Ambiente

AMBIENTE

Con Karibuni per la riforestazione delle mangrovie nel Mida Creek

La Onlus e il Rotaract Cantù per la salvaguardia dell'ecosistema di Watamu

24-09-2015 di Hilary Mazzon

Domenica 20 Settembre, Karibuni Onlus e tre Rotaract Club (Malindi, Watamu e Mombasa) hanno partecipato alla riforestazione della foresta di mangrovie di Mida Creek (Kenya). Il progetto è stato finanziato dal Rotaract Club di Cantù, grazie alla super attiva presidente Carlotta Molteni.
Le chiamano “radici del mare” e non ci può essere un’immagine più bella, oltre che vera. 
Le mangrovie sono davvero alla base di diverse funzioni ecologiche, che vanno da una prospettiva economica umana alla conservazione della biodiversità ambientale, della flora e della fauna.Le maggiori funzioni “fisiche” sono la prevenzione dalle tempeste, la riduzione della torbidezza delle acque e dell’erosione delle coste, oltre che l’assorbimento e la trasformazione dei nutrimenti.
La popolazione locale che vive all’interno di questo tipo di ecosistema spesso sopravvive interamente con i beni provenienti dalle foreste di mangrovie.Le mangrovie sono un sine qua non per il mantenimento della vita e della variegata biodiversità di specie acquatiche e di uccelli presenti nell’ambiente.All’interno dei suoi canali vengono depositate le uova di pesci e uccelli, che verranno così protetti nei primi giorni di vita, grazie a quell’intreccio di radici che li protegge dalle forti correnti dell’oceano aperto e dai predatori.Le mangrovie sono la culla della fauna locale. In particolare il Mida Creek è uno dei più grandi ecosistemi di mangrovie al mondo, riconosciuto dall’Unesco, si estende su un’area di 32 km. Le maree creano paesaggi e colori diversi e si rimane affascinati dai diversi habitat che si possono trovare: fango, sabbia bianca, acque aperte o canali minuscoli.Non è un paradiso solo per la vista umana, ma anche per decine di specie di pesci, uccelli, alghe e mangrovie stesse (sono presenti 9 tipi diversi).L’importanza del Mida Creek e delle sue mangrovie è da rilevare non solo a livello ambientale di flora e fauna, ma anche a livello umano: le comunità che vivono al suo interno o adiacenti ad esso ne traggono non solo nutrimento ma anche guadagno.L’aumento demografico ha sicuramente inciso sul disboscamento e di conseguenza sulla necessità di mantenere e per certi versi aiutare questo ecosistema. Riforestare e piantare mangrovie significa aiutare non solo la natura e le sue meraviglie, ma anche le comunità di pescatori e raccoglitori che vivono in questo paradiso, affinché non venga distrutto. I partecipanti erano numerosi, oltre ai membri dei Rotaract Clubs erano presenti anche altri ospiti: la televisione locale con cameramen e fotografo, la studentessa che ha vinto la borsa di studio di Karibuni che studia Scienze Ambientali alla Pwani University di Kilifi, un membro della cooperazione italiana di Meru venuto in visita tra i progetti di Karibuni e i ragazzi membri del gruppo di volontari che si occupano della conservazione ambientale del Mida Creek, che ci hanno diretti e consigliati sulle modalità e le tempistiche del progetto. Eravano tutti così impazienti che appena la marea lo ha reso possibile, alle 12:00 è subito partita la prima barca che avrebbe portato il primo gruppo di 20 sul sito identificato per ripiantare le mangrovie.La barca li ha accompagnati fino a Kirepwe Island, che è stata attraversata a piedi e, arrivati sull’altro lato dell’isola, un’altra barca li avrebbe portati dall’altra parte del canale dove hanno iniziato a piantare le piantine di mangrovie.Dopo poche ore il traguardo è stato raggiunto: 10,000 mangrovie sono stata piantate nel Mida Creek!!! La giornata è stata un successo, non solo per lo scopo generale del progetto, ma anche per l’atmosfera di entusiasmo e coesione tra i giovani del Rotaract palpabile nell’aria.La collaborazione tra i Rotaract italiani e i diversi Rotaract Club presenti sul territorio è risultata vincente: hanno saputo mobilitare e coinvolgere tante persone, dando entusiasmo e brio al progetto.

TAGS: Mangrovie KenyaMida Creek WatamuMangrove Mida

Uno scambio di auguri natalizi con i parroci di Malindi, Watamu e Mida, la Santa Messa insieme e poi un piccolo rinfresco alla presenza del Console Onorario Italiano. Un tradizionale appuntamento prenatalizio per la comunità cattolica della costa keniana e anche...

LEGGI TUTTO

Steven Spielberg ha scelto Watamu per girare il suo prossimo film, un kolossal hollywoodiano che racconterà il sogno africano di un’ambientalista, tra mille avventure e disavventure.
La notizia è rimbalzata ieri sui più importanti siti di cinema americani ed ha...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

I miracoli spesso arrivano dal silenzio e hanno l'aria di qualcosa di naturale, di quotidiano.
Nessuno li sbandiera sotto il nostro naso, tantomeno gli artefici.
Quotidiano, naturale.
Come una piccola barca a motore che ogni mattina passa a prendere centinaia...

LEGGI TUTTO IL REPORTAGE E GUARDA LA GALLERY FOTOGRAFICA

La solidarietà italiana per l’isola “solitaria” del Mida Creek non si ferma.
Dopo la splendida scuola creata Marafiki Onlus oggi ha anche un piccolo ospedale, grazie all’associazione “Pediatria per l’emergenza”.

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

Venti chilometri prima di Malindi, dopo i villaggi di Chumani e Matsangoni, s'incontra l'insenatura di Mida, caratterizzata da foreste di mangrovie, piante le cui radici sono in acqua salata. 
A Mida si possono osservare specie molto rare e affascinanti di...

LEGGI TUTTO

Due giorni tra Malindi e Watamu per "Donnavventura".
Non potevano mancare le località costiere più amate dagli italiani nell'itinerario del programma televisivo di Rete 4 che per l'edizione di quest'anno ha deciso di fare tappa in Kenya e che successivamente...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE FOTO

Il servizio meterologico del Kenya (KMD) ha emesso nel pomeriggio di oggi un comunicato per allertare la popolazione costiera riguardo ad un'ondata di maltempo che, secondo le previsioni degli studiosi, dovrebbe interessare fin da domani la regione bagnata dall'Oceano Indiano.
Nella giornata...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Non sempre le cattive notizie ne portano altrettante, a volte piove sull'asciutto e non sul bagnato. L'inevitabile progresso che sta arrivando anche nelle cittadine turistiche costiere di Malindi e Watamu, con i relativi problemi di deforestazione per costruire nuove abitazioni...

LEGGI TUTTO

Malindi quinta meta del mondo da scoprire nel 2017, secondo il sito americano di informazioni burocratiche (visti e permessi) ivisa.com, frequentato da lettori di tutto il mondo. (vedi qui il link originale https://www.ivisa.com/visa-blog/top-11-undiscovered-destinations-for-2017)
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Alcuni mesi fa vi avevamo parlato dell'inaugurazione della houseboat italiana di Kilifi, la casa galleggiante ancorata nel meraviglioso angolo naturale del creek e collegata a terra solo da un ponticello.
Oggi il soggiorno sulla houseboat è già un "cult" per...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Watamu la bella.
Malindi la magica.
Watamu la giovane e frizzante.
Malindi antica ma ancora interessante.
 

LEGGI TUTTO IL RACCONTO

Si chiama “What’s Best in Kilifi County” (Cosa c’è di meglio nella Contea di Kilifi) ed è la prima edizione di un magazine patinato in distribuzione gratuita che mostra le bellezze e le principali attività legate al turismo di Malindi...

LEGGI TUTTO E GUARDA LA RIVISTA NELLA GALLERY

E' uno dei simboli della vacanza da sogno di molti, e un italiano lo ha realizzato all'interno dell'insenatura di Kilifi, a meno di un'ora da Malindi e Watamu.
La Houseboat costruita dalla proprietà dell'Olimpia Club, è un gioiello di eleganza...

LEGGI TUTTO

Il Kenya è una delle destinazioni più varie e straordinariamente ricche di occasioni uniche, emozioni per tutti ed attrazioni per ogni tipo di appassionato o esperto di avventura. Se per molti il Paese africano è soprattutto sinonimo di...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Il sabato all'Olimpia Club di Casuarina a Malindi è sempre una serata speciale. Da Kilifi arrivano le splendide ostriche del creek fresche e gustose, da mare davanti al locale il pesce fresco pronto per diventare pietanza in una delle tante...

LEGGI TUTTO