Storie

INIZIATIVE

Disabili nomadi in Kenya: la loro festa a Isiolo

Il partner italiano Afreeca Eclectic al Desert Wheel Race

19-10-2019 di Freddie del Curatolo

Se c’è una categoria di persone disabili ancora più disagiate dell’essere nate in regioni problematiche dell’Africa e vivere in condizioni di povertà assoluta, è quella delle tribù nomadi del nord del Kenya.
Da sempre abituati a spostarsi periodicamente di area in area, alla ricerca di acqua e cibo per sé stessi e il loro bestiame, doverlo fare in condizioni di disabilità fisiche ma anche mentali è sicuramente un ostacolo in più che la vita pone.
Per questo nella Contea di Isiolo è nata l’associazione “NONDO” (Northern Nomadic Disable Organisation) che dal 2010 si prende cura degli ultimi di queste terre semiaride spesso minate anche da conflitti etnici.
L’evento annuale di punta dell’associazione, per sensibilizzare autorità ed opinione pubblica internazionale e raccogliere fondi per svariate attività tra educazione, sanità e ricerca, è il Desert Wheel Race, una corsa su sedie a rotelle di 20 chilometri attraverso percorsi solitamente battuti da mandrie, cammelli e popoli in continuo movimento.
Quest’anno quella che è di fatto la più grande competizione sportiva per disabili dell’Africa, si è tenuta lo scorso 12 ottobre e tra i partner ufficiali c’era anche il tour operator italiano Afreeca Eclectic, che tra le sue professionalità nei safari è anche specializzato in escursioni in tutto l’Est Africa per disabili.
Quest’anno c’erano rappresentanti delle 12 contee nazionali che hanno a che fare con il nomadismo e il via è stato dato dal Governatore di Isiolo, la Contea dove con NONDO tutto ebbe inizio.
Dietro al grande significato e all’emozione dei partecipanti che si va ad aggiungere alla purezza coinvolgente di una popolazione che da sempre vive tra speranza e fatalismo, c’era anche il senso sportivo, momento di aggregazione fondamentale per le comunità.
Nei due giorni che hanno preceduto il Desert Wheel Race a Isiolo si è tenuta una conferenza in cui si è dato risalto al turismo accessibile a cui Afreeca Eclectic sta dedicando programmi di safari e soluzioni escursionistiche e sportive e alle varie problematiche per le persone disabili in Kenya, mentre la sera di venerdì 11 ottobre si è tenuto un altro evento particolarmente emozionante, il Desert Fashion Gala in cui donne con varie disabilità hanno sfilato con abiti tradizionali mostrandosi senza timore al pubblico in una regione dove ancora la diversità è un tabù e la condizione femminile sta ricevendo considerazione da pochi anni.
“E’ stato emozionante, oltre che un orgoglio, aver partecipato a questo evento – dice Alberto Michieli di Afreeca Eclectic – la serata del Fashion Show ha dimostrato che categorie un tempo scartate o tenute ai margini possono avere un ruolo e la loro dignità anche nelle regioni povere di questo Paese e la voglia di dimostrarlo parte da loro stessi”.

TAGS: disabili kenyaafreeca eclecticnomadi kenyaisiolo kenya

Andrà in onda domenica alle 17.45 su Rai Tre, nella trasmissione di viaggi "Kilimanjaro" l'avventura in ...

LEGGI L'ARTICOLO

Dalla savana dello Tsavo Est ad una delle vergini spiagge dell’Oceano Indiano, da un senso di libertà all’altro in un Paese, il Kenya, che in quanto a varietà di paesaggi, di Natura, di clima ha tantissimo da offrire al viaggiatore....

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Quando diciamo che il Kenya è uno dei Paesi simbolo dell’Africa perché ha, racchiusa nel suo territorio, ...

LEGGI L'ARTICOLO

Non sono mai stati in Africa, ma l'hanno sognata per tutta la vita.
Così come hanno sempre sognato la libertà, l'avventura, la sfida ad un'esistenza non facile e ad un destino che ha messo il suo carico pesante quando erano ancora...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Metti un viaggio in Kenya di quelli veri, totali, che arricchiscono l'anima, fanno salire l'adrenalina, riempiono il cuore e prendono allo stomaco.
Quelli da "mal d'Africa", insomma. 
Tra i viottoli sconnessi dello slum di Kibera, una visita dagli ultimi degli...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

La savana è come il pensiero, non ha barriere e ti può donare una sensazione di onnipotente libertà.
Figurarsi poi se le ruote che la percorrono, che sollevano al cielo la polvere rossa delle sue piste battute, sono quelle di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Una vacanza indimenticabile deve avere un epilogo all'altezza, qualcosa di davvero inedito.
Non solo pensando ad un Paese dell'Africa subsahariana, ma anche alle esperienze di due ragazzi disabili come i fantastici Danilo e Luca di "Viaggio Italia" che, grazie al...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

A poche ore di automobile da Nairobi, c’è uno dei gioielli più preziosi dell’incredibile diadema delle riserve naturali del Kenya.
Un ...

LEGGI L'ARTICOLO

Malindi, Watamu e la Contea di Kilifi si promuovono anche quest’anno con il magazine in inglese ''What’s Best in Kilifi County’’.
E’ uscita in questi giorni.....

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il progetto è stato annunciato ieri dal Ministro dei Trasporti del Kenya James Macharia, che dopo aver firmato l'accordo con i colleghi di Sud Sudan ed Etiopia, ha appaltato a due...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il mondo cambia e con esso anche il modo di viaggiare e scoprirlo.
Siamo sempre meno turisti e più escursionisti, avventurieri magari molto social ma anche pronti a provare...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La commissione parlamentare creata per monitorare i fondi destinati ai lavori degli aeroporti del Kenya ha lanciato un serio allarme sull’utilizzo dei ...

LEGGI L'ARTICOLO

I giovedì del Baby Marrow di Malindi si tingono sempre di buona musica, nell'elegante e vivida atmosfera del locale contornato dalle magiche opere dell'artista concettuale Gian Paolo Tomasi.
Nel ristorante che...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

In giorni di terribile siccità che stanno investendo specialmente le regioni a nord del Kenya, specialmente il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Kenya, è rivoluzione autostrade, con finanziamenti già approvati ed altri in arrivo per collegare le grandi città ed attraversare il Paese con ...

LEGGI L'ARTICOLO

Lo avevano chiamato "Lipstick", rossetto, per i contorni marcati intorno alla sua bocca che sembravano proprio truccati.
Ma la sua bellezza era nella...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO