viene "facile come bere un bicchier d'acqua". Chi non l'ha mai provato dovrebbe cimentarsi, almeno una volta nella vita.
Così...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una serata di racconti sul Kenya e sull'etnia Mijikenda questo martedì a Figino Serenza in provincia di Como.
Con ingresso gratuito, nella splendida ed elegante cornice di Villa Ferranti, sede della biblioteca comunale, il direttore di Malindikenya.net presenta "Il Viaggio dei Mijikenda...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una storia appassionante, di tempi che furono e di chi sogna di riviverli, fino a tornare dove i racconti che ha ascoltato nacquero.
E' il Kenya di "Il signore delle pianure", il libro dello scrittore spagnolo Javier Yanes, pubblicato in Italia...

LEGGI TUTTA LA RECENSIONE

Quest'anno Freddie del Curatolo ha scelto i bambini come pubblico per raccontare le sue storie di Kenya, tra natura, solidarietà e momenti divertenti.
Sono le scuole elementari, particolarmente le quarte e le quinte, ad ascoltare i racconti che partono dai...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Per tutti ormai è "Donamasai", dove Dona è il diminutivo di Donatella (Crispino, sicula di Siracusa) ma suona bene anche come "donna".
Perché lei da 15 anni vive a Malindi ed è di fatto una "masai bianca". Ha sposato John...

LEGGI LA STORIA COMPLETA

Sono terminate le riprese del docufilm "Italiani in Kenya", mediometraggio commissionato dal Ministero degli Esteri italiano, tramite l'Istituto Italiano di Cultura di Nairobi, nell'ambito della settimana della lingua italiana nel mondo. 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La tournée di Freddie del Curatolo nelle sue molteplici versioni sta per volgere al termine.
Per chi ancora non lo avesse visto all'opera nelle sue "serate Kenya" o nella presentazione della sua ultima fatica musicale (con tanti riferimenti africani) "Esilio...

LEGGI TUTTO

Produzione musicale in Italia per il direttore di Malindikenya.net Freddie del Curatolo. 
Nelle sue vesti di cantautore, Freddie è in questi giorni in Liguria per registrare il suo secondo album a distanza di undici anni, per raccontare il suo "Esilio...

LEGGI TUTTO

Quella che riguarda l'Africa, e in particolare il Kenya, non è una bibliografia facile.
Oltre a fregiarsi di innumerevoli titoli, come è normale per un argomento così vasto i cui primi scritti (diari di viaggio e di commercio) si perdono nell'anno...

La Malindi italiana perde il suo barman, una delle figure storiche delle notti in riva all’Oceano Indiano.
Il grande Morgan lascia il Kenya dopo vent’anni di militanza, soprattutto notturna.
Chi frequenta da tanto tempo Malindi lo ricorda negli anni mitici...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Non stiamo parlando certo di un best seller internazionale, nonostante l'autore abbia una penna di tutto rispetto, ma di certo è il libro su Malindi che ha venduto di più in Italia. 
Alfredo "Freddie" del Curatolo mette a frutto la...

LEGGI TUTTA LA RECENSIONE

Il primo appuntamento italiano con le Serate Kenya di Freddie è fissato per sabato 20 maggio al Teatro Filodrammatici di Treviglio, in provincia di Bergamo.
L'anno scorso alla serata organizzata da Medicallife e Maxlife, confluirono oltre 300 persone e fu...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dopo la fantastica serata di promozione per il Kenya a Riccione, Freddie del Curatolo si prepara a tornare a casa sua a Malindi. 
Ma prima di partire, questa settimana in Italia si potrà assistere alle sue ultime tre serate pubbliche....

L'incredibile storia di Robin Cavendish approda al cinema in questi giorni.
"Breathe" il titolo originale del film, che sarà nelle sale italiane da questa settimana, un colossal che ha per protagonista il giovane

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

LIBRI KENYA

Ebano - Ryszard Kapuscinski

Feltrinelli

di redazione

Iniziamo dicendo che Ryszard Kapuscinski è il più grande giornalista che abbia mai scritto d'Africa e quello che meglio ne ha capito la civiltà, la natura, la filosofia. Ed è curioso che sia stato un polacco, quanto di più distante...

LEGGI TUTTA LA RECENSIONE