Storie

STORIE

Grace, 40 chilometri a piedi a tredici anni per sperare in un futuro migliore

La storia di una studentessa keniana e della sua ammissione alla scuola superiore

13-01-2018 di Freddie del Curatolo

Quaranta chilometri a piedi, per una ragazzina di 13 anni, non sono pochi.
Arrivano stremati al traguardo gli atleti della maratona che è di soli due chilometri più faticosa.
Ma quelli sono atleti adulti, hanno muscoli allenati e scarpe da ginnastica, si alimentano in modo sano e regolare e bevono litri d’acqua al giorno ed energizzanti.
Grace Akinyi è solo una ragazzina che cammina e cammina, calzando infradito mezze rotte e senza aver consumato il pasto. 
Si è alzata alle 3 del mattino, per presentarsi in orario.
Cammina, per un obbiettivo.
Il suo sogno è diventare un giorno avvocato.
Grace ha voglia di continuare a studiare ed è partita dal suo villaggio natale, Nambale nella Contea di Busia, ed ha raggiunto la cittadina di Kakamega.
Qui sorge la Butere Girls High School, l’istituto che ha individuato per il suo futuro e che la accetterebbe per le scuole superiori, grazie alla sua ottima performance agli esami di scuola primaria. 
392 su 500, uno dei migliori di tutta la Contea.
Alla Butere è il giorno di apertura dell’anno scolastico. 
Decine e decine di ragazzi sono accompagnati dai loro genitori per cominciare la nuova avventura.
Lei è sola, stremata, i piedi rossi d’argilla sono tutt’uno con la gomma dei sandali. 
Papà Duncan è morto giovane, quando lei aveva sei mesi. 
Sua madre non ha un lavoro fisso e forse preferirebbe che Grace ne trovasse uno,  per aiutarla a sopravvivere.
Ma la ragazza è ostinata, crede in sé stessa.
Qualcuno le ha detto che in quella scuola prendono a cuore le situazioni gravi, quelle disperate, senza via d’uscita, come la sua.
In Kenya non solo le borse di studio statali non esistono, ma è già tanto se esiste lo studio. 
Ha provato ad accedere a fondi per la scuola di due enti bancari, ma c’era qualche raccomandato in lista che evidentemente aveva un diritto di precedenza.
La fortuna di Grace è che, nonostante i tempi siano duri per tutti, ci sono ancora docenti pronti ad autotassarsi e fare collette per gli studenti meritevoli.
Così la Vice Preside della Butere Girls School ha accettato Grace in classe e nel dormitorio, gli insegnanti le hanno donato libri e uniformi e adesso avranno qualche settimana di tempo per trovare i fondi necessari a pagare le rette scolastiche.
Il resto lo farà lei, con la sua volontà, l’energia e la fede nella speranza che ha mosso le sue gambe magre e alimenterà la sua passione per lo studio.
Quando però la Preside della scuola le ha detto che avrebbe avuto un giorno di permesso per comunicare alla madre che era stata ammessa a scuola, Grace l’ha fissata con un tenero sguardo di supplica: “posso farle semplicemente una telefonata?”. 


(la foto è di Leni Frau)


 

TAGS: scuola kenyastorie kenyaragazzi kenyastudio kenyaistruzione kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

http://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Ormai chi frequenta il nostro sito conosce l'intento della scuola calcio Real Malindi diretta dal coach Davis Badili alla...

LEGGI L'ARTICOLO

A distanza di poco tempo dalla costruzione del pozzo per la Happy Children Nursery School di Mtangani, gli amici italiani di Donatella "Donamasai" Crispino hanno raccolto altri fondi e con la loro generosità hanno rifornito di acqua buona un’altra scuola,...

LEGGI TUTTO

La Onlus italiana "Still I Rise" fondata dal giovane cooperante e scrittore cremonese Nicolò Govoni è pronta per ...

LEGGI L'ARTICOLO

Malindi è sempre più orientata verso l’educazione al riciclo e alla raccolta differenziata: a...

LEGGI L'ARTICOLO

Riaprono le scuole primarie e secondarie in tutto il Kenya.
Come è noto, qui l'anno scolastico incomincia in corrispondenza con quello solare ed è strutturato con vacanze di circa un mese ogni tre di studio.
 

LEGGI TUTTO

"Aiuto, la nostra scuola è infestata dai demoni!"
Le grida di notturne di paura, accompagnate da una protesta di studenti e genitori, arrivano dalla...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Maxwell e Mystick, due dei ragazzi dell'ormai ex scuola calcio Genoa di Malindi, possono continuare ad usufruire delle migliori condizioni scolastiche grazie anche all'aiuto della società sportiva ligure Volley Genova VGP. 

LEGGI TUTTO

I miracoli spesso arrivano dal silenzio e hanno l'aria di qualcosa di naturale, di quotidiano.
Nessuno li sbandiera sotto il nostro naso, tantomeno gli artefici.
Quotidiano, naturale.
Come una piccola barca a motore che ogni mattina passa a prendere centinaia...

LEGGI TUTTO IL REPORTAGE E GUARDA LA GALLERY FOTOGRAFICA

Si chiamano "Tinga Tinga Tales" e sono delle bellissime storie animate per ragazzi create da una società di animazione digitale di Nairobi e ideate e prodotte da una sceneggiatrice britannica innamorata dell'Africa, Claudia Lloyd.
Vanno in...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Korogocho è la terza baraccopoli di Nairobi per numero di abitanti: al suo interno vivono circa 200.000 persone.
È una...

Il progetto Real Malindi cresce grazie alla generosità dei lettori italiani di malindikenya.net.
Ieri finalmente sono arrivate le scarpine da calcio per gli studenti della scuola primaria di Ganda, popoloso sobborgo di Malindi da dove abbiamo deciso di...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

La scuola calcio di Malindikenya.net prosegue la sua avventura, grazie all'aiuto dei primi italiani che si stanno appassionando al percorso dei nostri ragazzini della periferia di Malindi.
Durante il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dopo le polemiche dei giorni scorsi con le associazioni dei genitori degli studenti del...

LEGGI L'ARTICOLO

Real Malindi come dice il nome è già una bella realtà.
Una realtà di sport, di educazione e di vita che stiamo regalando a un gruppo di ragazzini della scuola primaria di Ganda, periferia di Malindi.
Dopo un mese...

LEGGI L'ARTICOLO, GUARDA LE FOTO E IL VIDEO

Malindi apre il 2020 all’insegna della bellezza e dell’eleganza, nella meravigliosa cornice del Kilili ...

LEGGI L'ARTICOLO